Lavoro: proposte Monti? Sbagliata balcanizzazione dei modelli contrattuali

lavoroCi fa piacere che finalmente Ichino si preoccupi di garantire la rappresentanza sindacale nei luoghi di lavoro anche ai sindacati nazionalmente rappresentativi non firmatari degli accordi applicati a livello aziendale. Noi siamo d’accordo e vorremmo sommessamente ricordare che il Pd, nel corso di questa legislatura, ha già presentato una proposta di legge che ha l’obiettivo di correggere l’articolo 19 dello statuto dei lavoratori, che affronta il tema della rappresentanza nei luoghi di lavoro, riportandolo alla formula originaria ante referendum del 1995. Quello che Ichino e Monti spacciano per una grande novità è, in realtà, una nostra proposta alla quale non si è finora prestato ascolto. Ben vengano le conversioni in corso d’opera. Per quanto riguarda l’insieme delle proposte di Monti sul mercato del lavoro aspettiamo di vedere il testo definitivo ma ribadiamo che non ci sembra percorribile la strada della sperimentazione a livello regionale perché si creerebbe il rischio di una balcanizzazione dei modelli contrattuali. Inoltre, noi vogliamo cancellare l’articolo 8 del dl 138 di Sacconi che introduce la possibilità di derogare a livello aziendale leggi e contratti: la nostra scelta, invece, è quella di far riferimento all’impianto di regole definito unitariamente da Cgil, Cisl, Uil e Confindustria nel giugno 2011 e di prevedere l’attivazione di un tavolo di concertazione con i sindacati che rappresentano il lavoro e l’impresa per definire le correzioni alla riforma Fornero.

Annunci

37 Risposte

  1. E per la balcanizzazione del sistema pensionistico, oltre alla Fornero, chi dobbiamo ringraziare ?

  2. Bravo Francesco1!!!

  3. Ecco un altro articolo su Monti e su Ichino! Ma perché non ne fa uno su Grillo, su cosa intenderebbe fare la Lega oppure Ingroia?
    Sarà mica perché con Monti e Ichino si convolerà a liete nozze, che se ne parla tanto?
    Ci voglio persuadere che con Monti e con Ichino, tutto sommato, con un po’ di volontà, le cose insieme ci si possono fare!
    Era proprio vero! Aveva proprio ragione chi diceva che dare il voto al PD equivaleva dare il voto a Monti, Ichino, Casini e Fini!
    Dio, o il cielo, ce ne scampi!

    Nessun voto a chi ha rubato le pensioni, e soprattutto nessun voto per il Senato al PD!

  4. IL PD DEVE SPARIRE DALLA FACCIA DELLA TERRA!!!!

    P.S. A proposito di sindacato…. esiste ancora? CONIGLI

  5. Se non lo ha fatto finora , perchè pensate voglia farlo da ora in avanti !!!! Il PD non ha nessuna intenzione di abrogare o rivedere in modo sostanziale la Riforma Fornero . Smettiamola di sognare , concentriamoci su chi ha esposto con chiarezza nel proprio programma la volontà di abrogare la Riforma Fornero : Rivoluzione Civile !! Di seguito l’estratto del programma di R.C. dove si tratta
    l’argomento :

    “Per l’uguaglianza e i diritti sociali” :
    Vogliamo eliminare l’IMU sulla prima casa, estenderla agli immobili commerciali della chiesa e delle fondazioni bancarie, istituire una patrimoniale sulle grandi ricchezze. Vogliamo colpire l’evasione e alleggerire la pressione fiscale nei confronti dei redditi medio-bassi. Vogliamo rafforzare il sistema sanitario pubblico e universale ed un piano per la non-autosufficienza. Vogliamo il diritto alla casa e il recupero del patrimonio edilizio esistente. Vogliamo un tetto massimo per le pensioni d’oro e il cumulo pensionistico. Vogliamo abrogare la controriforma pensionistica della Fornero, eliminando le gravi ingiustizie generate, a partire dalla questione degli “esodati”;

    Franco ex elettore PD

  6. Caro Sig. Damiano, anche lei come credo altri suoi colleghi della politica, un tempo sara’ stato una degna persona, ora di fronte a queste ingiustizie enormi che mettono allo sbando centinaia di migliaia di famiglie ONESTE che vedono uno o piu’ familiari messi alla gogna con la infame riforma delle pensioni che la spostano anche di 6/7 anni trovandosi a 55/60 senza lavoro e sussidi e con 34/35/38 anni di lavoro, lei dovrebbe dimetteresi se vuole avere la coscienza a posto. Come fate voi del pd tradire in questo modo? Godete di stipendi vergognosi e fra i piu’ alti al mondo, avete privilegi inauditi che gridano vendetta come la pensione (elevatissima) dopo pochissimi anni, votate tutto questo e ora fate finta di litigare con monti che ha prodotto poverta’ assoluta, si monti e chi l’ha votato lasciando perdere il povero berlusconi capace solo di dire c… E difendere se stesso e lasciando anche perdere la lega che ha dimostrato di tradire profondamente i suoi elettori. Come fa Sig. Damiano a preferire i caccia bombardieri e le abnormi spese militari mentre una generazione di gente onesta viene distrutta? Si, distrutta perche’ a 50 anni e oltre, non si trova piu’ lavoro Lo SAPETE TUTTI e la pensione e’ irraggiungibile dopo una vita di lavoro Onesto. Mi chiedo come faccia a stare con questi infami e mi chiedo come il popolo italiano possa votare una di queste tre coalizioni (pd-pdl-monti). Non siamo piu’ ad un livello solo di tristezza nel constatare questo ma siamo in una situazione drammatica e profondamente ingiusta, ci state RUBANDO i nostri diritti e i moltissi soldi gia’ versati. Ci fosse la possibilita’ mi farei ridare i contributi versati e me ne andrei per sempre via da questa sudicia italia, firmando di non tornarci mai piu’,venderei la mia cittadinanza perche’ essere rappresentato dai vari napolitano (profonda delusione), berlusconi, la russa, casini, fini, monti, fornero, bersani,dalema… e’ troppo umiliante. Credo che un giorno pagherete per tutto il male fatto.

  7. “MACISTE, martedì, 29 gennaio 2013 alle 20:03 ha detto:
    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/cari-leader-parlate-agli-esodati/2199255

    ragazzi lasciate commenti anche sull’espresso”

    Con tutto il rispetto per questo blog ,che ha soltanto 1,228,221 hits (visitors in grandissima parte ripetuti..) e dove mi pare allignano in gran parte avversari politici, nessuno ha seguito il mio alert di ieri sera, per raggiungere una platea enormemente più grande da sensibilizzare,che forse può dare maggiore risalto alla causa degli esodati non salvaguardati, e che rischiano di rimanere tali e quali.

    Dalle mie parti, per rendere l’idea,di fatti di questo tipo si usa dire:
    CONTINUARE A FARSI LA PIPI’ SULLA PUNTA DELLE PROPRIE SCARPE…

  8. La Fornero era un mero esecutore di Riforme scritte da altri!
    E’ dimostrato dal fatto che, ormai uscita dal Governo, ha confessato,da DEMENTE quale è,che non sa se le sue riforme potranno funzionare!
    Le riforme sono state scritte dal PD e,in primis,da Damiano e dalla CGIL.
    Damiano,essendo stato considerato un esperto per la sua militanza nella CGIL e per la sua posizione di ex Ministro del Lavoro,aveva,con la CGIL,perorato la causa della sua ..compaesana Fornero,da lui conosciuta da 50 anni,nella scelta di Ministro a scapito di Dell’Aringa!
    Questo percorso è dimostrato dal fatto che la CGIL non ha mai(dico mai!)preso posizione sulla Riforma Pensioni ed anche ora parla solo di esodati…cioè per la maggior parte di alvoratori che hanno ricevuto un esodo INCENTIVATO per il loro esodo.
    Esodo incentivato che veniva dato in un tavolo concertativo tra dipendente,datore di lavoro e sindacalista con somme …che variavano a seconda della capacità personale di ottenerle e..quindi….trattabili (…mi sembra chiaro cosa è successo!)
    Che la situazione sfuggisse di mano e che i numeri successivi abbiano dimostrato la sottovalutazione della questione,dimostra solo che in alto noi abbiamo a dirigerci dei FESSI!
    Non solo Fornero,ma Camusso,incapace di ogni idea sindacale!,Damiano,Ministro inetto e parlamentare grigio e asservito,per andare in tutti i posti di vertice del potere italiano!
    Passera,Profumo,Fornero,tutti cattedratici per la maggior parte FESSI aggirati da emeriti sconosciuti,Mussari,Pallenzona,ex camionisti,Geronzi,ragionieri alla Scuola Elettra e consimili!
    L’Europa dei capaci ha puntato sugli incapaci ed ha scelto alcuni colletti bianchi che,magari non rubano,ma presuntuosi e che pensano alle medaglie.
    Il capofila di questi Gonzi è Monti,un vero BABBEO con manie di grandezza e fuori dalla realtà(sembra il marito ideale della Fornero!)e,quindi,la Merkel e l’Europa tutta lo vuole al Governo perchè il più fesso di tutti al quale possono fare il gioco delle tre carte dalla mattina alla sera fino a quando non fa fallire l’Italia!
    Ci aspettano grossi guai,perchè gli italiani,dopo aver conosciuto il DELINQUENTE Berlusconi,non vedono l’ora di votare UN DELINQUENTE in colletto bianoc come Monti l’espressione della MAFIA ECONOMICA,la più pericolosa e ben più cinica dei Casalesi e della ‘Ndrangheta!
    L’unico voto che abbia un senso oggi è il M5stelle o Rivoluzione Civile!
    Io voterò Rivoluzione Civile.

  9. X DAMIANO E IL PD

    Visto che bello scherezzo che vi ha fatto il vostro Monti con MPS inboccato dal vostro Inchino ?
    Visto come vi ha fatto perdere voti e probabilmente le elezioni a manco un mese dal voto ?
    Visto come è riuscito con MPS ha far confluire un pò ei vostri voti al suo partitello ed ha piegarvi ( o meglio farvi trovare la scusa dopo il voto per allearvi con lui..) )
    Visto come siete stati bravi a dargli il vostro fondo schiena sulle pensioni, sull’imu e qunt’altre porcherie sono state fatte su di noi ?
    Visto come finiranon in galera molta della vostra nomenclatura prima e dopo le elezioni sostituendovi con Renzi e company in modo che quando sarà al governo ci sarà altra gente nel PD ?
    vISTO DAMIANO ?
    Ecco tra poco non le vedrete più le vostre poltrone ?

  10. oggi mi sono recato presso un patronato per informazioni su perdita lavoro al 31 gennaio 2013.
    alla domanda.: per quanto tempo mi spetta indennita disoccupazione
    mi rispondono che mi spetta per un anno.
    Se vado a leggere i siti competenti su queste cose rilevo che dal primo gennaio 2013 ai licenziati con 59 anni di età SPETTANO
    18 mesi si disoccupazione e succissiva iscrizione nelle liste di mobilità.
    Il patronato a tutte le mie domande ha tagliato corto e ha detto che
    per ora questa è la legge. in seguito si vedra se ci sono finanziamenti.

    E’ MAI POSSIBILE CHE LA RIFORMA DELLE PANSIONI PARTA DAL GIORNO SEGUENTE APPROVAZIONE LEGGE MENTRE LEGGE RIFORMA AMMORTIZZATORI SOCIALI NON SI SA DA QUANDO PARTE?
    chi mi sa spiegare questa ulteriore ingiustizia ai danni di lavoratore con
    trentasette anni di contributi e 59 anni e 9 mese di età?

    ringrazio antipatamente chi mi sa dare spiegazioni

  11. Onorevole Damiano mi permetto di ricordarle la situazione dei primi 65000 salvaguardati dalla riforma fornero che dovrebbero ricevere la pensione dal prossimo 1 febbraio : a tutt’oggi l’inps non ha accolto nessuna domanda !!!!Quando finirà questa farsa? saluti.

  12. @francesco01, in mercoledì, 30 gennaio 2013

    Francesco01, purtroppo e di dico purtroppo credo che le indicazioni del Patronato siano esatte e le puoi confrontare con l’articolo sotto riportato.

    L’ASPI, ovvero il “nuovo ammortizzatore sociale” andrà a regime nel 2016, pertanto allo stato attuale la durata sarà di 12 mesi, ovviamente se hai più di cinquant’anni di età.

    Sempre peggio – e qualcuno anche su questo sito lo vuol vendere come un ammortizzatore dalle caratteristiche favolose, invece è alla stessa stregua della flessibilità, assunzione a chiamata, patto generazionale etc, etc.

    http://www.pmi.it/economia/lavoro/articolo/61060/aspi-da-gennaio-2013-fornero-quantifica-indennita-e-tutele.html

    Inoltre puoi vedere un artcolo sul ” Il Gionale.it” del 28 gennaio 2013 avviando la ricerca sulla parola “mobilità” come chiave di ricerca, che ovviamente non mi fa postare.

  13. Egregio onorevole ,credo che da ragazzo anche lei abbia giocato al Monopoli.Il gioco di strategia dove per sorte o malasorte non c’erano certezze e improvvisamente si tornava al punto di partenza.Sono anch’io un reduce dei 65000.Ma a che gioco giochiamo? Ricordando il dimagrimento nei mesi addietro del contenuto del salvaitalia ,dei paletti e dei tempi di verifica,adesso siamo al capolinea.Allora ? domani dovrei andare in pensione ,sono uno dei primi sfortunati…..”qualcono” piu’ degno di me appena una settimaana fa diceva che saremmo stati avvisati in tempo.Ma in tempo che vuol dire?? ho vergogna di tutto cio’!

  14. @Renato
    grazie dell’informazione data.

  15. In campagna elettorale …si fa’ di tutto per prendere voti per vincere……toccando i problemi…e impegnandosi una volta eletti a risolverli..io ancora non vedo l’impegno dell’onor.. eppure di richieste e problemi c’e ne sono tantissimi….e’ chiaro ormai che il problema della riforma fornero sulle pensioni ..sia…sentito di piu’ della riforma del lavoro..e per tanto onorevole…esperto nel walfare e lavoro…perche non si comincia veramente a buttare giu un programma condiviso ..sul come riformare la riforma della maledetta? io non capisco l’impedimento….adesso chi parla di imu,.,.,monti ad esempio…..gia’ dice che raddoppiera’ la detrazione per i figli……e lei che dice che sicuramente si dovra’ portare modifiche alla riforma ..non ne parla…?????

    guardi che ichino l’e fa’ le scarpe….. di ichino noi non ci fidiamo…..

  16. Ma Ichino e’ ancora col PD o e’ il PD che e’ gia’ passato con Monti e Ichino li ha solo anticipati??

  17. Ecco i veri Esodati, on Damiano

    By Mario Giordano gennaio 23, 2013. Il vitalizio è stato abolito? Sì, per i prossimi parlamentari. Quelli che escono dal Parlamento adesso (con un po’ di amarezza e qualche lamento ad alta voce) si possono consolare con le vecchie regole che consentono loro di incassare da subito un assegno significativo, come rivela Franco Bechis su Libero: 6.500 euro netti di vitalizio per Beppe Pisanu (oltre alla liquidazione di 175mila euro sempre netti), 6.500 euro netti per Mario Tassone (oltre alla liquidazione da 158mila euro netti), 6.200 euro netti per Filippo Berselli (oltre alla liquidazione da 278mila euro netti), 6mila euro netti per D’Alema (oltre alla liquidazione da 64mila euro netti),, 5.500 euro per Roberto Castelli (oltre alla liquidazione da 195mila euro netti), 5mila euro netti per Stefano Stefani (oltre alla liquidazione da 176mila euro netti), 5mila euro per Pierluigi Castagnetti (oltre a 111mila euro netti di liquidazione), 6.500 euro netti per Veltroni (oltre a 44mila euro netti di liquidazione), 4.700 euro netti per Claudio Scajola (oltre a 158mila euro netti di liquidazione). 3.600 euro netti per Furio Colombo (oltre a 64mila euro netti di liquidazione) e 3.600 euro netti per D’Antoni (oltre a 111mila euro netti di liquidazione). D’Antoni, fra l’altro, prende anche una pensione Inpdap come ex professore universitario da 5233 euro netti al mese.
    Bisogna avvisare la Fornero,probabile che pianga

  18. Grande Leo56…. sintetico e profetico.

  19. Al PD, non diamo il voto per il Senato!

  20. Quando ce vo ce vo…. Bravo Beppe

    Storia di un saccheggio

    – Banco Santander compra Antonveneta per 6, 6 miliardi di euro

    – Banco Santander si accorge di aver fatto un pessimo affare, scorpora Interbanca da Antonveneta, valutata 1,6 miliardi, e cerca un compratore, il valore della banca reale è di circa 3 miliardi

    – Monte dei Paschi compra Antoveneta per 10,3 miliardi pochi mesi dopo

    – MPS si accolla anche il passivo di Antoveneta per 7,9 miliardi

    – MPS valeva all’epoca 9 miliardi e compra Antoveneta che ha metà dei suoi sportelli (1.000 contro 2.000) per una cifra, 10,3 miliardi, superiore allo stesso valore di MPS

    – MPS non ha 10,3 miliardi, quindi si indebita, il titolo crolla

    – Per questa operazione il presidente di MPS Mussari (ex presidente anche della Fondazione MPS) viene premiato con la presidenza dell’ABI senza che nessun partito o organo di vigilanza si opponga

    – La procura della Repubblica di Siena apre un’inchiesta sull’enorme minusvalenza dell’operazione Antonveneta. Pari circa a circa 14 miliardi di euro, 28.000 miliardi delle vecchie lire, una finanziaria, uno scandalo che rischia di far impallidire la Parmalat

    – La Fondazione MPS, azionista di maggioranza di MPS, indica all’assemblea dei soci della banca la nomina di Alessandro Profumo alla carica di presidente. Profumo ex ad di Unicredit è rinviato a giudizio al tribunale di Milano con l’accusa di frode fiscale

    – Profumo punta subito sulla riduzione del personale pari a 4.300 senza avviare una causa come MPS contro i responsabili del disastro

    – La Fondazione deve vendere parte della sua proprietà azionaria di MPS e passa dal 55% al 35%

    – Per evitare il fallimento di MPS Monti eroga un prestito di 3,9 miliardi, cifra equivalente alla Imu sulla prima casa

    – Grillo parla di “buco” di 14 miliardi all’assemblea degli azionisti del 25 gennaio 2013, il buco a cui si riferisce era la sottrazione di valore attraverso le operazioni legate ad Antonveneta

    – Lunedì 28 gennaio 2013 i pm che indagano sull’affare Antonveneta scoprono bonifici internazionali per 17 miliardi

    – Subito dopo emergono somme rilevanti che sarebbero rientrate in Italia con lo Scudo Fiscale voluto dal Pdl e approvato grazie all’assenza in aula di molti deputati del pdmenoelle

    Di fronte a questo colossale furto ai danni degli italiani, il cui conteggio finale non è forse ancora concluso, chiedo:
    – la verifica dei patrimoni dei segretari del pd e di tutti i nominati nella fondazione MPS dal comune di Siena, della Provincia di Siena, della Regione Toscana dal 1995
    – la pubblicazione dei nomi di tutti coloro che hanno goduto dello Scudo Fiscale con l’ammontare degli importi rientrati in Italia
    – le dimissioni immediate di Bersani da segretario del pd
    Il M5S chiederà l’istituzione di una commissione d’inchiesta su MPS al suo ingresso in Parlamento.

    MPS fa impallidire non solo Parmalat, ma anche il fallimento del Banco Ambrosiano, dietro a questo colossale saccheggio, come avvenne allora, ci può essere di tutto. Craxi, in confronto, rubava le caramelle ai bambini.

  21. sul blog di Grillo è pubblicato un sondaggio per stabilire quali sono le priorità. Uno dei punti è “pensione a 60 anni”. Votiamo tutti! Il sondaggio si chiude il 31 gennaio

  22. Pensione a 60 anni? Sì, ma con il contributivo, secondo Grillo

  23. l’ unico partito che usa il termine ” abrogazione della riforma Fornero” è Rivoluzione Civile.
    Lo stesso Grillo, nel suo sondaggio, se ne guarda bene…

  24. Scusate, ci sono parecchi precoci , pure e sodati che dovrebbroe aspettarne altri 4 anni per i 60 anni.. e gia’ oggi con 40 di contributi ne verserebbe 44…
    Pregasi non fare proposte a caso o commisurate al proprio personale vantaggio…
    Altrimenti diventa una battaglia fratricida!!!

  25. CarloMarx ha ragione, Grillo sul tema pensioni/esodati non si pronuncia , vuol dire che e’ una causa che non vuole cavalcare..
    Almeno ha l’onesta’ di non prendere in giro la gente.
    Purtroppo noi il problema dobbiamo risolverlo perche’ ci sono in ballo famiglie intere che finiranno in rovina….
    Chi in modo esplicito vorra’ farsi carico del problema catturera’ ovviamente la ns attenzione…
    E ovviamente dovra’ mantenere gli impegni presi….

  26. Grillo ha proposto con chiarezza le pensioni per tutti a 60 anni!
    Sul suo sito,poi,vi è una possibilità di proporre al Movimento 5 stelle i 5 argomenti più importanti per il cittadino italiano!
    Questo per la precisione dei fatti!
    Insisto,per me il voto utile è solo quello per Movimento 5 stelle e Rivoluzione Civile. Gli altri voti sono tutti inutili perchè portano a Monti decisivo per la politica italiana.
    Cioè tradotto: il FASCISTA BAVOSO a dirigere la exsinistra coadiuvato da Fini e Casini!
    Da far rivoltare nella tomba Berlinguer.

  27. E’ vero finalmente Grillo si è pronunciato sul tema pensioni a 60 anni ed altre cose sensate per noi comuni mortali…
    Evviva il Movimento 5 stelle , non c’è altra soluzione per il voto.

  28. Dobbiamo votare al Senato tutti per Rivoluzione Civile, in modo che si possa raggiungere lo sbarramento dell’8%, per contrastare, la dichiarata alleanza tra P.D. e Monti, confermata anche questa sera a porta a porta dalla Bindi, e dal candidato centrista. ( L’inciucio porcata che conferma chi sono i complici e gli artefici del disastro riforme, quella delle pensioni e quella del lavoro ). EX ELETTORE DEL P.D, DISGUSTATO E DELUSO. IO E LA MIA FAMIGLIA VOTEREMO PER RIVOLUZIONE CIVILE. SENZA SE E SENZA MA !!!!!!!!!!!!!!!

  29. A rifletterci sopra come si deve, in un contesto totalmente diverso dall’attuale, anche una pensione calcolata tutta con il contributivo, potrebbe andare bene! Quella calcolata tutta con il contributivo, in quel contesto nel quale intenderebbero erogarcela i vari Damiano, Monti, Fornero e Bersani, certamente no! Ma quella calcolata tutta con il contributivo in quel conteso che SEMBREREBBE trasparire dall’insieme delle proposte di Grillo, FORSE sì!
    Perché se si realizzassero, le proposte di Grillo, come quella di mettere il tetto di 5.000 euro alle pensioni, POTREMMO ritrovarci in un contesto nel quale la pressione fiscale sia scesa, AD ESEMPIO, al 35%! Dico tanto per fantasticare! Per cui, quello che non percepiremmo come pensione calcolata con il retributivo o con il misto, potremmo riceverlo sotto altre forme.
    Esco un po’ dal seminato, ma, tanto per insistere: meglio una pensione calcolata con il retributivo, o con il misto, e poi rincari delle prestazioni sanitarie, rincari delle tasse comunali, rincari dell’IMU, rincari delle utenze domestiche, accise a mille sui carburanti, tasse sui conti correnti, tasse sui depositi vincolati, inflazione al 4% e disoccupazione giovanile al 37%, o meglio una pensione calcolata tutta con il contributivo, ma tasse decisamente ridotte e, SOPRATTUTTO, figli che trovano un’occupazione?
    Se io dovessi scegliere tra una pensione da 2.000 euro, e figli a spasso, e una pensione da 1.000, con figli che lavorano, opterei per la seconda ipotesi.

    Comunque, specie in Lombardia, NIENTE VOTO AL SENATO PER IL PD! Il voto al Senato diamolo -perché no?- a RC, ma non al PD! Dobbiamo mettere in condizioni il PD di doversi rivolgere a RC, per andare al governo, e non a Monti-Ichino, come invece sta già alacremente facendo: dipende anche da noi!

    Comunque, io, il sondaggio di Grillo lo sono andato a vedere e vi ho partecipato. E devo dire che mi ha fatto anche un po’ piacere vedere che a qualcuno potesse interessare la mia opinione… magari non servirà a niente… però, intanto, qui, sul blog di Damiano, questo non succede.

    Tra le opzioni di Grillo ce n’era una che parlava di abolizione della legge sugli esodati: secondo me, cosa altro potrebbe voler dire, se non che la riforma della Fornero deve essere abrogata? Almeno per quanto riguarda l’applicazione sugli esodati? Non credo voglia dire che si debba abolire la legge che esonera gli esodati, no?

  30. Elson,
    sono sempre dell’idea che ad abbassarci la pensione ci pensano gia’ loro.
    Il contributivo va bene a chi si trova con 35 anni di contributi e 57/8 anni di eta’.
    Chi invece si trova con 40 di contributi e magari 56 anni di eta’ (e avrebbe dovuto percepire nell’arco di un anno) si vede sfilare una percentuale esagerata , molto meno di quanto ha versato..
    Tra l’altro mi chiedo come fa INPS a stabilire che il contributivo vale il 33/40% in meno del retributivo?? Non dovrebbe essere in funzione di quanto hai pagato effettivamente??
    Bisognerebbe indagare su come INPS attua i calcoli che restano sempre un mistero.
    Elson le tue considerazione in linea teorica potrebbero essere interessanti, ma dato che siamo nel mezzo di una situazione disastrosa dovremmo avvinghiarci alle poche sicurezze che abbiamo e che alla data sono quelle che erano appena prima della manovra.
    Grillo, che a me non dispiace, se parla dei 60 anni automaticamente esclude una grossa fetta di precoci , se lavorassero (forse) andrebbe bene ma se sono stati fregati dai paletti Fornero, si troverebbero ad affrontare una situazione anche peggiore perche’ dovrebbero ,oltre lavorare ,(se trovassero mai lavoro), altri 2,5 anni in piu’ , ad aspettare almeno 4 anni per raggiungere i 60…..
    Quindi la questione esodati che e’ una situazione particolare da loro creata, deve essere affrontata in modo specifico, poi la normalizzazione puo’ essere fatta con tutte le logiche che vogliamo..
    L’abolizione della legge sugli esodati puo’ voler dire annullare la salvaguardia dei 130.000 che avrebbe senso se si intendesse poi salvare tutti quelli trovatisi nel mezzo della manovra….
    Ma e’ cosi??
    Chi ha info precise in merito le metta a disposizione perche’ la materia e’ interessante…
    Alla data solo RC ha fatto riferimenti precisi all’abrogazione Rif. Fornero.
    Con l’On. Damiano… non ricordo a che punto siamo rimasti

  31. Faccio notare che il sondaggio di Grillo può essere votato un numero indefinito di volte.
    So che non è molto ortodosso, ma io suggerisco di perdere un po’ di tempo sulla tastiera, ribadendo piu’ volte la propria preferenza.
    Cosa che io ho già fatto ieri sera, come in preda ad una irrefrenabile nevrosi, sino a tarda notte!
    Deve emergere in maniera prorompente che il tema delle pensioni è molto sentito e che merita la giusta attenzione e priorità!
    Al momento, peraltro, stanno prevalendo altri temi, e la cosa non giova certo alle nostre aspettative.
    E’ una mia opnione personale, ma di fronte al terribile incombere di un Governo Bersani-Monti, pur non trascurando l’apprezzabile Ingroia, Grillo sembra meglio incarnare quella furente rabbia che alberga nei nostri animi e che il buon Damiano, con il suo ambiguo comportamento, non riesce certo ad allentare.

    Giancarlo, pubblico dipedente, ex quota 97. Dottor Jekyll sino all’altr’anno, ora Mr Hyde.

  32. la proposta di Grillo ,se ho capito bene, in pensione a 60 anni. Potrei essere d’accordo, purchè si tenga conto delle varie criticità createsi dalla riforma Fornero, e quindi per evitare disparità di trattamento, prima di passare al pagamento col sistema contributivo, si dia almeno una gradualità mantenendo il sistema retributivo fino al 2018/2020/ , oppure almeno mantenere il sistema pro quota. fino al 2018/2020/ Vergogna ilP.D. ci ha svenduto e pagherà il prezzo alle elezioni. EX elettore del P.D !!!!!!!!!!!!

  33. 60 anni un paio di p….e chi ha iniziato a 15/16 anni deve lavorare 44/45 anni?? Uno che ha iniziato a 20 lavora 40 ecc. NON C’E’ UN PARAMETRO 45 NON E’ UGUALE a 40.il riferimento da tenere sono gli anni di contribuzione. Ma chi fa tutti questi programmi pensano che tutti abbiamo iniziato nel mondo del lavoro a 20 anni.
    Pensano solo ha come hanno vissuto loro da ragazzi non conoscendo altre realtà . COMPLIMENTI . Voto INGROIA

  34. @Leo56, in giovedì, 31 gennaio 2013 alle 9:57 ha detto: su Grillo non ne so di più, però sarei indotto a pensare che quel “60 anni” per andare in pensione sia la risposta ai 63, 65, 67, 70 (perché ai 70, punta la riforma!) previsti dalla riforma Monti-Bersani-Fornero.
    Ora, mi resta difficile pensare che uno che intenda, di massima, abbassare anche di 10 anni, rispetto alla riforma, l’età anagrafica necessaria per andare in pensione, poi non si ponga il problema dei precoci! Presumo (ripeto: “presumo”!), che parlare di precoci sia entrare in un dettaglio nel quale con una semplice sintesi-slogan, “pensione a 60 anni”; non ci si può nemmeno aspettare che ci si entri!

    Quanto all’aggrapparci alle poche certezze che ci abbiamo, anche tu, hai ragione, in questo senso, ma fin quando quelle poche certezze che ci abbiamo sono poche e non zero, e sono ancora certezze!
    Quali sarebbero? Quelle secondo le quali, probabilmente, il PD, andando al governo, salvaguarderà pure gli esodati (secondo una sua visione del concetto) del 2015? E poi?
    Non lo so!
    Non sono in grado di dare una risposta definitiva al quesito.

  35. Elson,
    devi aver fatto un mix tra me ed un altro “scrittore”.
    Ma non importa i concetti a prescindere da chi li esprime..vanno comunque considerati.
    Facevo soprattutto una considerazione che se i 60 anni sono un obiettivo di Grillo a regime potrebbero andare bene
    MA:
    i precoci che lavorano ancora dovranno lavorare altri 3/4 anni.
    Ma se uno e’ precoce e’ anche esodato allora dovrebbe stare altri 3/4 (oltre gia’ due e piu’) anni senza nulla..
    Per tanto i 60 anni di Grillo messi cosi’ lasciano troppi interrogativi e quindi non credo possa essere presa seriamente in considerazione.
    Purtroppo il fenomeno creato dai politici in quel momento (gli esodati)
    va preso di petto in modo specifico.
    Come gia’ detto ora gli esodati non esisterebbero piu’ perche’ ‘ a legge consolidata, chiunque puo’ avere chiara la situazione previdenziale ed accordarsi di conseguenza.
    Solo chi ha agito prima della manovra si e’ poi trovato nel limbo.
    E la questione va risolta….senza Aspi o contributivo a meno che qualcuno non scelga espressamente la 5103 per limiti raggiunti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...