Martedì 15 gennaio, su EUROPA un articolo di Cesare Damiano

logo-europaquotidiano-300x52 PIU’ STATO SOCIALE, NON MENO LA NOSTRA DISTANZA DA MONTI
Annunci

46 Risposte

  1. On.le Damiano, Lei ha il gusto sadico di continuare a prenderci per i fondelli.
    Ma che razza di articoli scrive?
    Da un lato si parla (giustamente) di distanza da Monti e dall’altro il PD non smette di corteggiarlo..
    C’è qualcosa che non quadra o forse la modestia dei miei pensieri non mi consente di capire come stanno le cose?
    Vuol parlare chiaro una buona volta?
    Vuol far capire anche a noi che intende fare realmente il PD?
    Anche sul tema delle pensioni non c’è una posizione netta come quella invece di RIVOLUZIONE CIVILE.
    Si parla sempre e solo degli esodati, coi quali sono solidale..ovviamente!
    In tutte le occasione in cui si accenna alla necessità di correggere gli errori (GROSSOLANI) della riforma non manca mai l’espressione “a partire dalla quesione dei c.d. esodati”.
    Perchè oltre al dato di partenza non si prosegue dicendo chiaramente quale sarebbe (ove mai ce ne fosse l’intenzione) il prosieguo?
    Perchè, per esempio, non accenna a come riformulare eventualmente le pensioni di anzianità, cancellate con un colpo di spugna dalla sera alla mattina, col tradimento IGNOBILE del PD?
    Visto che scrive articoli ogni giorno perchè non ne scrive uno che risponda alle domande che mi sono permesso di rivolgerLe?

    Dipendente pubblico ex quota 96, ex elettore PD

  2. Sottoscrivo Leonardo
    a damiano ma lei ci è o ci fà e la finisca una buona volta di scrivere sempre la parola esodati ma alla fine della fiera chi sono gli esodati non si è capito almeno io non l’ho capito se mi illumina
    oltre ai famosi deve sapere che ci sono migliaia di cittadini con i diritti acquisiti che la riforma della MALEDETTA ha messo in ginocchio senza stipendio o pensione per 4 0 6 anni persone over 60 disoccupati lavoratori precoci che ne hanno piene le PALLE di lavorare o di cercare un lavoro che non c’è si dia da fare visto che il suo lavoro non è come quello di un operaio o altri lavori faticosi che ti succhiano l’anima giorno per giorno scriva chiaro una buona volta quello che intende fare il piddi e dica a bersani che la deve finire di parlare sempre con anbiguità e che quando fa un discorso di finirlo altrimenti non si capisce niente o è una tattica per dire e non dire?

    altrimenti NESSUN VOTO A CHI HA RUBATO LE PENSIONI
    W RIVOLUZIONE CIVILE

  3. Alcune osservazioni all’articolo.
    1) Per la precisione, il 37% di disoccupazione dei giovani (come ha comunicato anche di recente l’ISTAT) si riferisce al totale dei giovani 15-24 anni che sono occupati, non al totale dei giovani 15-24.
    2) Sempre per la precisione, il tasso di disoccupazione dell’11% è influenzato dal trasferimento di circa 700 mila “inattivi” (che non hanno un lavoro, né lo cercano) a “disoccupati”, che il lavoro non lo hanno ma lo cercano.
    3) Fa piacere che l’ex ministro del Lavoro ed ex funzionario CGIL on. Damiano parli di “ammortizzatori sociali universali”, ma questo è in contraddizione con l’affermazione “rallentando l’introduzione della nuova Aspi”, perché: a) le risorse sono limitate; b) conservare la CIG, che non è universale, significa continuare a non volere ammortizzatori sociali universali; c) occorre quindi estendere l’ASPI e renderla universale (reddito minimo di cittadinanza adeguatamente disciplinato, affiancato da servizi attivi per il collocamento ed il ricollocamento e per la formazione).
    4) Sarebbe ora che l’on. Damiano smettesse l’abito di ex funzionario sindacale (che tutela gli occupati) e avesse una visione da politico (che tutela tutti, anche i disoccupati), senza farsi condizionare troppo dai sindacati, contrari al reddito di cittadinanza universale perché toglierebbe loro potere.
    5) Infine, la vera variabile critica dell’Italia e del Sud in particolare è il tasso di attività femminile, non solo dei giovani.

  4. Sopra…ha parlato o professore ….

  5. Riporto i passi dell’Agenda Monti relativi a: 1) questione femminile; 2) reddito di cittadinanza; e 3) imposta patrimoniale.
    Come si vede, almeno per questi 3 obiettivi, Monti (anche se 2 giorni fa, smentendo se stesso, ha detto NO alla patrimoniale) sembra più avanti di Damiano.

    1) QUESTIONE FEMMINILE
    “Le donne nella Società e nell’economia italiana
    Il ruolo delle donne nella vita economica e sociale italiana merita una riflessione a parte. L’Italia non potrà dispiegare il proprio potenziale di sviluppo economico se non riuscirà a valorizzare maggiormente le donne. Come ha stimato la Banca d’Italia, se raggiungessimo il traguardo fissato dal Trattato di Lisbona – un’occupazione femminile al 60 per cento –‐ il nostro Prodotto interno lordo aumenterebbe del 7%”.

    2) REDDITO DI CITTADINANZA
    “Reddito di sostentamento minimo, condizionato alla partecipazione a misure di formazione e di inserimento professionale”.

    3) IMPOSTA PATRIMONIALE
    “Per la prossima legislatura occorre un impegno, non appena le condizioni generali lo consentiranno, a ridurre il prelievo fiscale complessivo, dando la precedenza alla riduzione del carico fiscale gravante su lavoro e impresa. Questa va comunque perseguita anche trasferendo il carico corrispondente su grandi patrimoni e sui consumi che non impattano sui più deboli e sul ceto medio. Servono meccanismi di Misurazione della Ricchezza oggettivi e tali da non causare fughe di capitali. In questo modo il fisco diventa strumento per perseguire anche obiettivi di maggiore equità nella distribuzione del peso dell’aggiustamento”.
    http://download.repubblica.it/pdf/2012/politica/agendamonti.pdf

  6. Il PPE considera Monti come il proprio candidato: pensa te a chi da il voto chi sostiene il PD di Bersani!

    Vorrei dire due cose su alcune proposte di Berlusconi. Una proposta che ha fatto è quella di eliminare l’IMU sulla prima casa: mi va benissimo! Poi ne ha fatta un’altra: detassare le assunzioni per un periodo fino a 5 anni, compreso l’onere di versare i contributi previdenziali da parte delle aziende: secondo me, questa proposta, potrebbe essere molto buona, infatti, con la disoccupazione ai livelli in cui è, un disoccupato resterà tale per molto tempo ancora. Allora la domanda è: meglio un disoccupato che, in quanto tale non paghi le tasse, non produca niente, e comunque qualcosa finirà pure col consumarla, visto che per vivere si deve pur mangiare, e che magari lavorerà in nero, o meglio un disoccupato che lavori, assunto in regola, a tempo indeterminato, per il quale sì, il datore di lavoro non pagherà le tasse per 5 anni, ma che produrrà qualcosa, sarà socialmente inserito nel giusto contesto, e via dicendo in questa direzione? È vero che resterebbe aperta la questione sul come compensare i contributi previdenziali che gli dovrà versare l’INPS, al posto del datore di lavoro: ma per i cassa integrati e i mobilitati che, non lavorando non producono niente, non è ugualmente l’INPS, a versare i contributi?
    In definitiva questa proposta di Berlusconi mi parrebbe buona, perché spezza quel presupposto ormai diventato praticamente insostenibile del tutto o niente.
    Ultima proposta che, se non ci ho capito male, ha fatto Berlusconi, consisterebbe nel dare la possibilità, a chi volesse avviare un’attiva in proprio, di farlo, all’inizio, preoccupandosi di rispettare le regole, ma partendo subito, subendo i controlli del caso in un secondo momento e, sempre se non ci ho capito male, anche in questo, venendo sollevato dall’onore di dover pagare regolarmente le tasse, almeno per un periodo iniziale. In effetti, la difficoltà di chi volesse avviare un attività in proprio, non sta solo nel disporre di un capitale iniziale, ma anche nel dover adempiere a tutta una serie si oneri fiscali. Per chi una particolare attività la riceve in eredità come attività di famiglia, con una clientela, un portafoglio ordini già acquisito, è una cosa: per chi volesse provare a partire da zero, l’idea di dover pagare delle tasse a prescindere, da subito, indipendentemente da come ti va, è, effettivamente, un grosso impedimento. Un mio amico, che aveva intenzione di tentare una certa attività, ha provato ad aprire una partita IVA, ma l’ha dovuta richiudere praticamente subito dopo.

    Con questo cosa voglio dire? Di votare Berlusconi? No. Non sto dicendo questo, Però sto dicendo che delle idee, a Berlusconi, gli vengono… magari saranno anche idee finalizzate ad accalappiare consensi, avendo poi in mente altre finalità… ma quelle idee, prese a sé, se invece che a Berlusconi venissero ad una persona della quale riterremmo di poterci fidare, non sarebbero buone?

  7. Dedicato ai gonzi, che come si sa in Italia abbondano:

    Gli ‘esodati’ e il Pifferaio magico
    http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2767799.html

  8. Damiano, ormai lo sapete che Rivoluzione Civile vi sottrarrà un mare di voti, compresi i nostri, cioè quelli dei gli ex quotisti, rapinati del diritto alla pensione ( e siamo tantissimi ), sino al punto di mettere in pericolo la vostra eventuale vittoria in alcune regioni ed in particolare al senato.
    Ma ve ne fregate, evidentemente, o fingete di fregarvene, ed ancora non siete capaci di mettervi d’ accordo, circa la portata degli interventi da farsi sulla maledetta riforma pensionistica, cioè se vi limiterete a dare il contentino ad un pò di esodati o se, conti interessati alla mano, riporterete un pò di equità col ritorno alle quote.
    Fatelo presto, chiudere la stalla, quando i famosi buoi sono scappati, è da masochisti !
    Un pensionando ex quotista, già elettore PD, che trova nel programma di Ingroia quella equità e giustizia da voi rinnegata.

  9. Ho scritto ad INGROIA di un chiarimento sulla riforma delle pensioni
    ecco la risposta :

    Innanzitutto grazie: la voglia e la partecipazione di tutti noi è fondamentale per una buona Rivoluzione civile.
    Per ora sul sito c’è il manifesto con i 10 punti che ha dato il via alla nostra Rivoluzione Civile, lo trovi a questo link: http://www.rivoluzionecivile.it/manifesto-io-ci-sto. Entro questa settimana, poi, sarà pronto il programma organico del nostro progetto politico, nel quale troverai risposta a tutte le tue domande e dubbi. Possiamo intanto dirti tranquillamente che siamo orgogliosamente e fieramente contrari alla riforma Fornero. A breve sul sito sarà presente anche un’area tematica dove potrete segnalarci le vostre idee. Abbiamo bisogno del contributo di tutti e tutte!

    Fare un giro sul suo link non costa niente
    un saluto a tutti

  10. Ingroia presumibilmente nel prossimo governo non conterà nulla, soprattutto se, togliendo voti al PD, favorirà indirettamente gli altri partiti (B. o M.). In ogni caso, sarei curioso di sapere, stante il vincolo del pareggio di bilancio, se tra le sue risposte c’è anche l’indicazione della relativa e obbligatoria copertura finanziaria. Ma che sia congrua, in rapporto all’eliminazione sic e simpliciter della riforma Fornero delle pensioni (che è una misura strutturale, cioè permanente), credibile (ad es. NON la lotta all’evasione) e non già indicata per altri tipi di spese (che so, la patrimoniale, per finanziare il costoso reddito di cittadinanza).

  11. Il PD i voti se li sta togliendo da solo ! Forse non si vuol capire che la gran parte di coloro che stanno/stiamo manifestando la volontà di votare per Rivoluzione Civile , sono/siamo elettori schifati dal PD . Schifati dall’appoggio incondizionato alla macelleria sociale del Governo Monti-Fornero , schifati dall’inconsistenza delle dichiarazioni che si fanno nelle apparizioni televisive e che non dicono nulla di buono rispetto alla soluzione dei problemi di cui trattiamo in questi forum . Mi pare evidente , che qualcuno non coinvolto , non riesca minimamente a percepire la gravità delle nostre ragioni….
    Ribadisco : fra l’incerto successo di Rivoluzione Civile (tutto da dimostrare) e la certa deriva filo Montista e filo destrista di Bersani & Co. , MILLE VOLTE RIVOLUZIONE CIVILE !!!!

    (Il PD è ancora in tempo : dichiari , CHIARAMENTE , come fa Rivoluzione Civile, di voler ABROGARE e riscrivere la Riforma delle Pensioni)

  12. Damiano parla di più stato sociale, ma sa questo di cosa parla ?

  13. @ EMERSON60, in mercoledì, 16 gennaio 2013 alle 20:28
    Ingroia ha scritto: “siamo orgogliosamente e fieramente contrari alla riforma Fornero.”, purtroppo, questo, come mi pare fai notare anche tu, da solo, non basta. Infatti c’è bisogno di capire, e si conoscere, cosa Ingroia proporrebbe al posto della riforma delle pensioni.
    Le cose proponibili non sono poche, perché si può partire da niente, ovvero tornare letteralmente indietro alle condizioni ante-riforma, impegnandosi a recuperare quei 20 MILIARDI annui di gettito dall’evasione e dalla corruzione, oppure, ahimè, più verosimilmente, prevedere comunque una riforma delle pensioni, anche se mitigata: sì, ma in quali termini?
    Io, ad esempio, ai tempi della riforma delle pensioni, lessi, trovandolo sul blog di Di Pietro, la controproposta dell’IdV! Secondo me, scusate la franchezza, ma faceva ridere, come contro proposta, perché, per quel che ricordo, in molti casi veniva giocata addirittura sui decimali, rispetto alla riforma Bersani-Fornero! Magari, dove la Bersani-Fornero prevedeva 6 anni di lavoro in più, la controproposta dell’IdV riusciva a scendere a 5, 8! O roba del genere! Anche Di Pietro, si dichiarava contrario alla riforma delle pensioni! Ma poi, questa “contrarietà”, ma declinata! Già mi pare strano, ad esempio, e tra noi dobbiamo dircelo, che Ingroia abbia pubblicato un decalogo nel quale, guarda caso, per l’abolizione della riforma delle pensioni, non ci sarebbe stato spazio! Per Ingroia, rispetto all’abrogazione della riforma delle pensioni, già ci sono altre dieci cose che, quanto ad importanza, ad urgenza, ad impatto, verrebbero prima!
    E non solo: alla data odierna, Ingroia rende noto che un elaborazione dettagliata su cosa intenderebbe fare RC, riguardo la riforma delle pensioni, sarà disponibile prossimamente!
    Ma se la riforma delle pensioni è stato il primissimo argomento toccato da Monti-Bersani-Fornero, a partire dal dicembre dell’anno scorso, solo per questo motivo “temporale”, dovrebbe averci la precedenza su tutti gli altri argomenti, no?
    Dovrebbe avere la precedenza sugli altri temi anche in ragione del gettito che procurerà alle casse dello Stato: 20 MILIARDI l’anno!
    Dovrebbe averci la precedenza anche in ragione del fatto che tale riforma ha messo in mezzo ad una strada bel 400.000 lavoratori, e si tratta di un numero stimato che potrebbe anche essere più grande: i così detti esodati!
    E invece no! Nel decalogo di Ingroia, la riforma delle pensioni non ha trovato posto!

    Sentite a me: la riforma delle pensioni, non la ritratterà nessuno, perché alla politica, 20 MILIARDI di euro l’anno, fanno di un comodo che noi non ci possiamo nemmeno immaginare! Hai voglia a comprarne, di armi, con 20 MILIARDI l’anno! Hai voglia a commissionarne, di opere pubbliche, dando corda ai costruttori, sulle quali, come dice l Corte dei Conti, farci una cresta del 40%, con 20 MILIARDI l’anno! Hai voglia a mantenerne di clientelismi, di parentadi, si sodali di casacca, di consorterie di partito, con 20 MILIARDI!
    Nessuno ci sputerà mai sopra, su una cifra del genere!
    Sai a quanti evasori, corrotti e corruttori dovrebbe andare a rompere le uova nel paniere, un partito che volesse rinunciare a quei 20 MILIARDI di euro? Sai quanto diverrebbe impopolare, un partito così?

    Mi sa che anche con in Igoia, quanto a riforma delle pensioni, nisba!

  14. @Elson Carefalding :
    Se prestiamo fede alle affermazioni di Brunetta (che dovrebbe conoscere i conti meglio di noi) , la Riforma , anche sotto il profilo del risparmio per le finanze dello stato è stata un flop . Un invito : non cadiamo preda della rassegnazione , stiamo vigili e cerchiamo di condizionare , per quel che possiamo , il dibattito politico , mostrando unità di intenti (l’unione fa la forza) , nella consapevolezza che potremmo rappresentare una forza perfino di ben oltre un milione di elettori . Cerchiamo di far giungere questo messaggio ai partiti e poi però diamoci una scadenza , dopodichè agiamo senza più dubbi e tutti concordi . Io , l’ho scritto più volte ,
    non ho alcuna fiducia nel PD , del quale in tutte le elezioni a tutti i livelli e fino a ieri sono stato elettore . Attendo che si esprima con chiarezza Rivoluzione Civile…..

    Pensioni: Brunetta, fallimento riforma Fornero,10 mld per errore esodati
    ‘Su 13 miliardi attesi, produce piu’ costi che benefici’ (Il Sole 24 Ore Radiocor ) – Roma, 13 nov – “Dal dibattito in commissione Bilancio e’ emerso chiarissimo che la riforma Fornero e’ stata un fallimento totale: sta producendo piu’ costi che benefici, costi finanziari e costi sociali in termini di allarme sociale e di distruzione di capitale umano e di coesione”. Lo ribadisce il co-relatore al Ddl Stabilita’ alla Camera, Renato Brunetta (Pdl), dopo il via libera all’emendamento che salvaguarda ulteriori 10mila esodati. Brunetta rimarca in particolare, citando stime di Cesare Damiano (Pd), che “dei 13 miliardi di benefici attesi dalla riforma, 10 miliardi sono gia’ stati spesi per assorbire il tragico errore degli esodati”. La riforma, insiste, “non serviva in questo momento, ha causato squilibri nel mercato del lavoro, prodotto un’accelerazione e un eccesso di pensionamenti ed e’ fuori sintonia con la congiuntura”. E conclude: “Non sono queste le riforme che servono al Paese”.

    Visualizza altro http://archivio-radiocor.ilsole24ore.com/articolo-1127763/pensioni-brunetta-fallimento-riforma/#ixzz2IDtb2Xbw

  15. Elson Carefading , senza la elle….Chiedo scusa

  16. Quello che sta succedendo e che a me non stupisce affatto e’ che il PD dopo avere inciciuciato per 20 con il Berlusca, adesso dopo lo squallido e finto teatrino con monti, si vuole accordare.Come e’ evidente il PD non ha perso il vizio di prostituirsi ma spero che i suoi elettori non vogliano prostituirsi assieme a Damiano, Fassina, Bersani ecc. Ecc.
    Dall’altra parte e’ invece evidente il vero scontro tra le due destre, scontro vero perché alla LEGA hanno mandato la finanza per le quote latte ed e’ tutto dire..scontro vero perché il Berlusca e i suoi hanno da tempo capito che se vince bersani/ monti se lo mangiano vivo e pertanto il Berlusca e i suoi sanno quanto e’ importante per loro mantenere in qualche modo il potere e sanno quanto e’ importante la massa critica elettorale e pertanto sanno che se giocheranno bene la carta pensioni oltre a quella IMU mandano a scartafaccio e per sempre il duo o anche trio monti/Bersani/casini…
    A voi la giusta riflessione su chi votare…

  17. Questa volta mi trovo d’accordo con VINCESKO su Ingroia ed anche su Grillo.
    Nel senso che non avranno peso saranno messi subito all’opposizione e dopo un paio d’anni della legislatura disgregati con passaggi di casacca opportunistica qua e la…
    Altra cosa e’ invece votare un partito gia’ strutturato anche se indecente e purtroppo non abbiamo alternative visto lo schifo che sta facendo il PD appiattito sulle posizioni montiani che sono quelle di continuare ad arricchire la Germania a nostro discapito.

  18. Credere all’utile idiota Brunetta è da utili idioti. Non conosco i numeri esatti e so che i risparmi della spesa pensionistica nel 2012 (ne ha scritto anche Cesare Damiano qui) sono dovuti OVVIAMENTE alle riforme Damiano (2007) e Sacconi (2010 e 2011). Ovviamente, perché la riforma Fornero è entrata in vigore dal 2013 e produrrà i suoi ingenti risparmi nel corso dei prossimi decenni.

  19. ”Accordo con Monti anche se prendiamo il Senato”

    Ma chi mai avrà mai pronunciato questa fatidica frase dal contenuto chiaro su tutta la linea del prossimo Governo.

    Agenda Monti/Bersani
    – art. 18 – non si tocca nulla;
    – Pensioni – solo piccolissimi ritocchi per pochi fortunati.

    Mi chiedo come potete ancora sperare dal pd un vero cambiamento della riforma delle pensioni VOLUTA E VOTATA DAL PARTITO CHE SI DEFINISCE DI CENTROSINISTRA.

    Io personalmente non sono riuscito ad ascoltare il Dalema fino in fondo in quanto ho avvvertito dei forti conati di vomito.

    http://video.repubblica.it/dossier/elezioni-politiche-2013/d-alema-accordo-con-monti-anche-se-prendiamo-il-senato/116483/114910

    NESSUN VOTO A CHI HA TAGLIATO LE PENSIONI!

  20. Per l’esattezza storica, contro la disinformazione ad opera dei paranoici contaballe. Per compensare l’abolizione dell’ICI sula prima casa dei ricchi e dei più abbienti, il duo Berlusconi-Tremonti tagliò anche la spesa sociale dei Comuni (destinata ai poveri), prima del 75% (DL 78/2010) e poi di un ulteriore 15% (DL 98/2011), per un totale del 90%!
    Pier Luigi Bersani ha proposto una riduzione dell’IMU sui percettori di redditi medio-bassi, aumentando la franchigia da 200 € a 400-500 €; compensandola con un’imposta patrimoniale sulla ricchezza immobiliare superiore a 1,5 mln. Che, al netto della mia personale contrarietà assoluta, per un fatto di EQUITA’, ad un trattamento prioritario per i PROPRIETARI di immobili e non per i LOCATARI di immobili, che stanno molto peggio, costituisce un esempio preclaro di REDISTRIBUZIONE del reddito, tipica politica di sinistra.
    Come si vede (e come dimostrarono i dati della Banca d’Italia dopo il 2° governo Prodi), Csx e Cdx uguali NON sono affatto.

  21. Rivoluzione Civile non conterà nulla, ma SEL conterà molto e votandola non si favorirà il Cdx. Elementare, Watson. (Ma si sa che la logica per gli intelligentoni di estrema sinistra è come il cinese per me).
    Sia Bersani che Vendola devono essere saggiamente prudenti e pragmatici e tener conto dei costi, ma hanno detto che interverranno sulle pensioni.

  22. Vincesko, in giovedì, 17 gennaio 2013 alle 12:16 ha detto:
    Sia Bersani che Vendola devono essere saggiamente prudenti e pragmatici e tener conto dei costi, ma hanno detto che interverranno sulle pensioni.

    ***************************************

    se non si specifica COME ,
    uno è anche autorizzato a pensare che “l’intervento” potrebbe pure essere peggiorativo…o no ???

  23. Quante volte hanno detto che interverranno sulle pensioni ,un sacco di volte, ma mai come. Solo parole, mezze frasi riguardo gli esodati, PUNTO, come dice Bersani. poi per farti capire come stanno le cose e come procederanno, anche a riguardo la riforma pensioni dicono ( e tu elettore valuta) indipendentemente, dovessimo alle elezioni ,vincere sia alla Camera che al Senato, apriremo al centro per governare assieme e portare avanti l’agenda Monti, tanto cara all’Europa. Capito? Quindi ,tutta la vita , voto RIVOLUZIONE CIVILE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  24. Vincesko , sono indeciso se mandarti a cagare o lasciarti perdere perchè non meriti attenzione : ma si ti lascio perdere….
    (aggiorna un pò il tuo frasario , sempre le stesse battutine del cavolo : sei noioso…)

  25. Vincesko , sono indeciso se mandarti a cagare o lasciarti perdere perchè non meriti attenzione : ma si , ti lascio perdere….
    (aggiorna un pò il tuo frasario , sempre le stesse battutine del cavolo , sei noioso…)

  26. Ormai ho deciso: anch’io, come altri, voterò Vendola (abbandonando il PD), nella speranza che all’interno della coalizione di centro-sinistra possa raggiungere un certo peso, tanto da poter far valere le proprie posizioni circa le correzioni da apportare alla riforma pensionistica. Se non ci sarà la copertura finanziaria per abrogarla completamente, credo che la si possa almeno riscrivare con maggiore gradualità, tenendo conto di TUTTI e non solo degli esodati ….che alla fine (pur avendo mille motivi per pretendere di essere salvaguardati) diventerebbero solo dei PRIVILEGIATI, a scapito dei lavoratori LICENZIATI, MOBILITATI e PRECOCI!

  27. @ Franco.
    Per la “elle”, nun te preocupa’: fossero quelli, i problemi.
    Hai colto benissimo il mio stato d’animo, quanto allo scoramento. Anch’io, praticamente da sempre, voto a sinistra e, a dire il vero, prima votavo più a sinistra del PD. Poi mi sono un po’ “moderato”, ma più di voto che di idee.
    Guarda, sarà strano, ma Monti, al momento, e quello che mi sta sul gozzo più di tutti! E a dire il vero, anche Bersani mi è proprio cascato sui… Di Pietro l’ho seguito a lungo, sul suo blog, almeno da ottobre del 2011, e per me non è un soggetto di cui potersi fidare.
    Ingroia non è che lo conosca, da quello che per il momento pare dica, mi sembrerebbe il migliore da sostenere, però… però, quanto sia schifosa la politica, l’ho scoperto, alla mia non più tenera età, praticamente proprio in questi ultimi anni e, in particolare, con il governo Monti e i sostegno che gli ha dato Bersani. In ragione di questo temo che Ingroia alla fine possa risultare essere solo la sponda laterale utile al PD per raccattare i dissensi. Tanto, poi, che gli fai, a Ingroia, quando avrà preso i tuoi voti e, di fatto, li avrà deposti ai piedi di Bersani che, a sua volta, li andrà deporre ai piedi di Monti che ci governerà insieme a Casini e Fini?
    Solo questa è la mia preoccupazione. Per questo vorrei che Ingroia non si preoccupasse né della desistenza e né di fare accordi con il PD.
    Quanto al fatto che Ingroia sarebbe per l’abrogazione della riforma delle pensioni, il fatto che però, lui, da solo, non è cosa che possa fare, non è un dettaglio da trascurare: tutto sommato, che difficoltà c’è, a promettere una cosa per la quale l’eventualità di poterla effettivamente dare, dovesse essere praticamente nulla?
    Anche Damiano, annunciava la 5103! Ma quando? Quando era certo che con Monti e la Fornero non sarebbe passata mai! Facile, farsi bello in quel modo. Ora che si candida come parlamentare, di riproporre la 5103, invece, a me sembra che non ne abbia nessuna intenzione.
    Non vorrei che questo meccanismo valesse pure per Ingroia.

  28. @Franco
    E’ già la terza volta che mi attacchi gratuitamente.
    Tempo fa hai scritto che sei di intelligenza media. Io temo che, invece, tu sia sotto la media e che ti sia riconosciuto nel termine UTILE IDIOTA. Questa tua inconscia consapevolezza, però, dimostra che leggendomi stai diventando meno idiota. Ad maiora!

  29. Adelmo, non scrivere idiozie, ce ne sono già tanti qui…

  30. VINCESKO, Franco,
    Sono Giulio, vogliamo per cortesia rispettarci tutti ?
    Vogliamo saggiamente prendere in ognuno di noi quello che e’ piu buono ?
    Penso che siamo tutti sulla stessa barca e spesso l’incazzatura e’ tanta per come vanno le cose che vorremmo sbranare tutti…
    Se io personalmente ho offeso qualcuno chiedo scusa anticipatamente sopratutto a VINCESKO.
    Continuerò comunque a leggere tutti i vostri post perché ritengo che in fase come questa nulla vada sprecato perché ogni idea anche diversa ci aiuta a capire meglio tutta sta sarabanda che questi politici fasulli e dico tutti hanno messo in piedi.
    Grazie
    Ciao

  31. sono d’accordo con daniela…precoce 57

  32. Monti: ieri colloquio con tutti i leader.
    E la Camusso: “Colpa crisi non è sua”
    ===========================
    http://www.repubblica.it/politica/2013/01/17/news/monti_ieri_colloquio_con_tutti_i_leader-50720679/?ref=HREC1-4

    Signori, è un evento eccezionale, parla, parla pure pure lei, quella del numero magico, ma il letargo non è ancora finito; cosa mai l’avrà svegliata?

    Infatti, ci voleva un segretario di un sindacato per dire che la crisi è stata provocata da altri; non dice però che a peggiorarla Monti ha contribuito al massimo ed in particolare la situazione dei lavoratori dipendenti.

    Ora vada in cerca del numero magico che è stato smarrito insieme a tante altre conquiste degli ultimi 30 anni.

    Torni a dormire almeno non fa danni – ovviamente gli altri sono peggio del peggio.

    NESSUN VOTO A CHI TAGLIATO LE PENSIONI!

  33. SCrivete a Damiano ma lui non conta un CAZZO lui è solo un “Palo”!!!!! e un furbetto di partito. Gente comelui e Cazzola devono andare a lavorare. VF

  34. La Camusso l’ha svegliata il russare troppo forte di Bersani…..

  35. Franco ha riassunto con efficacia la situazione!
    Ma come è possibile che i lavoratori si iscrivano ancora al sindacato è un mistero tutto italiano!

  36. Signori, parliamo ancora di sindacato? Angeletti, Bonanni e la Camusso, le 3 dis -grazie, o addirittura paragonabili alle 3 scimmiette, ( non vedo non sento e non parlo,) Signori ,pagate le tessere e non fate rumore, sono in letargo. La FIOM. di Landini è l’unico sindacato che protesta , ma con un filo di voce. troppo poco per difendere i diritti dei lavoratori onesti. VERGOGNA,VI STATE GIà ADEGUANDO E SOTTOMETTENDO AL VOSTRO NUOVO DATORE DI LAVORO, VOLUTO DA BERSANI, IL DEMOCRISTIANO MONTI. E LE SUE ALI, CASINI E FINI PER IL BUON GOVERNO AIUTO,AIUTO SI SALVI CHI PUO’ !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  37. Vincesko, in giovedì, 17 gennaio 2013 alle 14:43 ha detto:
    Adelmo, non scrivere idiozie, ce ne sono già tanti qui…

    ************************************

    ma pensa te…

    ma ti accorgi o no che qui l’unico che si becca del cojone sei tu ???

  38. LA PAURA FA NOVANTA: IL PIANO PER LA COMPLETA ED EFFETTIVA RIFORMA DELLE PENSIONI FORNERO NEL PD NON C’E’ PROPRIO, ALTRO CHE!!

    “Monti mi deve aiutare a gestire il rapporto con Vendola “, è la posizione di Bersani. Ma non solo. Oggi la grande paura del Partito democratico è il lato dello schieramento occupato da Antonio Ingroia. Un movimento appena nato, che nei sondaggi continua a crescere e in alcune Regioni chiave può essere decisivo per le sorti della coalizione bersaniana. “Noi non possiamo abbandonare il campo della sinistra all’ex pm, non è possibile lasciare scoperta quell’area”.

    http://www.repubblica.it/politica/2013/01/17/news/patto_anti_berlusconi-50707357/?ref=HREA-1

  39. @adelmo
    Ho detto che hai scritto idiozie, non che sei un idiota. Perché l’hai pensato? Sei il solito masochista…

  40. dalla lettura dell’articolo di repubblica postato dal sempre gentile e attento renatofa vi è un esilarante sotteso invito di Bersani a Monti ad essere un po’ più vicino alla sinistra per non far incrementare i voti verso Rivoluzione Civile!
    E’ una vera comica!
    Monti che è più fascista di Mussolini dovrebbe …dire cose di sinistra.
    e viene invitato a farlo da Bersani che la sinistra la usa solo per le frecce della macchina(forse!)
    Capisco che Berlusconi sia ormai un capocomico ma Bersani è un degno concorrente!
    Tutto per difendere una banda di DELINQUENTI(Casini,Fini,Monti)

  41. Vincesko, in giovedì, 17 gennaio 2013 alle 18:22 ha detto:
    @adelmo
    Ho detto che hai scritto idiozie, non che sei un idiota. Perché l’hai pensato? Sei il solito masochista…

    ********************************

    tu invece del cojone lo prendi proprio da tutti in modo palese.
    così puoi evitare di pensare…

  42. renatofa, in giovedì, 17 gennaio 2013 alle 17:49 ha detto:
    LA PAURA FA NOVANTA: IL PIANO PER LA COMPLETA ED EFFETTIVA RIFORMA DELLE PENSIONI FORNERO NEL PD NON C’E’ PROPRIO, ALTRO CHE!!

    “Monti mi deve aiutare a gestire il rapporto con Vendola “, è la posizione di Bersani. Ma non solo. Oggi la grande paura del Partito democratico è il lato dello schieramento occupato da Antonio Ingroia. Un movimento appena nato, che nei sondaggi continua a crescere e in alcune Regioni chiave può essere decisivo per le sorti della coalizione bersaniana. “Noi non possiamo abbandonare il campo della sinistra all’ex pm, non è possibile lasciare scoperta quell’area”.

    ***********************************

    eppure …sarebbe così semplice.

    per recuperare i voti che scappano verso RC ,
    basterebbe proporre cose di sinistra.

    una di quelle è una totale,completa revisione della macelleria sociale Fornero.

    plain and simple.

    e si indichi COME si intende revisionarla.

  43. Ingroia , ieri 17 Gennaio , a “Radio anch’io” :

    Il leader di Rivoluzione civile, incalzato dalle domande, ha offerto alcuni spunti sulle proposte di governo della lista Rivoluzione civile. “Il sistema pensionistico italiano è iniquo e va cambiato, a partire dalla legge Fornero. Quella dei pensionati -ha aggiunto- è una delle categorie più bistrattate. E’ indispensabile cambiare il sistema e rivedere i pesanti tagli alle politiche sociali, anche con un braccio di ferro con l’Europa, puntando ad una ricontrattazione del fiscal compact” .

  44. Io , lo ribadisco ancora una volta , sono un ex tesserato ed ex elettore del PD (fino a ieri praticamente…) . Io e mia moglie 60enni , siamo stati entrambi gravemente danneggiati dalla macelleria sociale del Governo Monti-Fornero-Bersani (non cito PDL ed UDC ai quali nulla ho mai dato e dai quali nulla mi sono mai aspettato) . Ho smesso di considerare il partito come “la squadra del cuore” , da tifarsi sempre e comunque a prescindere dai comportamenti e dai risultati ; a cos’altro servono i partiti se non a rappresentare al meglio le esigenze LEGITTIME dei cittadini ?? Il PD lo ha fatto , lo sta facendo , intende farlo ?? NO, NO , NO !!! Ed allora perchè votarlo ?? Rivoluzione Civile si è appena presentata alla ribalta politica ed elettorale . In pochi giorni
    è già accreditata di oltre il 5% di consenso elettorale , destinato sicuramente a crescere , poichè unica a rispondere a quella richiesta di “Sinistra” che moltissimi elettori ricercano e non ritrovano più nel PD . Il PD è appiattito su posizioni Montiane di centro destra (forse più di destra) , condizionato com’è dalla presenza al suo interno di tutta una serie di persone che per’altro non hanno alcun seguito elettorale se non quello garantito da seggi ultrasicuri….I candidati di Rivoluzione Civile , sono , a partire da Ingroia , quanto meno all’altezza in termini di onestà e presentabilità , di quelli del PD . Ingroia ieri mattina a “Radio anch’io” , ha dichiarato senza tema di equivoci , che nel programma di R.C. c’è l’abrogazione della Riforma Fornero . E’ la risposta al ns. problema , del quale dibattiamo animatamente in tutte le sedi ormai da molti mesi , ed è di una gravità assoluta : ci ha cambiato la vita , lo stile di vita , i comportamenti , il carattere , i rapporti interpersonali , le possibilità di garantire un certo tipo di futuro ai ns. figli …..C’è chi queste cose non le vuole capire , poichè evidentemente non coinvolto , e continua a contestare quelli di noi , che , come prima e fondamentale richiesta , poniamo ai partiti che si presenteranno alle prossime elezioni : ABROGARE LA RIFORMA FORNERO!!!!!!

  45. Anche si ti metti nella predisposizione mentale più comprensiva nei confronti del PD non puoi evitare la sensazione di un remake del fim visto per tutto il 2012. Da una parte Damiano e un po’ Fassina che assumono posizioni “virili” su esodati e pensioni di anzianità, dall’ altro Bersani che balbetta ogni tanto qualcosa di generico per non indisporre metà partito cui, diciamolo chiaro, di esodati e pensioni non giene può fregare di meno. Anzi gente come Letta e Treu ha contribuito ad armare la mano dei killer Monti e Fornero.
    Troppo poco per una campagna elettorale.
    O Bersani impegna formalmente il Partito su esodati e pensioni di anzianità o davvero- dopo la ingloriosa Caporetto della 5103- non si capiscxe a che titolo questa gente ci chieda il voto.

  46. @adelmo
    Nascondendoti dietro altri idioti ti senti meno coglione?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...