Lavoro: da Lista Monti molti annunci ma poca sostanza

Lavoro_Giovani_CodaR400Abbiamo visto oggi sui quotidiani le proposte della lista Monti sul mercato del lavoro: tanti annunci ma poca sostanza. Si tratta delle vecchie ricette di Ichino riverniciate per l’occasione. Si ripropone il contratto unico a tempo indeterminato gia’ bocciato a suo tempo da sindacati e Confindustria: vorremmo sapere cosa ne pensa Alberto Bombassei, oggi compagno di partito di Pietro Ichino.
Promettere ai giovani un contratto a tempo indeterminato con una clausola, non chiarita, di licenziabilita’ in ogni momento anche per motivi economici, e’ semplicemente un imbroglio. Noi riteniamo invece che, dopo un periodo di prova con una buona flessibilita’ (ad esempio utilizzando in modo prevalente il contratto di apprendistato) le persone debbano essere stabilizzate attraverso uno sconto strutturale sul costo del lavoro alle imprese o con un credito di imposta. In questo modo i giovani potranno godere degli stessi diritti delle vecchie generazioni, altrimenti la promessa di Monti di superare il cosiddetto apartheid di cui soffrirebbero i giovani, verrebbe smentita addirittura dal consolidamento di due mercati del lavoro separati, infatti le nuove regole varrebbero soltanto per i nuovi assunti. Una grande contraddizione. Infine, come fa Ichino a sostenere che l’articolo 18 riformulato, grazie all’azione del PD rispetto alla prima versione del ministro Fornero, sia condivisibile se poi propone che si possa licenziare anche per motivi economici con un semplice risarcimento? Forse e’ giunto il momento che la lista Monti si chiarisca le idee sulle proposte che riguardano il mercato del lavoro. Capiamo che la proposta appena formulata sia stata depotenziata con l’idea, alquanto peregrina, della sperimentazione regionale. Si vogliono nuovamente creare le gabbie salariali oppure avere venti mercati del lavoro differenziati? Un grande pasticcio, che si completa con un’affermazione per noi preoccupante: che si voglia cancellare lo Statuto dei lavoratori. Noi siamo nettamente contrari perche’ riteniamo che il mondo del lavoro abbia gia’ pagato prezzi alti e adesso si tratta di indirizzare la nostra attenzione verso chi non ha mai pagato e ci ha condotti in questa situazione: mercati finanziari e transazioni speculative.

Annunci

31 Risposte

  1. Damiano, non giocate sporco con noi, non pensare che quando vedi i commenti pensi che siamo solo una manciata di poveri coglioni che se anche abbiamo capito tutto siamo in pochi… non sottovalutare il dissenso perchè guarda che quelli che non scrivono sono molti che vi hanno capito e sanno bene dove orientare il voto…molti non scrivono e non parlano ma pensano e sanno bene che razza di gente siete..
    E allora con questa cazzata delle pensioni fai un piccolo calcolo :
    1000 commenti ? ecco moltiplicali almeno per 2000 e poi fatti aiutare da fornero e monti, i professori ,a fare i conti… a csa mia sono 2.000.000 DI VOTI IN MENO CHE NON AVRETE…
    Adesso vedi tu cosa dovete fare se fare usare il vostro carrozzone da monti per farsi accompagnare al governo, oppure fare spingere il vostro carrozzone di partito da noi per farvi rimanere a lungo la sopra…perchè prevedo che optate per la prima scelta non durerete più di tre mesi al governo e i succhiarote mangiapane a tradimento di casini e fini che non fanno un cazzo di niente prenderanno il vostro posto, ma non crediate che una volta buttati fuori avrete poi vita facile perchè poi fuori vi aspettiamo noi con frutta e verdura in mano…

  2. Caro On.
    Ormai giorno dopo giorno,state per perdere queste elezioni,il trend e in discesa,chi gioca col fuoco…niente voto a chi ha permesso la macelleria sociale

  3. Ma ci siete o ci fate? Le idee di Monti sono chiarissime e le ha ribadite in tutte le salse: ridimensionamento dello stato sociale, a partire dalle pensioni per passare alla sanità. Quindi passaggio graduale a forme assicurative private (guarda caso la Fornero è un’esperta di pensioni integrative e lavora per una banca), mercato del lavoro senza regole, ammortizzatori sociali ridotti al minimo. Insomma, i cittadini dovranno pagare le tasse per sostenere gli sprechi della politica e basta. Il resto se lo pagano, se possono, altrimenti si arrangino. E voi siete diventati i suoi complici.

  4. Lavoro: da Lista Monti molti annunci ma poca sostanza: esattamente come la lista del PD!

    Berlusconi ha annunciato che, se andrà al governo, restituirà lìIMU del 2012!

  5. Bersani ha detto che questo, per lui, sarà l’ultimo giro, e poi si ritirerà: e tutti gli esodati che ha messo in mezzo alla strada, chi li salvaguarderà più?
    E meno male che Bersani era quello serio, onesto e responsabilie!
    Quello per il quale con l’onestà si poteva dormire sereni la notte, e ci si poteva guradare in faccia allo specchio!
    Figuriamoci gli altri, cosa saranno mai!

  6. […] Lavoro: da Lista Monti molti annunci ma poca sostanza « Cesare Damiano. […]

  7. Lista Monti ….molti annunci ma poca sostanza..
    Invece il …PD

  8. Elson Carefading, in domenica, 3 febbraio 2013 alle 20:05 ha detto:

    b
    Berlusconi ha annunciato che, se andrà al governo, restituirà lìIMU del 2012!
    *******************************

    vabbè elson,
    se tu ti bevi queste stronzate…
    ti meriti altri 5 anni di mummia cinese eh…

  9. Io…odio Monti,ma l’unica tassa giusta e veramente europea è stata l’introduzione dell’IMU.
    Tutto il resto,Riforma delle Pensioni e Riforma del Lavoro in primis,sono da rifare di sana pianta!

  10. Rilanciare la previdenza integrativa, soprattutto per i giovani, prevedendo anche forme gestite dall’INPS, anche facendo leva su una parziale decontribuzione dell’aliquota per la pensione obbligatoria.
    Tradotto: di fai la pensione integrativa mentre ti riduco quella obbligatoria.
    Non ci sono parole.
    Piero

  11. On. Damiano lei dice:
    “Noi siamo nettamente contrari perche’ riteniamo che il mondo del lavoro abbia gia’ pagato prezzi alti”.
    Personalmente non mi sono ancora rassegnato a sopportare gli effetti della manovra sulle pensioni….
    Forse voi pensate che noi ci siamo gia’ abituati all’idea, ma non e’ cosi’..
    Dovete riparare al danno……

  12. Io ancora non mi sono rassegnato a mandar giù lo scalone Prodi-Damiano!

    —-

    Avete visto “Presa Diretta”, ieri sera, sugli F35? Da paura!
    Un Tizio dall’aria molto competente spiegava che si guidano con un casco sulla visiera del quale viene proiettato tutto, anche la strumentazione di bordo. Un casco che costa 2 milioni di dollari. Un casco che, se si rompe, l’aereo non è più governabile! Ha detto il Tizio che le viste sul casco, comprese le viste esterne, arrivano al pilota con un ritardo di 1/8 di secondo rispetto al mondo reale: non ci puoi giocare nemmeno a tennis con un aggiornamento di un ottavo di secondo in ritardo, figuriamoci combatterci in volo! La cosa dipenderebbe anche dal sw, in via ancora di sviluppo, che si comporrebbe di 9 MILIONI di righe di codice, contro il milione e 700.000 righe di altri aerei… e non le hanno ancora scritte tutte! 9 MILIONI di righe di codice sono, ad oggi, assolutamente ingestibili. Questo vuol dire non solo che il sistema è intrinsecamente inaffidabile, ma che obbligherà a continui aggiornamenti per risolvere tutti i problemi che darà nel tempo.
    Costavano 62 MILIONI di dollari l’uno, ora costano 137, e senza considerare i costi di esercizio e di manutenzione.

    “Abbiamo deciso…” ma chi? Ma quando? Ma dove? Ma perché? …di comprarne 90! “Gli impegni dell’Italia…”… ma quali “impegni dell’Italia”? IO, sono l’Italia! NOI che scriviamo su questo blog, siamo l’Italia! Quando mai ci siamo impegnati ad acquistarli, quegli aerei?

    Canada, Australia, Turchia ed Olanda hanno deciso di NON comprarli, perché costano troppo ed hanno enormi problemi tecnici: noi invece, con le pezze al culo, ne compreremo addirittura 90!
    NON ricostruiscono le case ai terremotati, non restituiscono le pensioni ai lavoratori, vedrete che rincari arriveranno nella Sanità appena passate le elezioni, ma acquistano questi catorci a peso d’oro!

    Un aereo che, compresi i costi di manutenzione, costerà 700 MILIONI di dollari l’uno!
    Un aereo che per la sua inaffidabilità potrà volare al massimo 15 ore a settimana, contro le 35 possibili con altri aerei, passando il resto del tempo a fare manutenzione e revisione. “Acquistare questi aerei sarà per voi”, dice il Tizio dall’aria molto preparata e competente, “come un cappio al collo per i prossimi 20 anni! Una macchina succhia soldi, come un’emorragia!”.

    Poi il programma segue andando a vedere i benefici in termini di occupazione: praticamente nulli!
    Allora, “Cui prodest?”: secondo un Parlamentare dell’IDV, alla Finmeccanica… ma si parla anche di lobby degli armamenti!

    Tra i leader intervistati sull’argomento, a mio avviso, Bersani ci ha rifatto un’altra volta la figura di quello che non è né carne e né pesce. Con il suo solito biascicare frasi a mezza bocca, rispondere alle domande con altre domande, e lasciare frasi a metà, praticamente come sulle pensioni: vuol mettere a credere una cosa, per poi farne un’altra.

    Si vedono degli operai che lavorano all’assemblaggio delle ali, e mi pare si specifichi siano dipendenti dell’Alenia. Altri ne dovranno essere impiegati per l’assemblaggio dei nostri aerei: ma i curricula, per proporsi per un0assunzione, a chi si dovono mandare?

    —-

    @Adelmo: la frase sull’IMU di Berlusconi l’aveva buttata là proprio per averci un assist. Il tuo può andare, ma speravo di meglio: io non ci credo che Berlusconi restituirà l’IMU, oppure la potrà anche restituire, ma non “aggratis”, ma tu, per contro, però, non credere che Damiano e Bersani ci restituiranno le pensioni, per favore.

    Ci avete fatto caso che l’IMU sulla prima casa a reso 4 MILIARDI di euro, giusti giusti quelli destinati al MPS, e che le nostre pensioni rubate frutteranno 20 MLD l’anno, giusti giusti quelli che occorrono per acquistare gli F35?

    Link del programma… da vedere!
    http://www.presadiretta.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-03052556-4a49-4a6d-8249-7c59169b8890.html#p=0

  13. Lavoro, l’Italia invecchia in fretta:
    “cancellati” 2,8 milioni di under 24
    Il nostro Paese ha il record in Europa per la minore presenza di giovani tra i 15 e i 24 anni: sono diminuiti del 32% in venti anni. Il 73% di questa fascia di popolazione, secondo una ricerca di Datagiovani, è fuori dal mercato del lavoro .

    http://www.repubblica.it/economia/2013/02/03/news/lavoro_l_italia_invecchia_in_fretta_cancellati_2_8_milioni_di_under_24-51867813/?ref=HREC1-6

    **********************************************************
    eppoi vogliono tenere bloccati per altri 5-6-7- anni i lavoratori anziani sul posto di lavoro ???
    ma questi son pazzi !!!

    che si ripristini subito lo stato dell’arte che c’era prima della macelleria sociale di quella pazza disgraziata della Fornero.

    alla svelta,prima che questa bomba sociale non sfoci in una rivolta di popolo.

  14. Elson Carefading, in lunedì, 4 febbraio 2013 alle 7:28 ha detto:

    @Adelmo: .

    Ci avete fatto caso che l’IMU sulla prima casa a reso 4 MILIARDI di euro, giusti giusti quelli destinati al MPS,

    *********************************

    Elson,
    quello è un prestito,
    NON un finanziamento a fondo perduto…
    riesci a cogliere la differenza ???

  15. @elson
    secondo te, essendo stato licenziato a gennaio 2013 con 59 anni e
    9 mesi di eta e con trentasette anni e 4 mesi di contributi interamente
    versati, in quale categoria rientro:
    posso essere considerato esodato ? o altro ancora,
    o debba ritenermi truffato poichè già dovevo andare in pensione
    nel 2010 con 35 e 57?.
    Come arrivero sino al 2020 senza stipendio senza pensione senza nessuna protezione:
    Inoltre non avendo soldi per curarmi COME ARRIVERò AL 2020
    e se ci arrivo disteso che fine faranno i contributi che io ho versato
    per trentasette anni

    qualcuno mi sa dire come sara il mio futuro,
    Visto che in non riesco a vederlo.

  16. con la storia del imu…la riforma della maledetta e’ passata …in 2°3°4° piano……ultimo mese di mobilita’ …poi il buio

  17. Nel dicembre 2011 un giornalista attento scrisse che Bersani, non decidendo di andare subito al voto, aveva perso il treno pe diventare Presidente del Consiglio dei Ministri… Oggi, pur nella mia modestia, mi permetto di affermare che perderà il secondo treno se non dirà chiaramente di voler intervenire sulla VERGOGNOSA riforma delle pensioni correggendone gli errori madonarli in essa contenuta.
    Tutto il resto sono chiacchiere!
    Dipedente pubblico ex quota 96, ex elettore PD

  18. Pensioni:
    nei programmi più flessibilità.

    http://cesaredamiano.files.wordpress.com/2013/02/ilsole24ore_pensioni-nei-programmi-piu-flessibilita.pdf

    ***********************************************************

    caro onorevole,proposta fumosa e non soddisfacente.
    l’età è ancora troppo alta.
    tanti lavoratori raggiungono i 40 anni di contribuzione a 56-58 anni di età e non possono aspettare fino a 62.

    la contribuzione “volontaria” è poi l’ennesima stronzata tesa a privatizzare la previdenza pubbblica.

    tanto vale che i contributi che adesso versano i lavoratori vengano dati a loro direttamente in busta ogni mese ,almeno quelli sono soldi sicuri e non accantonamenti che verranno SICURAMENTE taglieggiati in futuro dalla macellaia di turno.

    caro onorevole,
    o scrive delle cose serie…o meglio che lei non scriva affatto:

    in questo modo fa solo incaxxare la gente che legge.

    ci pensi…

  19. Ecco i risultati del governo Monti !!!

    Siamo stati inchiappettati per ottenere questo!!

    PIL: -2%. Peggior risultato di sempre (cs e cx si erano limitati a fare un -1%);
    TASSO DISOCCUPAZIONE: +1,5%. Peggior risultato di sempre (cs e cx si limitavano al -0,1%);
    DEBITO PUBBLICO: +0.2%. Peggior risultato degli ultimi 5 anni. (cs e cx avevano ristretto la forbice dello 0.9% annuo)
    INFLAZIONE: +0.5%. Peggior risultato degli ultimi 5 anni. (con cs e cx dal 2005 avevamo meno inflazione rispetto alla media UE27);
    PRODUZIONE INDUSTRIALE: -5.3%. Peggior risultato ultimi 15 anni ((cs e cx si limitavano a un -1,7%)
    DEFICIT PUBBLICO: -0,4% (ultimo gov Berlusconi, eravamo più virtuosi addirittura per l’1,4%)

    Nessun voto a chi ha sostenuto Monti e ha RUBATO le pensioni!!!

  20. Diciamoglielo a Monti,che gli italiani si sono rotti i coglioni , che la sua riforma delle pensioni non ci garba nemmeno un po’ e tantomeno lui !!!!! Visto che continua a dire che gli italiani hanno capito che era necessaria, che non hanno protestato , che non sono state fatte ore di sciopero come in grecia o in Spagna. NON CI GARBA !!!!!!!!!!!!!!!!!
    LA RIFORMA DELLE PENSIONI NON CI GARBA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ALMENO ABBIA IL BUON GUSTO DI STARE ZITTO!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!!!

  21. Reblogged this on CIRCOLO PD VALDENGO.

  22. Votiamo tutti RIVOLUZIONE CIVLE o M5S, E TUTTA LA FECCIA CHE CI TIENE SOTTO DITTATURA, MANDIAMOLI A CASA, POI INDICIAMO UN REFERENDUM PER ABROGARE OLTRE ALLA RIFORMA DELLE PENSIONI, I VITALIZI,GLI STIPENDI DEI PARLAMENTARI, TREMILA EURO LORDI AL MESE SONO PIù CHE SUFFICENTI, IDEM PENSIONI E UN TETTO MASSIMO PER LE PENSIONI D’ORO DI 5000 EURO LORDI MENSILI. COMINCIAMO A EQUIPARARE LE DISTANZE , I SACRIFICI, FACCIAMOLI FARE A CHI NON LI HA FATTI MAI, PER FAVORE PRENDIAMOLO COME ABITUDINE. IL MONDO NON PUò CONTINUARE A GIRARE A FAVORE DEI FURBETTI. ( A PROPOSITO, SMETTIAMO DI SUPPLICARE IL P.D. , CON RICHIESTE DI VARIO TIPO,NOI ELETTORI NON DOBBIAMO CHIEDERE TUTELE, CE LE DEVONO. CAPITO ?????????????????????????

  23. Dall’articolo del Sole 24 ore :
    http://cesaredamiano.files.wordpress.com/2013/02/ilsole24ore_pensioni-nei-programmi-piu-flessibilita.pdf
    che parla di rendere più flessibile l’età di pensionamento, anche se dice tutto e niente, e dice sopratutto cose scontate e troppo tiepide sulla riforma della demente, c’è però da registrare il punto che comunque di revisione della riforma fornero si dovrà parlare per forza.
    Questo articolo ci dice solo che nella diga ferrea eretta da quei fasulli di ministri tecnici si stà aprendo una piccola crepa… e tutti sappiamo come vanno a finirel e crepe delle dighe… sicuramente nell’articolo è tipeida la cosa ma poi piano piano su spinte sempre più forti di tutti gli altir partiti che entreranno in parlamento saranno ancor più forti…
    Aspettiamo…

  24. ….dimenticavo… vedrete che saranno costretti a ripristinare i 40-41 anni di contrbuzione, perchè non sono gestibili a livello giuridico ed economico ( prendiamo ad esempio un precoce che a cominciato a 14 anni e deve andare in pensione a 62 anni come vuole la demente, praticamente deve fare 48 anni di conributi !!! ) a livello giuridico perchè è ampiamente dimostrato che non si può obbligare nussuno a lavorare quasi più anni di quelli che ha vissuto…oltre all’usura fiscia e psichica ( vedrete le cause che si beccherà lo stato per tale motivo..un pò come la storia dell’amianto… passeranno anni ,ma poi lo stato per sta cazzata della fornero pagherà salato il conto…) dau n punto di vista economico per le casse INPS e dei giovani lavoratori che dovranno pagare più pensione 7-8 anni in più ai lavoratori precoci e guardate che sono belle somme perchè comunque vanno in pensione sufficientemete giovani a 62 anni e potranno vivere almeno pe altri 20 anni…
    Loro damiano, bersani, cazzola, monti, inchino lo sano bene questo, però non lo dicono troppo disonesti per farlo, ma vedrete che dentro c’è fassina e queste cose le dovrà tirare fuori…

  25. @adelmo, un prestito che il MPS potrà restituire anche sotto forma di prodotti finanziari? E tu, la differenza, la riesci a cogliere? Comprare il MPS a nome di tutti noi, senza chiederci cosa potremmo mai pensarne, ti pare condivisibile? Un prestito al 9%: come lo recupererà, quel 9% di interessi, il MPS, se non rivalendosi in qualche modo sui risparmiatori ovvero una volta ancora i soliti “noi”?

  26. Tanti auspicano, di entrare nella proprieta’di MPS per non regalare quanto Monti ha decretato , il rischio e’ che dovremo pagare a vita tutti i debiti che matureranno prossimamente con i derivati..
    Era meglio starne totalmente fuori anche perche’ la crisi MPS e’ stata creata a tavolino per far successivamente subentrare lo stato (noi) nei debiti, come e’ successo ad Alitalia e tante altre che non conosciamo e non conosceremo.
    Quindi degli accordi che Monti sta prendendo con MPS non sappiamo nulla e non e’ detto che ci stia incastrando in un meccanismo che ci costringera’ a pagare molto di piu’ per molto piu’ tempo.

    Per gli F35 abbiamo capito che dovremo sborsare 20Mld per 20 anni, la coincidenza e’ mostrosuamente perfetta con il ricavato dalla riforma pensioni….come i 4 Mld ricavati dall’IMU per MPS.
    Bene le elezioni sono dietro l’angolo e non per forza dovremo accettare le porcate organizzate dalla politica e le manovre per sorreggerle.
    E’ la ns occasione!!!!!!!!!!!!!!!!!

  27. io ho deciso…voto M5S…e tutti a casa….questi non si meritano niente…

  28. Amici votiamo tutti RIVOLUZIONE CIVILE O M5S , INGROIA E GRILLO, SONO GLI UNICI CHE DICONO CHE RIVEDRANNO LA RIFORMA DELLE PENSIONI. ( LA RIFORMA CHE INTERESSA DI PIù AGLI ITALIANI, è AL PUNTO 1 COME PRIORITà, NON L’HA ACCETTATA NESSUNO) . DAMIANO ,LA FLESSIBILITà CHE CI HAI INDICATO NEL TUO ARTICOLO, SULLA RIFORMA PENSIONI, COSA è UNA PRESA PER IL CULO? SAI DOVE TE LA DEVI METTERE QUEL TIPO DI FLESSIBILITà? CHI VUOL CAPIRE, CAPISCE. (A.B.C.) VI MANDEREMO TUTTI A CASA, LADRI !!!!!!!!!!!

  29. Io non posso non quotare Leo56!

    Il MPS potrà restituire quei soldi prestati cedendo proprie azioni.
    A parte che in un Paese democratico, almeno per come lo immaginerei io, prima di prestare dei soldi ad una banca, trattandosi anche di soldi miei, vorrei quanto meno poter dire la mia… ma andiamo avanti: se il MPS restituirà azioni, questo, cosa significherà?
    Significherà che lo Stato diventerà proprietario, in tutto o in parte, appunto del MPS: giusto?
    E siccome lo Stato, poi, in ultima analisi, sono io, o sono anche io, insieme ad altri milioni di italiani, in pratica io diverrei proprietario di un pezzettino del MPS! In pratica io diverrei un piccolo banchiere!
    Ora, a parte credere a Babbo Natale e la Befana, o alle promesse di Berlusconi o alla 5103 di Damiano, ma ci posso credere, io, che ad un certo punto sarei diventato un piccolo banchiere?
    E no! Non ci posso credere!
    In una sola, unica, assoluta circostanza io potrò diventare proprietario di una banca: quando diventarlo corrispondere a prenderci una sonorissima fregatura!
    Non si scappa!
    Se la banca la danno a me, vuol dire che tenerla non conviene più!
    Fin quando se la tengono loro, vuol dire che rende: quando la cedono a me, vuol dire che c’è da pagare!
    Ripeto: non si scappa!

  30. Se conveniva dare quei 4 MILIARDI al MPS, le altre banche avrebbero fatto la ressa, per erogarli! Ci sarebbero state le scalate, le cordate, le ammucchiate anche dall’estero! O no?

  31. Quasi 40anni di contribuzione, abbiamo dato la gioventù al lavoro e i contributi per mantenere i parassiti li abbiamo sempre pagati ,adesso per colpa di una irresponsabile e di quanti hanno sostenuto o accettato la riforma compresi il PD e i sindacati (non dimentichiamoci di questi,ci sono anche loro che paghiamo e manteniamo con le iscrizioni e trattenute mensili in busta paga) i 40 anni non bastano più e a 58 / 59 anni si e’ troppo giovani per la pensione.
    Calcoliamo che ogni anno che passa aumentano anche i rischi sul lavoro e sul tragitto casa-lavoro:alzarsi presto la mattina e correre in mezzo al traffico caotico,i corsi di aggiornamento e nuove responsabilità ,compararsi con i giovani assunti ,ci sono gli acciacchi dell’età’, e infine la rabbia,la fatica che si fa di più perche’ non si può dire che una persona a 60 anni e’ più energica e scattante di una di 30 anni,specie nelle emergenze sanitarie,o salire su una impalcatura,o un turno di notte,infine c’e’ la demoralizzazione , la depressione associata a rabbia di non poter capire una volta per tutte quando sarà il momento di raggiungere la meta della pensione che da venti anni ogni nuovo governo ci sposta sempre più in là, facendocela sparire, come fosse un miraggio, man mano che ci avviciniamo. Basta inserite nel programma la gradualizzazione della riforma previdenziale per tutti, non esistono solo gli esodati.!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...