Lavoro: riforme Fornero vanno profondamente corrette

lavoroLe riforme del ministro Fornero sulle pensioni e sul mercato del lavoro vanno profondamente corrette. Per quanto riguarda quest’ultima, non concordo assolutamente con Renato Brunetta quando dice di volerla cancellare per tornare alla legge Biagi: come dire dalla padella nella brace. Le proposte di Biagi, che avevano l’obiettivo di aumentare l’occupazione giovanile, si sono trasformate, per colpa della distorta traduzione legislativa fatta dal centro destra, in un aumento esagerato della precarietà e in un abbassamento della qualità del lavoro. Ormai anche l’Europa critica l’Italia per questo eccesso e non è spiegabile come nella nostra legislazione si sia arrivati ad una sorta di supermercato del lavoro, con una quantità indescrivibile di forme d’occupazione a termine che non servono alle imprese e penalizzano i lavoratori. Se vogliamo la buona flessibilità occorre selezionare le forme d’ingresso nel mercato del lavoro e soprattutto fare in modo che l’apprendistato diventi la modalità prevalente. Da questa buona flessibilità si deve passare alla stabilizzazione dopo un congruo periodo di prova attraverso incentivi mirati all’impresa come il credito d’imposta o la diminuzione strutturale del costo del lavoro. L’idea, già praticata al tempo del governo Prodi, del lavoro a tempo indeterminato che deve costare meno del lavoro flessibile, è più che mai attuale.

Annunci

43 Risposte

  1. Ancora con ‘sta ipocrisia….
    DAMIANO… LA FORNERO SEI TU!!!
    NESSUN VOTO A CHI HA RUBATO LE PENSIONI!!

  2. Non ce ne frega un cazzo della riforma del lavore, caro Damiano. prima risolvete la riforma delle pensioni, che è quello che tutti vi chiediamo. Il resto viene dopo. CAPITOOOOOOOOOO ?????????????????????????????? Dove è finita la 5103 tanto acclamata da lei On. Damiano, adesso che non c’è più la rompic……i della Fornero, cosa aspetta a riproporla? chi gli e lo vieta adesso? Letta, Fioroni ,Gentiloni, Renzi o addirittura Bersani? Se è così, ci fa più bella figura a dirlo, che fare silenzio imitando la Camusso che per non parlare di riforma delle pensioni è andata in letargo, ma dal prossimo anno sicuramente si ritroverà con le tessere sindacali dimezzate. Speriamo Damiano lei si svegli, prima che si dimezzino anche i voti !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Segnalo volentieri sul tema:

    Perché lo “spread” si cura con ricerca e innovazione
    Scritto da Daniela Palma
    http://www.eticaeconomia.it/perche-lo-%e2%80%9cspread%e2%80%9d-si-cura-con-ricerca-e-innovazione.html

  4. E loro non se n’erano accorti?
    Perchè l’hanno votata?
    Affermare che sono ipocriti è poco.

    E tutti i superesperti giuslavoristi del partito non erano al corrente delle riforme pensionistiche dei vari paesi europei?

    Io capisco chi è di destra, chi ha come dogma il liberismo – per convenienza e per convinzione – quindi comprendo l’ottica montiana , bigotta, ottusa, ma coerente.
    Chi continuo a non capire è il PD.

  5. finalmente un accenno sulle pensioni…piano piano…..

  6. Coraggio on.le Damiano , ancora un piccolo sforzo , partorisca una affermazione più decisa e precisa sulla Riforma delle Pensioni !!
    Siamo tutt’orecchi , in attesa di sentire come intendiate riformarla . Credo stiate verificando attraverso i sondaggi l’inesorabile discesa dei consensi , volete disperdere tutto il vantaggio sulla concorrenza ?
    Bersani dice che votando Ingroia si favorisce la destra , ma perchè il
    PD è un partito di sinistra ??? Rivoluzione Civile è il voto contro la destra di Monti e Berlusconi (e Letta , Fioroni , Bindi , Gentiloni…Bersani ??) .

  7. Bisogna ancora vedere :
    1) come intendono la revisione “profonda”;
    2) se non si nascondono ancora dietro la non disponibilità finanziaria, per cui per un verso una parte di loro potrebbe proporne la revisione, un’altra parte dimostrarne l’impossibilità applicativa per
    motivi economici ed un’altra parte occuparsi della comunicazione su metodi migliori per tenerci sulla corda, speranzosi…
    Fino ad ora hanno lavorato con questo metodo.
    Come aver fiducia che cambino?

  8. la revisione e una presa per il c…..solo per fare voti.
    LA RIFORMA FORNERO VA ABBOLITA DEFINITIVAMENTE DALLA A ALLA Z.

  9. Damiano, ormai pare chiaro a tutti quanti: lei, la 5103, l’ha tirata fuori, facendocisi bello, quando sapeva che con Monti e la Fornero non sarebbe passata mai! Quindi, da un lato poteva dire: “Vedete, come sono buone e bravo io? Vedete come sono comprensivo nei confronti dei lavoratori, specie quelli che, in età critica, van perdendo il lavoro?”, dando la colpa di una non approvazione di tale proposta al governo Monti e alla Fornero, “i cattivoni di turno” (oerché per voi, c’è sempre un cattivone di turno sul quale dirottare l’attenzione della gente: Berlusconi, la Fornero, Grillo… ieri, Monti, era il non plus ultra, oggi è diventato un cattivone pure lui), e da un altro lato, riprendendo il discorso, lei, la 5103, l’ha presentata quando aveva la certezza che non sarebbe passata mai, per cui, quei 20 MILIARDI di introiti derivanti dalla riforma delle pensioni, con la sua 5103, a rischio, non ci sono stati mai!
    Ora che si prevede la vittoria del PD, e che quindi una 5103, se non fosse stata però una presa per i fondelli, lei la potrebbe non solo proporre, ma inserire nel programma del PD come cosa da farsi completamente e senz’altro, col piffero che lo fa!
    Preferisce andarsene in giro per farfalle, passando da un argomento all’altro, pubblicando ogni giorno un articolo diverso!
    Damiano, diciamoci la verità, lei, con la 5103, ci ha preso letteralmente per il c….!
    Come lo concilierebbe questo suo atteggiamento, con quelle parole di quell’altro marpione, Bersani, su un’onestà che farebbe dormire tranquilli la notte e permetterebbe di guardarsi allo specchio senza avere nulla da rimproverarsi?

    A tutti: secondo me, la proposta più plausibile che ci si possa aspettare dal PD, almeno per gli esodati, è quella a cui accennava Monti: erogare un ASPI per il periodo che agli esodati mancherebbe per agganciarsi alla pensione.
    A parte che resterebbe comunque aperta la questione sulla definizione che si intenderà dare di esodati, per cui, di preciso, chi dovesse riguardare tale soluzione, nemmeno si sa, ma ci sono alcuni rilievi da fare, importanti:
    se si parla di riempire con l’ASPI il periodo che separa dal percepire la pensione, a me pare, vuol dire che sparisce quello che era il vero diritto dell’esodato: l’esonero dalla riforma delle pensioni Bersani-Fornero! Sì, perché, che io sappia, un esodato è un lavoratore licenziato che, alle precedenti condizioni, o con cassa integrazione e mobilità, o con i versamenti volontari, aveva già pianificato tutto il percorso per agganciarsi, appunto, alla pensione! Quindi, se esonerato, non avrebbe bisogno di nessun ASPI a riempitivo di alcunché: giusto?
    Quindi, prima considerazione sulla soluzione proposta da Monti, verosimilmente anche del PD: nessun ulteriore esonero per gli esodati!
    Questo, cosa comporterebbe?
    Innanzi tutto comporterebbe che il lavoratore coprirebbe la differenza di anni tra quelli previsti prima delle riforma e quelli richiesti dopo, con un ASPI al posto di una vera e regolare pensione! Non lo so, a quanto ammonterà l’ASPI, ma credo si attesti su cifre molto modeste, forse anche intorno ai 600 euro al mese! Così, Monti, ad un lavoratore tipo, per un determinato lasso di tempo (3, 4, 5, 6, 7 anni), invece che erogare una pensione, erogherà uno scadente surrogato di questa. Surrogato che, inoltre, sarà soggetto a tutti gli ulteriori cambiamenti che potranno intervenire, e che senz0altro interverranno, nel futuro, nel sistema previdenziale: se la pensione, fra 4 anni, verrà allontanata di altri 2, per l’esodato in cura Aspi, la cura verrà prolungata, appunto, di altri 2 anni. Credo inoltre che l’ASPI non dia diritto, come avveniva per cassa integrazione e la mobilità, ai contributi figurativi. E inoltre ancora, non essendo stato esonerato dalla riforma delle pensioni Bersani-Fornero, la pensione di detto lavoratore, quando sarà, sarà soggetta a tutte le restrizioni come coefficienti di calcolo, indicizzazione, riduzioni varie, calcolo contributivo, per come previsto, appunto, dalla riforma: una vera schifezza!

    E non solo tutti, ma in particolare Bersani e Damiano, se ne guardano bene dal fornire dettagli circa gli interventi ipotetici da fare sulla riforma delle pensioni, ma nessuno ci parla della manovra da 7, 8 MILIARDI da farsi in primavera, a causa di quel PIL andato sotto le stime di -1%, necessaria per mantenere in patti con l’Europa! Così come nessuno ci parla di cosa si farà per la Sanità Pubblica, visto che, come ha chiarissimamente detto Monti, così com’è, non è più sostenibile!
    Quel “così com’è, non è più sostenibile” detto da Monti, ovvero pienamente condiviso da Bersani che a Monti ha giurato fedeltà imperitura, vuol dire cose di portate enormi! Vuol dire, ad esempio, che fino ad una certa cifra, ipotizziamo 500 euro a persona, medicine, prestazioni varie, analisi chimiche e strumentali, dovremo pagarcele da soli! per poi concorrere comunque, con determinate somme, alle giornate di eventuali ricoveri, ed anche agli interventi di chirurgia, di riabilitazione, e cose del genere! E con un governo come quello Monti-Bersani, certe spese saranno fisse, a prescindere dai redditi! Infatti, per l’IMU, il reddito non è stato preso a riferimento, no?
    Inoltre credo ci sarà un qualcosa che, nella Sanità Pubblica, darà sempre più spazio al privato! A me, Monti, me la da l’idea di uno che crede sia giusto e vantaggioso fare avanzare il privato, no?

    —-

    Avete visto, ieri, a “Quinta colonna”, quanta gente lavora in nero? Da fa paura! Han calcolato che si tratti di un quarto di tutto il lavoro che si fa in Italia! UN QUARTO!

  10. Lo sa che ha distrutto le partite iva ed il lavoro accessorio?Compliments….molto di sinistra…direi addirittura stalinista…

  11. E’ giusta Elson la tua considerazione sull’incidenza del lavoro NERO, per un quarto su tutto il lavoro che si fa in Italia….Ma l’Italia è la patria dell’illegalità, e nessuno controlla un piffero, e se qualche kamikaze lo fa viene subito ridotto a più miti consigli e se non bastano si fanno leggi che annullano gli sparuti interventi di qualche spericolato… che viene subito bollato come novello Savonarola fustigatore di pessimi costumi ormai consolidati e strutturali all’interno di questa povera nazione…

  12. il vero problema è la riforma delle pensioni che più che una riforma appare una punizione per tanti onesti lavoratori. Vanno eliminate quelle pensioni privilegiate di gente che incamera mensilmente cifre assurde e oltre al problema degli esodati, vanno tutelate quelle persone over 55 anni che hanno perso il posto di lavoro e dovrebbero fare altre 10-12 anni per andare in pensione. Queste persone devono potere andare in pensione con le vecchie regole (35 anni di contributi), oppure si trovi un modo SERIO per ricollocarle seriamente. Queste persone a 55 anni è al massimo della loro esperienza e professionalità e lo Stato deve aiutare quelle aziende disposte ad assumerle.In campagna elettorale NESSUNO sta parlando di questi problemi….

  13. @mariner, ieri, a “Quinta colonna”, il giornalista ha chiesto ad uno o più imprenditori, se gli fossero mai state fatte richieste, da parte di chi dovrebbe controllare, per chiudere un occhio: “Un occhio?”, ha specificato l’imprenditore, “Li chiudono tutti e due!”.
    È come dici tu: non si possono denunciare gli evasori, i corrotti, i lavoratori in nero o chi commette abusi edilizi, perché sono protetti dal Sistema!
    C’è gente, ad esempio, con un’attività in proprio che, pur essendo andata in pensione, continua tranquillamente a svolgere quella specifica attività, Magari in supporto al figlio che vi è subentrato come titolare: ma quel pensionato lì, che lavora praticamente in nero, pur in un’attività che fino al giorno prima ERA la sua, così facendo, non sta prendendosi arbitrariamente, abusivamente, illegalmente, un posto che, altrimenti, avrebbe dovuto occupare qualcun altro?

    Qualche sera fa, a “le Iene”, han congegnato una gara di furto di bicicletta. Han lasciato una bicicletta incustodita in Italia (Porta Genova, Milano), Spagna (Plaza Catalunya, Barcellona), Francia (Moulin Rouge, Parigi) e in Germania (Parlamento, Berlino), per vedere dove sarebbe stata rubata nel minor tempo: ha vinto l’Italia, seguita dalla Spagna e dalla Francia: in Germania, non è stata rubata!
    Secondo me, anche molti cassa integrati, credo, lavorino in nero!

  14. Come elettore del PD mi auguro che ,una volta fatto il governo se ce ne saranno le condizioni, si passi finalmente ai fatti.
    Se Rete Imprese afferma che il reddito degli italiani è tornato a quello di 27 anni fa ci sarà uno o mille motivi a cominciare dall’enorme debito pubblico clientelare.Un lungo elenco di inadempienze. Oggi si devono creare le condizioni per tornare veramente a crescere e ridare potere di acquisto alle famiglie ed ai giovani. Solo così potremo avere prospettive per il futuro. Un futuro che è stato ipotecato per 20 anni dalla presenza di una pletora di ciarlatani, molti dei quali si ripresentano con promesse roboanti di riduzione tasse, eliminazione bolli auti,eliminazione IMU e via discorrendo. A questi personaggi che ci hanno”governato”per buona parte degli ultimi 20 anni si dovrebbe chiedere perchè quello che oggi ci promettono non lo hanno mai realizzato nei 20 anni precedenti!!!

  15. Qualcuno vuole spiegare dove si trovano i denari pagati per 35 anni dagli esodati attuali ? forse vengono usati per pagare vitalizi , contributi sociali, pensioni regalate alla casta , falsi invalidi, stipendi dei super burocrati inps, chi andrà al governo deve sentire tutto il dovere di mettere fine a questi furti sulla pelle di persone oneste e se questo non fosse è lampante che dietro le liste pulite si trova solo marcio , corruzione e interessi propri a spese della giustizia!!!!
    Basta chiacchiere o far passare l’ idea che queste pensioni dovrebbero essere pagate da chi lavora perchè costretto in nero magari a 3 euro l’ ora, quel posto regolare a quel costo sicuramente non potrebbe esistere e quindi quel lavoratore è solo un benefattore della società!!
    franco56

  16. Il suo articolo, caro Onorevole, inizia bene, parlando della necessità di una sostanziale correzione di quell’ orrida riforma pensionistica, però poi, lei sembra quasi bloccarsi, come se si fosse reso conto di essersi spinto un po’ troppo oltre, e di dire cose che…Bersani non vuole!
    Ed infatti, poi cambia il tiro e si mette a parlare d’altro.
    Cos’è che la blocca, caro onorevole?
    Cosa le impedisce di dare libero sfogo al suo pensiero?
    Perchè non dire esplicitamente quali sono le correzoni che vorrebbe apportare?
    Suvvia, onorevole, si sblocchi, si lasci andare, si svesta dei panni della pudica verginella alle prime esperienze amorose e liberi finalmente i suoi irrefrenabli istinti, che, metaforicamene, potrebbero essere anche gli stessi di Cicciolina.
    Potenzialità enormi, straripanti, vulcaniche…ma represse!
    Suvvia, caro Onorevole, almeno per una volta, sia la nostra adorabile Cicciolina!

    Giancarlo1952, pubblico dipendente, ex quota 96, che crede ancora che lei ed il PD siate ancora in tempo per redimervi.

  17. L’ unica soluzione equa è il ritorno alle quote.
    E la soluzione definitiva deve essere trovata per tutti e non solo per gli esodati.
    Tutti sono stati massacrati ingiustamente ed a tutti andranno restituiti i diritti espropriati con quel colpo di stato.
    Sappiate che non ci arrenderemo mai e saremo la vostra ombra finchè giustizia non sarà fatta.

  18. caro onorevole Damiano,

    sa come si risolve il problema del “voto utile” di RC in Lombardia e Sicilia ???
    (perchè questo comincia a diventare un GROSSO problema…)

    Bersani va in TV e dice:
    “Cari elettori di RC non dovete preoccuparvi. Infatti qualunque sia l’esito delle elezioni io vi garantisco che:

    1. faremo una legge per la corretta rappresentanza sindacale.

    2. mai piu` consentiremo di escludere la CGIL dai tavoli contrattuali, torneremo al metodo della concertazione.

    3. tuteleremo i beni comuni quali l’acqua, la salute, a scuola, il lavoro dagli attacchi di certo mondo imprenditoriale.

    4-riformeremo la macelleria sociale Fornero.

    5. in caso di alleanze spurie col centro proporremo i punti sopra come non negoziabili, e in caso di rifiuto si torna a votare a giugno”

    Vedi poi come ti votano.

    Basterebbe un po’ di chiarezza e lealta` verso gli elettori, rispettandone le priorita`.

    Ma se questa manca, e` ovvio che la gente dirotta il proprio voto altrove….e manco si può fargliene una colpa.

    imho…

  19. Damiano, oramai da tutte le parti le si chiede di riportare alla luce la proposta 5103 tanto agognata da una grossa fetta di lavoratori rimasti senza reddito o pensione a 55/56/57 anni ed oltre dopo aver versato 35 anni di contributi e più.
    Ora che le stime dei sondaggi vi stanno riportando indietro, alla cruda realtà di chi ha fatto niente, fa niente e non ha un programma serio ritengo vi dobbiate tirar su le maniche e fare proposte serie ed attuabili.
    La tanto da lei sbandierata 5103 dove è andata a finire? Forse sapeva già fin dalla sua presentazione ad agosto 2012 che l’avrebbero cassata senza requiem? Ora che monti e fornero non ci sono più sottobraccio a voi del pd sarebbe il tempo di riproporre questa legge con tanto di pubblicità e sbandieramenti verso l’opinione pubblica che vede in voi un pauroso immobilismo. Mai mai l’accordo sottobanco con monti, democristiani e fascisti vi ha raggelato il cervello oltre che il sangue?
    Avete ancora qualcosa di sinistra da dire o Ingroia vi spazzerà via dalla scena politica?
    Damiano, fatti, non parole. E’ ora di risollevarsi ed andare veramente a sinistra prima che l’onda riformista vi travolga.
    E non sarebbe male ripartire alla grande con la 5103

  20. Damiano sono del 1952 a settembre andavo in pensione, ora mi mancano piu di 3 anni, questa riforma è stata votata anche da voi, ci ricorderemo quando si va a votare.

  21. “Le riforme del ministro Fornero sulle pensioni e sul mercato del lavoro vanno profondamente corrette”.
    Bene, on Damiano, cominciamo a rendere graduale la prima porcata. Ristabilite un sistema di quote provvisorio. Non è possibile rovinare la vita a milioni di persone da un giorno ad un altro, non siamo nello Zimbabwe, anche li’ una riforma del genere sarebbe stata graduale.

  22. Per l’ultima volta lascio un commento: la riforma richiedeva un sacrificio per fare cassa e tale è già stato fatto nel periodo allungando in effetti di un anno la possibilità di accedere alla pensione (tutto il 2012). Ora è tempo di modificare con gradualità la riforma è giunto senza falsi compromessi. Ripeto non esistono esodati e vari ma solo persone che avevano requisiti o che maturavano i tali in breve( vedi come il sottoscritto che è rimasto fuori per sole 4 settimane e che al momento ha 61 anni e 41 di contributi e come me tanti altri). Rimettete le quote da subito a scalare e date lavoro ai giovani voi come politici , voi come imprenditori, voi come sindacati. E’ stato un becero approccio al problema e il tempo tiranno richiede l’urgenza di perequare il sistema( non dimenticate che voi avete PERMESSO alla gente di andare sino a fine 2011 con soli 36 di contributi e 4 settimane dopo chi ne aveva 40 No: MA VI PARE??basta!!

  23. A dimenticavo . vedo invocare come manna dal cielo la 5103 ma per fare cosa accedere alla quiescienza con il sistema totalmente contributivo con il 30 e passa per cento in meno. NO ,solo gradualità con gli stessi omolumenti. E no dopo il danno pure la beffa!!

  24. Vedo un profondo cambiamento di toni e posizioni in prospettiva di una salita al governo di questo paese , a questo rispondo che questo sarebbe una conferma della linea tenuta dal presente governo e cioè prima le banche, la casta, i vitalizi, le liste, i parenti e amici e alla fine, e forse MAI, la giustizia , gli esodati, i pensionati, gli studenti, i disabili e tutta la gente comune!!

    BRAVI!!!

    Franco56

  25. E’ evidente che un provvedimento che prevedesse un sistema totalmente contributivo rappresenterebbe un’ ulteriore insopportabile beffa che forse solo in pochissimi sarebbero tentati di accettare e quindi non risolverebbe nulla.
    Non vedo, infatti, in quanti potrebbe rinunciare a 4/500 euro al mese di pensione, dopo 40 e più anni di lavoro.
    Il contributivo lo abbiamo già subito, con il “pro rata” dal 2012.
    Ora basta rubare i nostri soldi, restituiteci i nostri diritti e potrete parzialmente riabilitarvi agli occhi dei lavoratori, dopo tutto il male che avete fatto.

  26. Allora…. Damiano vuole salvare faccia e c….lo proponendo di mandare in pensione la gente con x anni ( 40 ) di contribuzione secca von il ssitema contributivo ?
    Ok.
    Però niente IRPEF e tassucole varie sulla pensione.
    La pensione viene calcolata con il sistema contributivo al lordo dell’ importo corrisposto.

    Se promette con il sangue che se vanno al governo mandano in pensione la gente con le quote per chi le ha raggiunte e con i 40 anni di contribuzione secchi senza aspettative varie e però non tassano totalmente l’importo della pensione per me si piò fare.
    Ok Damiano se non racconti cazzate vai porta avanti stà proposta !!!

  27. Ragazzi, questi oggi, in campagna elettorale, parlano di riforma delle pensioni per abbindolarci ma, appena andranno al governo, ci avranno due cose da affrontare, improcrastinabili, di cui non parlano: la manovra di 7, 8 MILIARDI da fare per rispettare i patti con l’Europa, visto che il nostro PIL è andato sotto dell’1% rispetto le previsioni, e la riforma della Sanità, per la quale Monti ha già decretato che così com’è, è insostenibile: altro che profonda riforma delle pensioni!
    Se esonerano dalla riforma delle pensioni tutti i 400.000 esodati previsti, e procurano uno scivolo verso la pensione a quei lavoratori che esodati non sono, i 230 MILIARDI che hanno impegnato per le spese di armamenti militari, da dove li andrebbero a prendere? Dagli evasori?
    Se Bersani ha già deciso che l’Italia dovrà aprire un altro fronte militare, oltre che in Afghanistan, anche in Mali, le spese, se ci restituissero le pensioni a noi, con cosa le sosterrebbero, con l’aria fritta?
    Non c’è verso: le pensioni NON CE LE POSSONO RIDARE!
    Forse, per quanto potrà sembrare assurdo, paradossale, più che chiedere pensioni, o esoneri, o gradualità, o scivoli, potremmo provare a pretendere lavoro! Magari lavoro all’interno degli enti pubblici, o delle municipalizzate! Di quanti anni ci ha allontanato la pensione, la riforma Bersani-Fornero? Di 3? Di 4? Di 6? Di 7? Ebbene: una corsia preferenziale per lavorare 3, 4, 6, 7 anni in Comune, in Provincia, in Regione, presso una ASL, presso una municipalizzata, presso una cooperativa che fornisce servizi a un ente pubblico. Presso un’azienda privata alla quale il pubblico, lo Stato, riserverà un trattamento fiscale un po’ più favorevole… qualcosa del genere, insomma.

  28. Ma vuoi vedere che questi, per correzione profonda della riforma delle pensioni, intendono che ce le devono allontanare ancora di più, facendoci versare contributi più salati e diminuendo (nel senso che daranno pensioni più basse) i coefficienti per i calcoli degli assegni?

  29. Speriamo in un meteorite sul quirinale e Montecitorio, ma con tutti dentro!

    nessun voto a chi ha RUBATO le pensioni!!

  30. Ma come possiamo credere a sti pagliacci!!
    leggete quest’articolo, interessante!!

    http://www.informarexresistere.fr/2013/01/22/tutte-le-bugie-di-bersani-agli-elettori-lo-stile-berlusconiano-del-pd/

    nessun voto a chi ha RUBATO le pensioni!!

  31. Riforma delle pensioni: Esodati, non esodati,precoci, mobilitati,ecc.ecc., insomma tutti i lavoratori ultra50enni con 35 e oltre anni di contributi già maturati e che un lavoro non ce lo hanno più, devono poter andare in pensione con la vecchia riforma, il governo dovrà attuare una gradualità almeno fino al 2018,passando da quella data in poi all’applicazione della nuova riforma, che si spera anch’essa rimodulabile perchè esagerata, in un momento di così forte recessione !!!!!!!!!!!!! Solo così a queste condizioni, potrei forse ritornare sui miei passi e votare di nuovo per il P.D.!!!!!!!!!!

  32. Mengo, facciamo fino al 2019: non mettiamo limiti alla provvidenza!
    A me, ad esempio, andrebbe benissimo quella frase della 5103 che, se non la interpretammo male, diceva che sarebbero stati esonerati quei lavoratori che, alle precedenti condizioni, avrebbero maturato il requisito pensionistico (e non percepito la pensione!) entro 24 mesi dal termine effettivo della mobilità, anche preceduto da un periodo di cassa integrazione.

  33. Ho letto l’articolo segnalato da vecio, e lo trovo molto condivisibile, Non solo anch’io sono portato a giudicare Bersani uno che cambia le proprie dichiarazioni con troppa disinvoltura, e che ritenere che discutere con Monti su scelte di governo, sul Mali, sui bilanci europei e sulla scelta dei Prefetti non sia prendere accordi, è cosa risibile, ma ci aggiungerei due pezzi da novanta, di cui Bersani, secondo me, non parla:
    – la manovra di 7, 8 MILIARDI dovuta a quel -1% di PIL.
    – e la questione di quella Sanità Pubblica dichiarata non più sostenibile dallo stesso Monti! Altro che riduzione delle tasse!
    Inoltre, ma su questo non mi dilungherò, non solo ridurre le tasse in questo momento farebbe lievitare ancora di più i prezzi, ma perché ridurle le tasse, quando sarebbe più naturale evitare di introdurre quelle nuove, come la TARES e l’ILVA al 22%!

    Ma Bersani anche a livello locale ha lasciato un scia: nel 2007, in occasione di una visita a sostegno di un candidato sindaco del PD, ufficializzò (non “annunciò”, né tanto meno “promise”!), a dei lavoratori finiti in mezzo ad una strada, una NewCo che li avrebbe ricollocati tutti quanti! E lo fece addirittura in veste di Ministro dello Sviluppo Economico dell’allora governo Prodi!
    Presi i voti il candidato del PD, e vinte le elezioni al primo turno, di quella NewCo, semplicemente non se ne seppe più nulla!
    Allo stato dell’arte, ai lavoratori italiani, compresi quindi quelli ai quali aveva ufficializzato quella NewCo, con la riforma delle pensioni Bersani-Fornero, la pensione gliel’ha allontana e ridotta ulteriormente!

    Come si dice: “Vatti a fidare degli amici!”.

    E pensare che Bersani non si sente traditore di nulla e di nessuno, e parla di onestà, ovvero della prerogativa di dormire sonni sereni, e di potersi guardare allo specchio senza avere nulla da rimproverarsi!

  34. Nessun sistema contributivo! E’ esattamente quello che vogliono per far finta di venirci incontro. Quote, quote, quote….

  35. Cesare se il PD vuole il nostro voto vogliamo sentire cose chiare in campagna elettorale e proposte contro lo scempio della riforma pensioni della Fornero. Volete capire o no che non è solo questione di esodati la cosa è più profonda. L’iniquità e l’ingiustizia di quella riforma vanno cancellate. Cesare l’unica vera riforma che ha fatto Monti (votata da voi!!) è stata quella delle pensioni ovvero una mazzata disumana ai soliti noti ora basta! è ora di cambiare.

  36. 60 anni, 37 anni di contributi, disoccupato.
    Le chiedo di rasserenare il mio incerto futuro.
    Chiarezza d’ intenti esplicita e senza ma o se.
    E’ un suo dovere ristabilire ciò che l’ ultima ingiustizia sociale Fornero ha provocato.
    Niente voto a chi non s’ impegna a ristabilire le vecchie quote per la pensione.

  37. 57 anni, 40 di contributi forse le sembrano pochi( lavoratore precoce inizio lavoro 15 anni) non ammetto assolutamente deroghe hai 40 anni che sono un sacrosanto diritto e questo voglio sentire dagli esponenti pd altrimenti il mio voto ve lo scordate(e spero non solo il mio) e soprattutto non voglio assolutamente aggiustamenti tipo la 5103,flessibilita’ in uscita(ma che vuol dire) ecc. ecc.

  38. 58 anni di età, 36 di contributi, licenziato per soppressione del ruolo, senza nessun ammortizzatore , una famiglia da mantenere.
    Il lavoro no lo trovo ho inviato 170 Cv in tutta italia. Ho fatto 10 colloqui (ma son troppo vecchio).
    Cosa devo fare io crede già di avere dato come tanti altri nella stessa situazione. Ma la politica cosa fa ..pensa alle banche?

  39. Lo sporco “sotto il tappeto” deve essere tirato fuori adesso!!! Io personalmente se non vedrò chiarezza voto e invito a votare la protesta che , magari non risolve il problema ma almeno toglie qualche poltrona a chi vuole una verità omertosa.
    Franco56(esodato? con 37 anni in fonderia)

  40. Caro Onorevole Damiano ,
    volevo inforrmarLa che , come avevo promesso all’indomani della meravigliosa riforma delle pensioni che tutto il mondo ci invidia alle prossime elezioni non votero’ PD a differenza di come come avevo fatto nei precedenti 39 anni nei quali avevo votato per la sinistra . Inoltre sto proseguendo con buoni risultati nella attivita’ di far cambiare idea a tutti conoscenti e non ( attraverso contatti diretti\social network\e-mail ) che abbiamo una minima intenzione di votare PD e non solo ma suggerisco loro di aiutarmi a convincere altri in questa opera meritoria di demolizione del PD , a tutti i commentatori di questo suo blog un caldo invito a fare altrettanto , a Lei invece faccio i complimenti in anticipo per la sua elezione,che come spero durera’ qualche mese il tempo di tornare a votare , e a farvi raggiungere il minimo storico di voti ( il mio sogno e’ la vostra estinzione ma capisco che sto chiedendo troppo i miracoli non avvengono mai per la gente comune )
    Ne approfitto per complimentarmi con Lei e con suoi colleghi per i risultati ottenuti con il Professor (?) Monti in questo ultimo anno di governo penso che nessun nei millenni avvenire potra’ fare peggio di voi , per riparare al disastro che avete prodotto serviranno ( con altri politici non certo con voi ) almeno 10 anni .
    i miei ossequi a Lei e a tutti i suoi colleghi

  41. la 5103 e’ una presa in giro secondo voi dopo 38 anni di contributi a 58 anni dovrei optare per 1/3 della pensione per far bello l’onorevole damiano.parliamo invece di cose serie ad esempio dei lavoratori precoci ho’ iniziato a lavorare non ancora quindicenne(ora ne ho’ 57)vorrei sapere se per la nostra categoria ha’ qualche novita’ nel programma del suo partito.mi sembra come per gli esodati,un trattamento di riguardo verso la categoria di cui faccio parte come minimo sia dovuto.

  42. on.le Damiano, se avete le PALLE, dovete strappare tutto quello fatto dalla FORNERO
    La riforma delle Pensioni non è farina del suo sacco, l’hanno tirata fuori da un cassetto, la professoressa o meglio la pappagalla di turno l’ha proposta e gli asini in Parlamento l’hanno votata.
    Ma la cosa grave è che l’idea di quello schifo di riforma era ed è di quel pluripensionato di Giuliano Cazzola del PDL che percepisce una pensione di 13.220 Euro al mese tra l’altro esent tasse …
    CHE SCHIFO E’ QUESTO ?
    Sono un dipendente pubblico con 60 anni e 38 di contributi.
    Ho avuto solo la sfortuna di essere nato nel 1952, lavoro al Parco d’abruzzo, dopo il castigo della riforma Fornero, speravo nel prepensionamento previsto dal DL 95/2012 , invece altro imbroglio, perpetrato questa volta da parte dei funzionari della Funzione Pubblica avallati da quelli del MEF.
    Cosa sono stati capaci di fare? nel DPCM di attuazione sulla Spending Review del 23/1/2013, l’Ente Parco con una Pianta Organica di 42 unita e 120 dipendenti IN SERVIZIO, pagati dallo Stato Italiano non ha personale in soprannumero.
    SCANDALOSO!!!!!!!! spero che la Corte dei Conti riveda questo DPCM firmati da Patroni Griffi per il presidente MONTI e un mese dalle Elezioni e lo annulli.
    Spero solo in voi, mi auguro che il suo partito vinca le prossime votazioni, e soprattutto che l’on.le FASSINA diventi il Ministro del Lavoro per il bene dei Lavoratori, dei Disoccupati e dei Pensionati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...