Giovedì 24 gennaio, vi segnaliamo in edicola:

ilsecoloxix-logo13 SCOPPIA LA BOMBA DI ALTRI 150.000 ESODATI
logo-lunita-logo1 “LA VERA SFIDA SARA’ QUELLA SULLE DISEGUAGLIANZE”
il-manifesto-logo7 ESODATI SCONTRO BERSANI-MONTI

 

Annunci

24 Risposte

  1. Ma secondo voi , Bersani è sano di mente ????

  2. BASTA NOMINARE GLI ESODATI!!!!

    TUTTI I LAVORATORI ITALIANI CHE HANNO VERSATO ANCHE PER 40 ANNI E PIù, E HANNO ANCHE PIù DI 60 ANNI E SONO STATI LICENZIATI (causa crisi aziendali varie) hanno diritto di avere restituito i contributi versati, restituzione chiamata “pensione”!!!

    Lo stato non ha mai pagato le pensioni a nessun lavoratore che ha versato contributi per oltre 40 anni, ha semplicemente restituito il maltolto:
    Capito Damiano/Bersani/Fassina????

    La vostra ignoranza in materia ricorda quella della Maledetta, e del professore!!!

    Meditate…….Ingroia e Grillo non sono poi così lontani…..

  3. MI è venuta un’idea. Potremmo votare tutti il PD alla Camera, mentre, al Senato, votare tutti RC! Questo cosa determinerebbe?
    Determinerebbe un partito sufficientemente grande per potere avere successo sulle cose che intenderà proporre e portare avanti: il PD! Ma con al Senato una specie di valvola di ritegno, RC, che farà passare solo le cose spiccatamente più di sinistra!
    A questo punto, riguardo, ad esempio, all’abrogazione della riforma delle pensioni Bersani-Fornero, se il PD promuoverà e proporrà qualcosa in tal senso, RC al Senato la farà passare, altrimenti, le altre str…upidaggini che il PD volesse varare, come, magari, una privatizzazione della Sanità, più soldi alla scuola privata e meno a quella pubblica, una privatizzazione dell’acqua, una maggir deregulation nei licenziamenti, nuove tasse… no! Con RC al Senato, non passeranno! Almeno si spera!
    Che ne pensate?

  4. Elson, non è una cattiva idea ma ho poche speranze che ciò avvenga come sai gli italiani sono molto individualisti della serie l’importante che io me la cavo.
    damiano le chiedo ancora BASTA BASTA MA BASTA PARLARE SOLO DEGLI ESODATI VERAMENTE NON NE POSSO PIU’ LE RICORDO CHE CI SONO MIGLIAIA E MIGLIAIA DI PERSONE CHE HANNO MATURATO IL PROPRIO DIRITTO ALLA PENSIONE MA VOI DEL PIDDI AVETE VOTATO UNA RIFORMA NAZIFASCISTA E CI AVETE RUBATO LE NOSTRE PENSIONI SE VOLETE I NOSTRI VOTI DOVRETE SCRIVERE NERO SU BIANCO CHE CAMBIARETE LA RIFORMA MALEDETTA

  5. Elson, può essere un idea per far capire a Bersani ( duro di comprendonio ) che non vogliamo averci nulla da spartire con quei cessi di Casini, Fini, e Monti. noi di centrosx, la maggior parte proveniamo dal P.C., quindi il nostro alleato naturale è la sinistra di Ingroia, RIVOLUZIONE CIVILE. Il P.D. se vuole il mio voto, deve anche smettere di parlare solo di esodati, che certamente vanno tutti tutelati,ma deve salvaguardare tutte le criticità venutesi a creare con la vergognosa riforma Fornero. La soluzione c’è ,e la sanno anche Bersani e Damiano, ed è la gradualità che applicata per un periodo di tempo di alcuni anni, tutelerà tutti, senza lasciare indietro nessuno. Lasciare andare in pensione con le vecchie regole fino al 2018/ 2020/, recuperando i soldi che anno per anno servono, dalla lotta all’evasione, alla corruzzione dalle spese militari, dalle pensioni d’oro e da una bella patrimoniale. Solo se succederà questo, darò il mio voto al P.D. ESODATO IN MOBILITà ELETTORE DEL P.D. CHE INSODDISFATTO POTREBBE DIVENTARE EX. LA LEGGE E LA GIUSTIZIA SOCIALE DEVE ESSERE UGUALE PER TUTTI !!!!!!!!!!!!!!!!

  6. Voi politici continuate a dare informazioni sbagliate. Gli esodati non sono tutti quelli che sono stati colti dalla riforma delle pensioni in situazione di disoccupazione, ma soltanto quelli che rientrano in determinate categorie ( mobilitati corti e lunghi, prosecutori volontari, esodati veri e propri etc.). Dalle vostre informazioni sembra che quelli usciti dal lavoro ante 2011 siano stati salvaguardati, mentre non è così, poichè saranno salvaguardati soltanto coloro che, compresi tra le categorie protette, rientreranno nel numero degli esentabili stabilito con il primo e il secondo decreto ministeriale di attuazione. Chi non vi rientrerà per superamento del limite numerico, categoria per categoria ( es. mobilitati ordinari:25.590) dovrà sottostare alle normali regole di pensionamento, ossia andare in pensione a 66 anni e passa, mentre con le vecchie regole nel 2012 avrebbero maturato i requisiti delle quote i sessantenni (60+36), i sessantunenni ( 61+35) e coloro che nello stesso anno avrebbero maturato 40 anni di contribuzione. Quindi smettetela di dire che restano da salvare quelli che sono usciti nel 2011. Non è vero. C’è poi da dire che con il secondo decreto sono stati salvati 40.000 mobilitati in base ad accordi governativi e non quelli in mobilità in base ad accordi territoriali, i quali dovrano attendere altro decreto, applicativo della legge di stabilità, che ne ha salvati altri 10.000. I primi rientrano anche nel primo gruppo, che è generico. Era proprio necessario fare queste distinzioni assurde nell’ambito delle stesse categorie ? Vi rendete conto che così andate ad aggiungere iniquità ad una legge già iniqua di per sè ? Questo guazzabuglio si risolve in un solo modo: ripristinare gradualità nella legge e stabilire aumenti graduali e ragionevoli ( mesi, non anni), come la legge non ha fatto, esentando dalle nuove regole almeno coloro che avrebbero maturato i requisiti ( non la decorrenza) nel corso del 2012 ( chi è nato il 1° gennaio 2012 si è visto scippare il diritto da una legge entrata in vigore il 28 dicembre 2011, 4 giorni prima ! Come si fa a cambiare le regole a chi ha compiuto già più del 90% del cammino ? E’ questo l’errore, anche di principio, da riparare. Con l’attuale impostazione sulle salvaguardie ci saranno sempre troppi che resteranno al palo, ma non per sei mesi, un anno, due anni: qui si parla di aumenti minimo di 6 anni. Possibile che non vi entri in testa?

    Federico Salari

  7. Mi pare che Bersani in tema pensioni abbia parlato chiaro.
    Come sostengo da sempre anche io per risolvere il problema degli esodati oltre i 140000 salvaguardati ufficiali(visto che gli altri sono di difficile identificazione e per non ricadere negli errori dei falsi invalidi) basterebbe e senza stravolgere il senso della riforma rendere flessibile l’uscita così come avviene in Europa.
    A mio parere dai 35 ai 40 anni di contributi e dai 60 anni in su si parametrano le pensioni.Chi ha versato più anni prende di più chi ha versato meno anni prende di meno ma entrambe vanno in pensione e si liberano posti di lavoro e non resta senza un reddito.E’ tanto difficile da capire? Monti e berlusconi non ne parlano Bersani si perchè il problema esiste e va risolto

  8. x gianni,
    Bersani sulle pensioni ha solo…bofonchiato su…esodati per 2 anni senza reddito non capendo che,per 2 anni, vi ha già provveduto la DEFICIENTE FORNERO!
    Bersani sulle pensioni e sul lavoro…bofonchia….un po’ di lavoro…un po’ di soldi….un po’ di sanità….ma MOLTE BALLE

  9. Ripeto, gradualità fino al 2018/2020/ per salvaguardare tutti, anno per anno, se no non se ne esce, capito?????????????? amici di sventura faccio un appello al buon senso, scrivetelo tutti che serve dare la gradualità necessaria alla riforma delle pensioni, è iniquo, insufficente, salvaguardare solo la categoria degli esodati, non risolve il problema e crea ulteriori disparità di trattamento tra i lavoratori che un lavoro non ce l’anno e molto probabilmente vista l’età, non lo troveranno più !!!!!! ESODATO METALMECCANICO, FORSE SALVAGUARDATO, MA ALTRUISTA PERCHè I PROBLEMI CREATESI VANNO RISOLTI PER TUTTI, E NON SOLO PER GLI ESODATI PERCHè PORTANO VOTI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Gradualità, Gradualità, Gradualità !!!!!!!

  10. SONO D’ACCORDO CON MENGO , OCCORRE GRADUALITA’ PERCHE SAREI ANDATO IN PENSIONE NEL MARZO 2013….
    INVECE MI TROVO ORA, DOPO UN ANNO DI DISOCCUPAZIONE ORDINARIA E QUINDI 41 ANNI DI CONTRIBUTI …
    SENZA NULLA!!!!!!!!!!!!!!!
    SONO PRECOCE, ULTRACINQUANTENNE, SENZA LAVORO SENZA SOSTEGNO AL REDDITO SENZA PENSIONE,BASTANO QUESTI REQUISITI PER AVERE LA MIA PENSIONE!!!!!!!!!
    ED INVECE SONO FUORI PER 12 SETTIMANE CHI MI TUTELERA’???????????????????????????????????????

  11. Io quoto giovanni2. Bersani ha proprio bofonchiato qualcosa e basta.
    Inoltre credo non sia un caso che abbia tirato in ballo gli F35 e gli esodati, bofonchiando in tutti e due i casi: più sente mancargli il terreno sotto i piedi, e più deve fare ricorso a dire cose di sinistra, ma senza sbilanciarsi troppo, però.

  12. cerchiamo stavolta di scegliere bene…….c’e di mezzo il nostro futuro…..stare dalla parte giusta non significa poi …aggiustare tutto ,,,
    facciamo attenzione …pensiamoci bene….almeno noi in bilico……purtroppo!!!!

  13. avete capito benissimo……

  14. anche perche ..da quando lavoro…mi sono beccato 5/6 modifiche sulle pensioni…….basta cosi stavolta…mettiamo dei paletti …per gli over 50 enni….ok!!!!

  15. Mi sono stancato di elemosinare quello che ci hanno RUBATO. Con la scusa dello spred e del baratro hanno costruito in pochi giorni una ghigliottina, trovato due boia molto volenterosi (fornero/monti) e tranciato di netto le nostre vite. Gli esodati sono il bubbone visibile di un tumore che si ramifica profondamente in decine di metastasi: licenziati ultra 50 enni, contributori volontari, cassa integrati di aziende in crisi vicini alla pensione,ex quota 96, lavoratori pubblici e privati, uomini e donne che dalla classe 1952 in poi costretti ai lavori forzati per 3 – 5 – 7 anni. Un tumore non naturale ma costruito a tavolino da pseudoriformisti e liberisti illuminati ma non disinteressati. Una macelleria sociale solo per far cassa, ottenere il massimo colpendo a morte una relativamente piccola percentuale d’italiani. L’unica riforma fatta è quella delle pensioni, L’IMU già esisteva con L’ICI, il resto è fumo negli occhi. Null’altro è stato sacrificato dalle pensioni d’oro alle province, dai vitalizi alle spese militari, dai rimborsi elettorali ai privilegi dei politici e dei boiardi di stato, dalle banche alla chiesa. Etc. etc. Sono stanco di piatire tentando di scorgere tra la fauna che infesta i talk show politici, una parola di speranza. Ho un sogno, alzare il culo da questa tastiera ed andare a riprendermi “materialmente” quello che mi è stato rubato. Basta…cazzo…dignità!!!

  16. Ciao Paolo 52.
    In maniera meno incavolata la penso come te.
    Elemosinare qualche lavoretto di taglia e cuci, magari per risolvere solo la mia situazione, non mi va.
    Qui è in ballo il fatto che un partito di centro-sinistra non ha fatto il suo dovere ed un sindacato gli è stato troppo incollato, facendo solo finta di bofonchiare numeri magici per qualche settimana…poi zitto.

    Altri fatti :
    – quando si è trattato di raccogliere le firme referendum sul lavoro e su riforma pensionistica, il PD ha fatto l’altezzoso;
    a firme raccolte, un altro pezzo poco democratico di storia nel nostro paese: la crisi sveltina sveltina, troppo sveltina per i miei gusti.E anche su ciò tutti zitti o quasi.

    Ora qualche finta litigatina con la destra vera, quella dei poteri forti.

    A gente così c’è ancora qualcuno che offre fiducia?

  17. State rompendo o’ cazzo . Volete dire se fate o no la gradualita’ nel programma elettorale

  18. Scoppia la bomba di altri 150.000 esodati??!!!
    Vuol dire che sino ad ora hanno fatto carte false per tenerla nascosta o ignorarla!!!!
    Come potevano e/o possono pensare che migliaia di persone finiscano sotto i ponti senza fiatare…..

  19. Bravo Paolo52… il giorno che Damiano e Bersani sosterranno quello che hai scritto, in maniera perfetta, saranno credibili.
    E’ proprio cosi… l’ unica vera riforma fatta è stata quella delle pensioni.
    Ed infatti tutti gli organi d’ informazione e giornalisti servi se ne guardano bene dal parlarne.
    Hai giustamente parlato di dignità:
    la grande assente nella dirigenza PD.
    NESSUN VOTO A CHI HA RUBATO LE PENSIONI!!

  20. Il punto e’ proprio che ci stanno costringendo a elemosinare cio’ che di diritto e’ nostro.
    Provano anche a convincerci che non esiste tale diritto e comunque la manovra e’ stata fatta per risanare il debito pubblico e per equità vs i ns figli..
    Ne’ l’uno e ne’ l’altro.
    Stanno distruggendo lo stato sociale (da noi pagato e sorretto) ed ogni tanto, invece di rosicchiare poco per volta, danno una sciabolata netta cercando di far risparmiare decenni ai loro intenti…..
    Ma non siamo ancora morti e nemmeno abbastanza rincoglioniti da non reclamare quanto ci spetta!!

  21. Basta elemosinare, votiamo tutti Rivoluzione Civile e mandiamoli a casa tutti questi ladri senza dignità !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  22. Tratto dal sito di “Rivoluzione Civile” il 25.01.2013 :
    Bersani e Monti parlano a caso e a sproposito degli esodati. Sono proprio loro che hanno creato il problema. Sul tema controriforma previdenziale Fornero gli esperti siamo noi: tutti i penalizzati, esodati e non, quelli che da un anno vivono sulla loro pelle l’ingiustizia dei diritti calpestati. Persone come me, lasciate senza stipendio e senza pensione. Il Partito democratico, a dicembre 2011, votò la riforma e contribuì a metterci in croce. Poi si scoprì che i 65mila esodati di cui parlava il ministro del Lavoro e delle politiche sociali, Elsa Fornero, in realtà erano 392mila (secondo i dati di una relazione della ragioneria dello Stato dell’ottobre 2012).

    Con tre successive lotterie Fornero si è estesa la salvaguardia solo a 130mila persone, discriminando incostituzionalmente tutti gli altri. L’Inps ci ha poi messo del suo: a più di un anno dal decreto Salva Italia ancora non è concluso il monitoraggio dei primi 65mila. Il presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua, gioca allo scaricabarile. Il Pd ci ha promesso da sempre la montagna, ma ha poi partorito il topolino. Se qualcosa si è mosso è grazie ai nostri comitati: una Rete degli esodati con migliaia di militanti volontari, che dedicano il loro tempo alla lotta. Con i forum internet, i gruppi Fb, le mailing list abbiamo strutturato un movimento difficilmente arrestabile, anche perché il problema è così grosso che non si può mettere sotto un tappeto.

    Trattare solo il tema degli esodati è riduttivo e puramente mediatico. Bisogna anche parlare di non salvaguardati, penalizzati, esclusi, mobilitati, contributori volontari, licenziati. I 260mila esclusi attendono ancora giustizia, senza lavoro o pensione dai 3 ai 7 anni. Moltissimi dei nostri non sanno più come andare avanti. Come possono accontentarsi delle promesse di Bersani e Damiano? Come possono accettare la politica della salvezza col contagocce?

    Il governo ragiona così: “Vorrei garantire i tuoi diritti acquisiti, ma non trovo i soldi, devi avere pazienza, aspetta un po’ di anni…” Le risorse si possono recuperare con una bella patrimoniale, azzerando l’acquisto degli F-35, tassando i capitali scudati in Svizzera, facendo pagare l’Imu anche al Vaticano, tassando i giochi d’azzardo e le pensioni d’oro. La risposta a queste proposte è stata: “Non si può fare, il mercato non capirebbe, l’Europa non vuole e il Papa non approva”.

    Da una anno mi occupo della comunicazione e dei contatti politici del Comitato Autorizzati Contributi Volontari (CACV), uno dei 15 comitati nazionali della Rete degli esodati. La politica ci ha sempre promesso tanto e concesso poco, fino all’incontro con Rivoluzione Civile. Nella sintesi del programma della lista guidata da Antonio Ingroia, molto chiaro in materia previdenziale, si legge: “Vogliamo un tetto massimo per le pensioni d’oro e il cumulo pensionistico. Vogliamo abrogare la controriforma pensionistica della Fornero, eliminando le gravi ingiustizie generate, a partire dalla questione degli esodati”.

    Le riforme del governo Monti, Berlusconi e Bersani sono state una vera e propria macelleria sociale, che ha prodotto centinaia di migliaia di esodati a cui si aggiungono altrettanti invisibili, non salvaguardati da alcuna norma. La voglia di lottare e di vincere per il recupero dei nostri diritti è tanta, ma lo è ancora di più per una Rivoluzione Civile.

    Lido Contemori (Rete degli esodati)

    Candidato alla Camera in Toscana per Rivoluzione Civile

  23. GRADUALITA’ FINO AL 2018-2020 PER FAR DEFLUIRE TUTTO IL DOSCORSO PREVIDENZIALE PERCHE’ STI ESODATI HANNO ROTTO IL CAZZO PERCHE’ PROVENGONO DA ENTI PARASTATALI O LAVORI PRIVILEGIATI STANNO UNO O DUE SCALINI SOTTO LA CASTA COME PRIVILEGI E MOLTI DI LORO SI SONO FATTI ESODARE AD OROLOGIERIA CONCORDANDO CON I LORO CAPI LE USCITE E SECONDO ME ANCORA ADESSO STANNO FACENDO LETTERE FALSE RETRODATATE, OVVIAMENTE CON LA COMPIACENZA DELLE ALTE SFERE INPS E DEI LORO SPORCHI POLITICI DI RIFERIMENTO.
    ECCO PERCHE’ TUTTA LA CASTA PARLA SOLO DI ESODATI NON PER UNA QUESTIONE DI UMANITA’ MA PERCHE’ DEVONO CERCARE DI SALVARLI DAL CAPESTRO FORNERO…E RIPETO HANNO ROTTO IL CAZZO TUTTI !!!
    PERCHE’ DAMIANO E FORNERO NON PARLANO DEI 2.000.000 DI STATALI CHE SAREBBERO DA CACCIARE VIA E PORTEREBBERO IN TRE O QUATTRI ALL’AZZERAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO ?
    AUGURO A TUTTI GLI ESODATI E AI PENSIONATI PRIVILEGIATI CHE LO STATO ITALIANO FALLISCA E CHE NION CI SIANO PIU’ I SOLDI PER PAGARE LE LORO PENSIONI RUBATE !!! NON VOGLIO FARE DI TUTTA UN’ERBA UN FASCIO MA IL 50% DI QUESTI ESODATI E PENSIONATI INGORDI SONO FASULLI !!!
    AUGURO AL PD DI ESSERE DECINMATO CON LO SCANDALO MPS E DI VEDERSI NUOVAMENTA ALLE ELEZIONI SUPERATI DAL CENTRO-DESTRA, PERCHE’ SIA IL PD CHE MONTI HANNO GIOCATO SPORCO CON TUTTI COMPRESO IL CENTRO-DESTRA ED ECCO QUELLO CHE GLI SUCCEDE POCO PRIMA DELLE ELEZIONI LO SCANDALO MPS CHE LI FARA’ AFFONDARE TUTTI QUANTI…IN FONDO ANCHE MONTI E IL PD CON LE QUOTE LATTE SI PUO’ IPOTIZZARE CHE QUALCHE SETTIMANA FA HANNO FATTO LA STESSA COSA CON LA LEGA…. CHI DI SPADA FERISCE DI SPADA PERISCE…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...