Martedì 15 gennaio, ore 19.30, Cesare Damiano ospite di Class TV

imgres

 

Martedì 15 gennaio, ore 19.30, Cesare Damiano ospite di Class TV.

Annunci

46 Risposte

  1. …………………………..Roma _ Un governo presieduto da Pierluigi Bersani cambierebbe la riforma delle pensioni : lo ha annunciato il leader del pd, parlando con il Washington Post. ” Non è – ha precisato replicando a una domanda sulle pressioni della cgil in tal senso – una richiesta del sindacato ma del nostro partito, che lo ha abbondantemente chiarito nel corso del dibattito parlamentare ” . “perfino il ministro che ha elaborato la riforma, ha dovuto ammettere che ha delle lacune che hanno creato problemi sociali,che devono essere risolti, perche minaccia di lasciare molti cittadini senza lavoro e senza pensione……Questo dovrà essere risolto “, ha ribadito il candidato premier del centro sinistra. Dall altra parte Monti intervistato a porta porta in merito ha detto: “non avrei preclusioni a modificare”la riforma delle pensioni “ma non vorrei attenuare l equilibrio di finanza pubblica che porta nel lungo periodo, che è stata la mossa principale a tutela degli italiani . queste le dichiarazioni del ex presidente del consiglio commentando le parole di Bersani circa la necessità di correggere alcuni aspetti della riforma fornero……saluti….claudio

  2. Damiano, chissà se ti scapperanno almeno dieci parole di sinistra.
    Di sinistra ho detto, non sinistre per le nostre orecchie.
    Se poi ci metti in mezzo un pò di riproposta della 5103 sai che godere prima di cena?
    Fai tu, sappi che noi non siamo scemi ed il voto lo daremo solo a chi starà dalla nostra parte, dalla parte degli esodati, dei disoccupati, dei licenziati, di chi ha 35 anni di contributi e non trova più lavoro e non può andare in pensione, di chi ha 57/58 anni ed oltre e non viene considerato più produttivo.
    Noi ci siamo, e tu ?

  3. @claudio,
    apprezzo lo sforzo,
    ma se il Pd non dice CHIARAMENTE che riporta il limite di contribuzione a 40 anni,
    mi dispiace,
    ma il mio voto NON lo prende.

  4. p.s.

    e attenzione on.Damiano:

    se ogni giorno che va in TV Bersande dichiara che vuol fare un governo con Monti,
    non ci trovo niente di strano che un elettore che è arrivato al PD dall’esodo PCI—>PDS—>DS—>PD,
    preso dalla disperazione ,
    si ributti a sinistra…e non prendetevela poi con Ingroia se si perdono delle elezioni che sarebbero già vinte.

  5. x claudio pesaro..
    si vuole fare dire a Bersani quello che non ha detto! Bersani si riferiva esclusivamente agli esodati ed ha precisato che restano senza reddito per 2-3 anni dimostrando di non capire fino in fondo tale problema!
    Monti,invece,da SUPERVISCIDO quale è ha detto e non detto come suo solito!…..nessuna preclusione a poter rivedere la riforma pensionistica ma senza…attenuare l’equilibrio sulla finanza pubblica che essa porta nel lungo periodo…
    In pratica l’ammissione che è servita a fare cassa nella finanza pubblica ed in pratica impedendo la soluzione pratica! Solo…dar fiato alla sua bocca da culo di gallina a forma di bancomat!
    PD Partito Demente
    PD Partito Delinquente
    Alleanze con Fini,Casini e Monti più fascisti che non si può e niente alleanza con Ingroia!
    Siamo alla paranoia! Da vergognarci anche per averli votati in passato!
    Forza Rivoluzione Civile

  6. …………………………Adelmo ma perchè il pd dovrebbe , una volta al governo.rimettere il minimo contributivo a 40 anni ? penso pochissime persone avrebbero questo requisito a parte tu….io per esempio ho “solo” (si fa per dire) 37 anni e due mesi di contributi ma in compenso ho quasi 62 anni (in aprile)…….forse sarebbe più giusto rimettere le quote a 96 97 98 ecc…….credo alla fine sia più giusto mandare in pensione tutti coloro i quali sarebbero andati nel 2013 2014 2015 e gli altri a scendere a gradazione…..fino al 2019 e attivare a pieno regime della riforma dal 2020……..sai ogni nostro commento potrebbe entrare dalla porta e uscire dalla finestra…….e avere un valore del tutto soggettivo…….ma noi certamente saremo vicini a quel partito che difenderà la nostra causa anche sostenere “rivoluzione civile ” di Ingroia se necessario……se questo però risolverà in modo tangibile il problema……….un saluto…….claudio…

  7. Ottima riflessione Claudio…..il tuo ragionamento non fa una grinza!

    Saluti

  8. ……………………………….Giovanni 2…..io ho riportato tale e quale come riportato dal giornalista !………mi sembra invece di aver detto in tutti i miei commenti precedenti (dico tutti) che “qualora la sinistra vincesse le elezioni e avesse i numeri per governare” e chiederebbe anche in questo caso la alleanza dei moderati (monti fini casini) sarebbe la “fine” non solo del pd ma di tutta la sinistra !! …….ora abbiamo forse una occasione “unica” per fare un grande gruppo di governo di tutti i partiti di sinistra….pd…psi…sel..di pietro…ingroia….ma bersani evidentemente non vuol sentire da quell orecchio e se sbaglia ne pagherà le conseguenze……..aggiungo..se servirà per la nostra causa preferire Ingroia lo faremo senza esitazione…sempre però che questo valga a qualcosa……..saluti…claudio

  9. claudio pesaro, in martedì, 15 gennaio 2013 alle 16:54 ha detto:
    …………………………Adelmo …….forse sarebbe più giusto rimettere le quote a 96 97 98 ecc…….

    ******************************

    anche questo è ovvio…anzi,
    mi sembrava così ovvio che l’ho dimenticato.

    resta il fatto che,non solo io,ma milioni di persone,
    se non rimettono il limite a 40 anni,
    ne dovremo lavorare 43-44-45 ecc…ecc…con più si alza l’aspettativa di vita.
    e anche è questa è un’ingiustizia,
    soprattutto se si consente ad altri di andare in pensione ancora con i 35 anni.
    perchè,
    come ho più volte scritto qui:
    ” i diritti o sono per TUTTI o non sono diritti ma leggi ad personam.

    ciao.
    🙂

  10. Sto guardando la replica di Piazza Pulita e dai sondaggi vedo che il piddi sta perdendo terreno BENE ben gli stà bersani farai la fine di Prodi se non dici chiaramente di cancellare la riforma della MALEDETTA te ne tornerai a casa e dovrai nasconderti per il resto della tua vita
    NESSUN VOTO A CHI HA RUBATO LE NOSTRE PENSIONI

  11. On damiano
    speriamo che il Pd aiuti in qualche modo anche chi come me ha 62-63 anni e pur non rientrando nella categoria degli esodati ,non ha piu’ sussidio disoccupazione e neppure riesce a trovare un nuovo lavoro. Purtroppo non esistono solo i ragazzi giovani ,che non trovano lavoro….

  12. Io ho visto stamano ad omnibus su LA 7 l’intervista a berlusconi e a parte la sua solita cantilena ha comunque detto una cosa interessantissima sulle pensioni: innanzitutto ha già detto un cosa che farà alzare le antenne alla lega dicendo che se la lega prende il 5% e il pdl il 40% è secondo lui certo che le proposte della lega su qualsiasi argomento dovranno sottostare alle decisioni del più forte ( e già questo se maroni lo ha sentito deve dargli un’altra bella strizzatina alle palle perchè deve minacciare l’uscita dall’alleanza e qui staremo a vedere… ) la cosa interessantissima è la seguiente : incalzato dai giornalisti che gli dicevano che la lettera della UE di agosto l’ha scritta brunetta e poi l’hanno fatto spedire da Trichet BCE ( …aggiungo sti figli di mignotta tutti quanti…perchè se è così sti stronzi sono andati a svegliare il cane che dorme …e cioè in vampiri della UE…) berlusca a risposto ” ma quale riforma delle pensioni di monti !!! ma se la UE nemmeno sà cosa vuol dire riforma delle pensioni !!! “.
    Che cosa vuol dire ? In sostanza dice quello che in molti sappiamo che alla merkel ed alla UE non gle ne frega un cazzo della riforma della formero e da doeve vengono presi i soldi per coprire i buffi e pertanto quel viscido di monti e quella pazza della fornero si sono inventati di sana pianta un’emergenza previdenziale che non esisteva e che ha fatto e sta facendo solo danni e drammi che se non fermati in tempo saranno tali e irreversibili che saranno più costosi dei presunti risparmi della riforma stessa, perchè sta bloccando le nuove assunzioni e creando squlibri socio-economici alle famiglie alle aziende che non possono più svecchiare e all’INPS stessa che nel giro di pochi anni si ridurranno le entrate contributive…pertanto è da folli e traditori e contro la propria nazione non porre subito urgenti rimedi.
    Dopo il berlusca c’è stato cofe break con ingroia che non ha saputo spiegare il perchè sia sceso così repentinamente in politica dopo che due mesi prima aveva deciso di andarsene in guatemala… ho paura che anche la sua sia una lista civetta, mentre il PD che riesce a fare con franceschini un’altra figuraccia gli ha chiesto di non presentarsi in alcune regioni…questa denota l’insicurezza del pd e la sua ormai predisposzione alle camariglie più abiette…
    PERTANTO DICO A DAMIANO ED A BERSANI CHE TIRA UNA BRUTTA ARIA E L’IMPRESSIONE CHE SI HA E’ CHE IL PDL E LA LEGA SCAVALCHERANNO SUL TEMA DELLE PENSIONI A SINISTRA IL PD…. ROBA DA MATTI, LENIN SI RIVOLTEREBBE NELLA TOMBA…

  13. Concordo con Adelmo: esistono anche i LAVORATORI PRECOCI, sicuramente più fortunati di coloro che hanno perso il lavoro, ma che comunque HANNO GIA’ DATO! Io ad esempio, ho appena compiuto 57 anni di età e ho all’attivo 39 anni + 5 mesi di lavoro EFFETTIVO (e naturalmente sto continuando): grazie a questa scellerata riforma dovrò lavorare fino al Settembre 2015, per mantenere…..
    1)… i baby pensionati;
    2) …i pensionati d’oro, d’argent0 e di platino;
    3) …i pensionati con le quote;
    4)… i pensionati con i 35 anni;
    5)… gli esodati (perchè, GIUSTAMENTE, questi di sicuro saranno tutelati)….
    Ergo? Vi sembra giustizia questa?
    Concludo facendo notare all’on. Damiano (ammesso che ci legga!) che io, essendo insegnante elementare e quindi dipendente pubblica, riceverò la mia SACROSANTA LIQUIDAZIONE SOLO NEL 2017, CIOE’ DUE ANNI DOPO IL PENSIONAMENTO! Che equità è mai questa? Dopo avere accantonato per 42 anni lavorativi devo attendere ciò che mi spetta di diritto per altri due anni e, ovviamente, SENZA L’OMBRA DI INTERESSI? Onorevole, so che questo provvedimento è opera del governo Berlusconi, quando era ormai nella fase pre-agonica, ma non sarebbe opportuno modificarlo, erogando la liquidazione in tempi ragionevoli (diciamo 6 mesi circa) a chi ha lavorato più di 40 anni????
    Sarebbe carino se ogni tanto rispondesse, grazie.

  14. Riassumendo la situazione del voto è la seguente:
    Il PD vincerà alla Camera ma pareggerà al Senato.
    Per poter governare Bersani ha due scelte obbligate: o allearsi con Monti,cosa per la quale da perfetto imbecille lui sbava,o allearsi con Rivoluzione Civile.
    Se si alleasse con Monti perderebbe Vendola,se si alleasse con Ingroia perderebbe tutta la feccia dei democristiani infiltratisi nel PD (Fioroni,Bindi,Follini,Letta,e altri personaggi senza voti!)
    Detto questo,l’unica strada che potrebbe salvarci è far si che Rivoluzione Civile prenda più voti di Monti e,secondo me,è molto facile.
    Se noi ci muoviamo e bombardiamo tutti i blog e allertiamo i pensionati,gli esodati e i pensionandi ce la possiamo fare!
    Ingroia potrebbe canalizzare i voti della sinistra tutta,di Grillo,di SEL e potrebbe avere una percentuale a due numeri!
    Io ci credo.

  15. Da molto ignorante e da piccola ottusa già con la nascita di Alba e di Cambiare si può pensavo e proponevo che l’unico modo per far rinsavire un pochino il PD, sarebbe stato utilissimo virare con decisione a sinistra.

    Ora, siccome non esercito nessun fideismo, vedo fin troppo bene ciò che è incongruente in Rivoluzione civile rispetto al progetto di Alba e Cambiare si può, ma ha tenuto fermi i punti programmatici e quelli per me sono sostanziali.

    Quindi sia per il programma, sia per dare al paese un Parlamento davvero democratico voterò Rivoluzione civile. E penso che ciò sia indirettamente salutare per chi nel PD ha ancora un barlume di valori e coscienza.

    Lo ritengo un voto utilissimo.

  16. Claudio ha ragione Adelmo , vedi io al 31-12-2012 ho “solo” (si fa per dire) 37 anni e due mesi di contributi ma rispetto ha te ho 52 anni di età ( ad Aprile 53 ) fai tu i conti quanto devo lavorare.e sarò anche punito. TI sembra giusto????
    Siamo messi male se cominciamo a guardarci addosso.!

  17. Bersani a BALLARo’ ci ha “fottuto” ( per le pensioni: c’è qualcosa da sistemare ma non da oggi a domani) …..lavoro part time per ingresso/uscita fra giovani /vecchi…… naturalmente “solo” il problema esodati …..nessuna novità. AMEN.

  18. Chissà, magari tra qualche anno verremo a sapere se le elezioni anticipate del 2013 sono state un pochino pilotate …
    Chissà… magari tra i tanti motivi e le tante convenienze, non ultima per interrompere il percorso democratico dei referendum…

  19. Damiano non la può riproporre, la 5103, perché Monti gliela boccerebbe, e non può nemmeno ripristinare le quote 96, 97, 98 etc., perché Monti non le prevede nella sua agenda.

  20. @Daniela-che-ha-sempre-votato-PD, mi piace moltissimo come è impostato il suo commento, per il fatto che anch’io, alcuni miei, li ho impostati in maniera analoga. Ad esempio, in altre occasioni mi son chiesto: “Ma è giusto che chi andrà in pensione con la riforma Bersani-Fornero dovrà subire tante penalizzazioni, in termini di tempo e di denaro, come l’assegno calcolato tutto con il contributivo, considerato inoltre che, per il periodo nel quale dovrà ancora lavorare, i contributi che verserà serviranno per pagare le pensioni di chi in pensione vi è andato prima di lui, con il calcolo retributivo o con il misto?”.

    Io, ad esempio, provenendo da un’azienda privata, ricordo benissimo come tra gli anni ’80 e ’90 si diede fondo a prepensionamenti, a norma di legge arrivando a concedere anche fino ad 11 anni di mobilità!
    11 anni di mobilità per arrivare a percepire una pensione calcolata con il retributivo! E ricordo anche come in diverse occasioni, chi poteva, chi riscuoteva le simpatie giuste, riusciva ad ottenere dei cospicui aumenti a fine carriera, finalizzati proprio a far lievitare quella pensione calcolata con il retributivo!
    Ora, stabilito che quei lavoratori andarono in pensione in linea con lo stesso “GIUSTAMENTE” adoperato da lei per gli esodati, però, è altrettanto giusto che il delta tra retributivo e contributivo glielo paghi chi, per andare in pensione, dovrà lavorare più a lungo, per pensioni con coefficienti più penalizzanti, e per pensioni calcolate tutte con il contributivo?
    Il “GIUSTAMENTE”, giustamente, va cercato un po’ da tutte e due le parti, no?

    Penso che attualmente la differenza tra una pensione di ieri, calcolata con il retributivo ai tempi delle vacche grasse, ed una calcolata oggi con contributivo, compresi gli anni di lavoro in più che occorrono per conseguirla, sia almeno del 30, 40%! Se un lavoratore andato in pensione ieri, percepisce una pensione di 1.700-1.900 euro, uno che, a parità di ruolo e di mansioni (ma con più anni,contributivi!) ci andrà domani, la percepirà di 1.100-1.300 euro! Già questa differenza, a me pare, rappresenti di per sé una sperequazione: stabilire poi, addirittura, che i contributi di quel lavoratore che percepirà una pensione più bassa dopo aver lavorato più a lungo, debbano servire a pagare quei 500-700 euro di differenza ai colleghi andati in pensione qualche anno prima, mi sembra davvero una cosa eccessiva ed inaccettabile.

  21. EMERSON60, in martedì, 15 gennaio 2013 alle 22:55 ha detto:
    Bersani a BALLARo’ ci ha “fottuto” ( per le pensioni: c’è qualcosa da sistemare ma non da oggi a domani) …..lavoro part time per ingresso/uscita fra giovani /vecchi…… naturalmente “solo” il problema esodati …..nessuna novità. AMEN

    ********************************

    l’ho sentito anch’io.

    decisamente troppo vago.

    il che mi fa intravvedere all’orizzonte un altro CETRIOLONE in arrivo.

    comincio anch’io SERIAMENTE a pensare ad un voto a RC.

    almeno non avrò il rododentro di aver votato 2 volte chi me l’ha messa nel c…o

  22. Il nocciolo è tutto qui: se RC (liberissima di farlo) si presenta al Senato in Lombardia, Sicilia, Campania, probabilmente non conquisterà in quelle Regioni alcun seggio tranne forse in Campania (2 o 3). Il centro-destra di Berlusconi-Lega ne conquisterà una settantina, il centro-sinistra di Bersani una trentina (può darsi che mi sbagli sui numeri precisi, ma l’ordine di grandezza è questo). Risultato: Senato senza maggioranza per chicchessia. Obbligo di coalizione spuria (o con Monti o con Berlusconi…orrore in entrambi i casi… oppure nuove elezioni dopo un anno, altri 700 milioni di spesa e probabile vittoria di Monti …situazione analoga a quella del Novembre 2011 con grossa coalizione).
    Se RC non si presenta (avrebbe 2 o 3 seggi in meno rispetto al primo caso), il centro-sinistra potrebbe prendere una settantina di seggi, gli altri una trentina (o poco più). Monti starebbe all’opposizione (con Berlusconi-Lega).
    SE SI VALUTA CHE QUESTE SITUAZIONI SIANO EQUIVALENTI, NON C’E’ PROBLEMA, QUALUNQUE SIA LA SCELTA (come al solito, ci sfogheremo poi sui blog).
    Se SI HA QUALCHE DUBBIO (SULL’EQUIVALENZA), CONVIENE GUARDARE MEGLIO I NUMERI (anche se è faticoso)

  23. @ adelmo e EMERSON60, Bersani, anche sugli esodati, non ha detto assolutamente nulla! Dire che si intenderebbe salvaguardarli, senza dare una definizione esaustiva che stabilisca chi siano, gli esodati, equivale a parlare sostanzialmente di nulla!
    La volpe, se non sbaglio, è quell’animale che si scava le tane con due uscite! E lo stesso fa Bersani quando parla di esodati senza drne una definizione: chissà quanti lavoratori italiani, licenziati entro il 31 dicembre del 2011, ancor non riescono a capirlo, se verranno, d Bersani, considerati esodati o meno!
    Inoltre, sempre sugli esodati, già Damiano, che non credo parli senza prima aver messo in conto cosa ne potrebbe pensare Bersani e Monti, parlando della soluzione del problema degli esodati, ha fatto riferimento all’inserimento di un principio di gradualità nella riforma delle pensioni Bersani-Fornero! “Principio di gradualità”, che è cosa ben diversa da “esonero dalla riforma”!
    Quindi sono due le cose che Bersani non dice: chi siano gli esodati, e quale soluzione avrebbe in mente per loro!

    Allora io inviterai a fare un’altra considerazione ovvero guardare le cose da un altro punto di vista: Bersani, dice o non dice che, dopo il voto, governerà con Monti, in Monti e per Monti?
    Sì! Lo dice!
    Bersani, dice o non dice che dall’agenda Monti non si può prescindere, che sull’agenda Monti deve proseguire la politica del prossimo governo, e che l’agenda Monti, ovvero le riforme che ancora prevede, è un’agenda che va comunque portata a termine?
    Sì! Lo dice!
    È anche vero che Bersani, a fianco di queste affermazioni ne fa altre, ma molto, molto più vaghe, senza “agenda”, e sono quelle riferite al fatto che il rigore assoluto non va bene, e che ci vuole anche un po’ di equità e di lavoro!
    Però, se proviamo a mettere insieme le due cose, la fermezza, la determinazione con le quali Bersani intende perseguire gli obiettivi dell’agenda Monti,e quelle parole vaghe su un po’ di equità, un po’ di lavoro, in che percentuale potremmo considerare Bersani consacrato all’una e all’altra cosa?
    Secondo me, Bersani è all’80, 90, 95% votato a Monti ed alla sua agenda, e per un 20, 10, 5% votato a un po’ di equità, un po’ di lavoro, un ritocchino alla riforma delle pensioni, uno straccetto di soluzione per altri 10.000 esodati in due anni, e cosette del genere!
    Il grosso delle idee di Bersani guarda a Monti ed alla sua agenda, non ai problemi di chi è stato licenziato o sta per esserlo! E non perché Bersani sia cattivo! No! È così per il fatto che Bersani, come del resto Ichino, è convinto che solo mettendo i lavoratori on mezzo ad un strada, facendo emergere questo problema, e costringendo i lavoratori a farsi parte attiva, attivissima, a costo della vita, nella ricerca di un lavoro, si potrà risolvere l’intera situazione italiana!
    Certo, a parole, in questi termini, queste cose, Bersani, in questa maniera, non le dirà mai: ma nei fatti, le ha fatte, le sta facendo, e continuerà a farle! Forse metterà una patrimoniale ai più ricchi, ma se la riforma delle pensioni Bersani-Fornero prevede 5 anni in più, rispetto a prima, per andare in pensione,, Bersani li potrà ridurre a 4, ma non è che di grandi cose, in tal senso, di più, ne farà!

    La scena, nel pensiero di Bersani, è tutta occupata dall’agenda Monti!
    Tanto per indorare la pillola potrà apportarvi qualche ritocchino qua e là: ma la sostanza di quell’agenda, non intende cambiarla!
    Anche perché Monti non glielo permetterebbe.

    In primavera, chi andrà al governo, dovrà affrontare la prossima manovra d 8 miliardi (dico bene?), quella per il fatto che il PIL sia andato sotto di un punto percentuale, necessaria per rispettare i patti con Ue: e Bersani, quella manovra, la farà fedele all’agenda Monti! Che poi, magari, entro il 2013, deciderà di salvaguardare altri 5.000 esodati sui 370.000 stimati ancor da salvaguardare, risulterà essere un piccolo dettaglio, una quisquilia, rispetto alla privatizzazione, ad esempio, della Sanità! Rispetto al dare più soldi pubblici alla scuola privata e meno a quella pubblica! Rispetto alla privatizzazione dell’acqua e dell’energia!
    “Agenda Monti” non vuol dire certo “starsene con le mani in mano”, non vuol certo dire pensioni per chi viene licenziato, cassa integrazione in abbondanza, mobilità lunghe e lunghissime, e pensioni rivalutate come si dovrebbe: l’agenda Monti vuol dire ASPI al posto di cassa integrazione mobilità! Agenda Monti vuol dire discrezionalità nei licenziamenti, da parte del datore di lavoro! Vuol dire contrattazioni individuali di primo livello!

    Votare Bersani, è votare Monti!
    E allora, poi, non si potrà dare a Bersani del traditore!
    Proprio perché, come si è rilevato dall’intervista a Ballarò, Bersani, di impegni precisi, seri, di una certa portata, su certi temi, riguardo certe problematiche, certe realtà, non ne ha presi!
    Un solo impegno, possiamo dire che sia stato inequivocabilmente preso da Bersani: portare a termine l’Agenda Monti!

    Bersani ha forse detto in cosa consisterebbe, eventualmente, quel principio di gradualità che, secondo Damiano, andrebbe introdotto nella riforma delle pensioni?
    Non lo ha detto!
    Se uno si è sentito, negli ultimi 13, 14 mesi, già fregato da Bersani, rispetto al voto che gli diede nel 2008, lo tenga presente, per il voto che eventualmente vorrà ridargli, del fatto che Bersani, di voler proseguire con l’agenda Monti, lo ha detto a chiare note, ma su in cosa consistano i ritocchini da apportare alla riforma delle pensioni, no! Non lo ha detto! Chi vota Bersani accetta, su tale argomento, di aver dato un voto al buio!
    Lo stesso dicasi per gli esodati: ogni lavoratore, confrontandosi con le parole di Bersani, può oggi sapere, dire, se è o non è, da Bersani, considerato un esodato, e dire, prevedere, che fine farà?
    No! Non lo può dire!
    E allora, chi voterà Bersani pensando di essere esonerato dalla riforma delle pensioni Bersani-Fornero, se poi non lo sarà, si dovrà stare! Perché Bersani, di cose precise in tal senso, non ne ha dette mai!
    Prova lo è l’intervista rilasciata a Ballarò!
    E chi voterà Bersani, nemmeno si potrà lamentare se poi questi, andando al governo con Monti, dovesse procedere a cose come la privatizzazione della Sanità! Perché se tale privatizzazione fosse prevista nell’Agenda Monti, Bersani, allora, l’avrebbe detto eccome, implicitamente, che quella privatizzazione l’avrebbe fatta!

    Insomma: se Bersani dice e non dice, chi decidesse di andargli dietro ad ogni costo, lo faccia tenendo i piedi per terra e assumendosene la responsabilità!

  24. Ma Bersani e’ elusivo su tutto… Sull’ IMU ha detto che non puo’ essere tolta ma va un po’ rimodulata … E che cazzo vuol dire…Bersani e’ sempre stato maestro nelll’ arte del dire e non dire del fare e sopratuto non fare,così sulle pensioni dice le stesse cose di monti e Fornero, peccato pero’ che ieri Berlusconi ha detto su LA 7 che laUE manco Sa che cosa vuol dire o interessa ” riforma delle pensioni”… Capito ?
    Bersani e’ uno stupido pappagallo che scimmiotta gli schemi che gli impongono, peccato ancora una volta che le elezioni non le vincerà’ al massimo le potrà pareggiare e sarà comunque una sconfitta perché sulle pensioni tema dominante e vincente delle elezioni assieme all’ IMU sarà scavalcata a sinistra dal PDL e la lega e se prenderanno un’ altra volta in quel posto..

  25. Perché. se Berlusconi e Maroni dicono che riscriveranno la riforma delle pensioni a vantaggio delle masse popolari (fra l’altro come? dicono qualcosa di più preciso al riguardo?), qualcuno ci può credere?
    Diamogli quindi ancora più forza, regalandogli un’ulteriore arma di ricatto con un pareggio al Senato.
    La logica trionfa sempre a sinistra.

  26. Se Daniela è ancora incerta sul voto al PD, gli altri non ne hanno e NON NE DOVRANNO AVERE perchè chi TRADISCE non merita niente, e il PD ha tradito! E peggio ancora, non si accontenta solo di aver tradito la fiducia degli elettori-lavoratori ma continua a prendere per i fondelli (per dirla in maniera elegante) tutti i danneggiati dalla riforma non dicendo chiaramente cosa intenda fare ove mai dovesse vincere le elezioni, cosa poco probabile. Al massimo accenna sempre e soltanto agli esodati, ai quali va la mia solidarietà ovviamente… e gli altri?
    Se posso poi permettermi qualche ulteriore osservazione, neanche condivido la posizione di chi auspica solo la soluzione della propria causa (qualcuno innanzi accennava ai 40 di contributi tanto per fare un esempio) perchè, ove mai si dovesse introdurre un qualche minimo correttivo vanno tutelati TUTTI i lavoratori danneggiati, sia pubblici sia privati!

    Dipendente pubblico ex quota 96, ex elettore PD

  27. Leonardo, è probabile che io mi sia spiegata male. Se nel mio scritto io mi sono dichiarata “incerta” sul voto al PD, è perchè ancora non avevo capito quali correttivi sulla riforma previdenziale Bersani volesse proporre!
    Se intendesse ripristinare la gradualità per TUTTI, lo rivoterei, ma
    stamattina, alla luce di quanto ho sentito ieri sera a “Ballarò” dallo stesso Bersani (in pratica: salvaguardia solo agli esodati,…per tutti gli altri proposte vaghe e con tempi lunghi, tanto lunghi che si arriverebbe ugualmente alla pensione!) credo di sapere chi votare…(non la Lega, nè il PDL, nè il Movimento 5 stelle, nè il Polo di Centro, men che meno i partitini di destra…. vedete un po’ chi resta!).

  28. ierisera ho visto Bersande a Ballarò.
    francamente,
    penso che ogni volta che va in TV a dire che vuol coinvolgere Monti in un futuro governo,
    e lo fa tutti i giorni,
    alcuni voti del PD,
    quelli delle persone che sono arrivate al PD seguendo il percorso PCI—>;PDS—>;DS—->;PD… si spostano verso Ingroia.
    -per disperazione.
    -perchè non si vuole morire democristiani.
    -perchè alle primaria abbiamo votato altro…

    Ierisera a Ballarò ad esempio non mi è piaciuta per nulla la vaghezza sulla macelleria sociale Fornero sulle pensioni.

    Mi si spieghi perchè io devo lavorare 43 anni e 6 mesi per pagare delle pensioni a gente che ci è andata con 15-20 anni di contribuzione.

    Il programma di RC su questo punto è molto più chiaro,una parola sola:
    CANCELLAZIONE della riforma Fornero.

    e questa parola,a chi lavora da una vita,piace molto.
    che Bersande ci pensi sopra.

    i sondaggi di Pagnoncelli sono ancora molto ,molto favorevoli ad IBC…ma attenzione:

    il margine di una vittoria netta al senato è sottile,
    la mummia cinese da una parte sta crescendo ,se IBC perde un po’ di voti verso sinistra,la frittata è fatta anche stavolta.
    ci ritroviamo nella situazione di Prodi nel 2006.

  29. per GiorgioIV,
    io invece credo ceh Rivoluzione Civile prenderà più di Monti e raggiungerà il quorum al Senato in tutte le Regioni!
    E mi sembra che l’abbia capito anche Bersani!
    In Emilia Romagna ti assicuro che prenderà molti ma molti voti di SEL e PD e tutto il Movimento 5 stelle si riverserà su Ingroia.
    Se ti sembra poco!

  30. VOTATE E FATE VOTARE “RIVOLUZIONE CIVILE”!
    Il PD già non andava votato per il suo tradimento. Oggi poi men che mai visto che l’obiettivo primario di Bersani non è quello di risolvere i problemi connessi alla SCELLERATA RIFORMA DELLE PENSIONI ma quello di fare la corte a chi è contro le classi meno abbienti pur di soddisfare l’immeritata ambizione di fare il presidente del consiglio!

    Dipendente pubblico ex quota 96, ex elettore PD

  31. Sono d’accordo con Leonardo, il caro Bersani, invece di pensare ai lavoratori, alla riscrittura della riforma delle pensioni Fornero, e risolvere tutte le criticità che ha comportato, lui pensa all’apparentamento con Monti e al proseguimento della sua agenda. Basta mi ha disgustato, il mio voto non lo avrà più. Ora tutta la vita voto e farò campagna elettorale, perchè votino più gente possibile, per RIVOLUZIONE CIVILE. CHI LA Fà L’ASPETTI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  32. Non solo esodati………i lavoratori che hanno compiuto 40 di lavoro ci sono e sono molti, solo che nessuno li rappresenta…
    Io ex lavoratore che sarebbe andato in pensione nel Marzo 2013 ora sono disoccupato senza sostegno al reddito, ho compiuto i 40 di contributi nel marzo 2012 mi vedo RUBATA LA PENSIONE per sole 12 settimane.
    DOVRO AGGIUNGERE ALTRI 2 ANNI E CINQUE ma il lavoro non c’e e non ci sarà per un ultracinquantenne
    Questo è un furto , il mio voto non piu’ al PD ma a
    RIVOLUZIONE CIVILE .
    Fuori per 12 settimane

  33. Bersani ieri sera, in un momento di raro pragmatismo, ha fatto capire che se Ingroia gli assorbe dei seggi, indebolisce il PD a favore della destra.
    La domanda e’:
    ma se tanto dalla mer.a ( nella quale ci avete messi) non ci volete levare alla fine che differenza fa per noi?
    Almeno iniziamo a puntare su un nuovo cavallo e non sulla ricostituzione della vecchia DC che crede che oramai giochi locali non se ne possono piu’ fare senza il consenso dell’Europa..
    Mi sembra che Ingroia voglia rivedere anche la relazione con l’Europa
    alla quale, con la scusa di un debito enorme, abbiamo ceduto sovranita’ e la totale influenza sulle ns scelte politiche ed economiche.

    P.s.
    (L’indicazione sulla riforma pensioni e’ stata totalmente invenzione della politica italiana)

  34. Dagli anni ’70 la stessa musica, no al PCI, no al PDS, no ai DS, no ai PD, votiamo DP, votiamo Rifondazione, votiamo Sinistra Arcobaleno, ora votiamo Rivoluzione civile ( e così via). Ogni volta (finora) una scoppola dietro l’altra) . Avete idea di cosa vuol dire raggiungere 8% nelle singole Regioni per il Senato? Comunque illudersi non costa niente, certo però che, parafrasando qualcuno, le elezioni non sono un pranzo di gala (e convincere milioni di italiani con programmi fantasmagorici la vedo dura).

  35. per GiorgioIV,
    Rivoluzione Civile è già al 5,2 cioè più di Casini che è al 4,5 e non capisco questo disfattismo!
    In pratica,noi ,secondo te,dovremmo dare il voto a Bersani per fare l’alleanza con il SUPERVISCIDO DEMENTE PROFESSORE!
    Pensare che Rivoluzione Civile raggiunga l’8% è un ragionamento pratico!
    Forse ti è sfuggito che molti sondaggi danno il PD già sotto il 30% e,quindi,come vedi,4-5 punti si possono avere o perdere in poco tempo!
    Io,personalmente,credo che il PD non supererà il 25% e,quindi,dobbiamo cercare di COSTRINGERLO(perchè a Bersani piaccioni i delinquenti con il colletto bianco come Monti,Casini,Fini)all’alleanza con una vera forza di sinistra!
    Il programma fantasmagorico(cioè effetti speciali senza costrutto!) è quello del PD!

  36. GiorgioIV, in mercoledì, 16 gennaio 2013 alle 15:37 ha detto:
    Avete idea di cosa vuol dire raggiungere 8% nelle singole Regioni per il Senato?
    ******************************

    e tu hai idea di cosa vuol dire vivere senza stipendio e senza pensione,
    o dover lavorare 6-7-8 anni più per vederci restituiti sottoforma di elemosina le centinaia di migliaia di NOSTRI contributi che abbiamo versato ????

  37. E qualcuno pensa che RC, anche ammesso e non concesso che ottenga una ventina di senatori, possa realizzare il suo programma fantasmagorico, se tutti gli altri sono contro e magari venduti? Possibile non capire che, al di là di differenze evidenti, qui si tratta di capire come raggiungere insieme un obiettivo più avanzato, ad esempio nel settore delle pensioni? Sarà equivalente un governo Pd-Monti (inevitabile se il PD prende meno del 30%) o un governo solo del centro-sinistra? Se si ritiene la cosa non significativa, non c’è discussione che tenga: auguri e che Ingroia ottenga 340 deputati e 160 senatori.
    P.S.: il PD è votato da milioni di cittadini e puà contare su centinaia di migliaia di persone che s battono (anche se qualcuno scioccamente pensa il contrario) per una maggiore giustizia sociale, non sempre facilmente ottenibile (a volte sono necessari dei compromessi). Tutti stupidi e venduti? Ciò non toglie che, se andrà al governo (senza i centristi) dovrà per forza affrontare la questione della riforma delle pensioni, altrimenti (e lo dico chiaramente a Damiano) perderà rapidamente il consenso di molti suoi elettori. Ma, piaccia o non piaccia, in questo momento non c’è un’altra strada realistica per arrivare a quell’obiettivo. Poi ognuno, evidentemente, è libero di pensarla e di fare come crede.

  38. Giorgio IV,
    che bel modo di discutere!
    Che il PD allora prenda lui 340 deputati e 160 senatori!
    Tu non puoi imporre ad un partito che non capisce nulla di parlare di Riforma delle Pensioni!
    Se ne volesse parlare lo farebbe oggi in campagna elettorale!
    Se non lo fa adesso,come pensi che possa farlo dopo?
    Rivoluzione Civile avrà anche senza il tuo voto un apprezzabile successo elettorale!
    Quel successo che potrà permettere al PD di avere un’alternativa al Senato per non far sì che Bersani e Damiano vadano a fare i camerieri alla mensa di Monti,Fini e Casini!
    Se,invece Rivoluzione Civile non avrà i voti,l’alternativa non ci sarà e si aprlerà solo di esodati ceh lo voglia o meno Damiano e Fassina!
    Ci risentiremo dopo il voto e vedrai che chi non prenderà i voti è il professore(ma di che?) che,come ha detto Tremonti,più va in televisione e più ci si rende conto della sua INCAPACITA’!
    Votare Rivoluzione Civile

  39. Secondo te Damiano di che partito è?
    Ma se RC, secondo lo scenario più probabile, non otterrà senatori (o ne otterrà due o tre in Campania e, forse, Sicilia, ma molto difficilmente nelle altre Regioni), che alternativa ci sarà? Il governo PD-Monti sarà inevitabile (non voglio pensare nemmeno all’ipotesi Berlusconi-Lega)

  40. Allora è inutile che fanno le elezioni.
    Si sa già l’esito!
    Vedrai che ci saranno delle grosse sorprese!
    Damiano fa solo delle chiacchiere!
    Parla,come Bersani,solo di esodati perchè ne parlano tutti! Ne ha parlato ..perfino la Fornero!

  41. Giorgio IV,
    come hai capito siamo in gabbia, ma questo non vuol dire che non dobbiamo almeno provare a levarci dal pasticcio.
    A breve, la gente non paghera’ piu’ mutui, non manterra’ piu’ i figli con tutti gli altri problemi a catena..
    E dopo 40 anni di contributi ed usciti dall’azienda in vista pensione, pensare di non avere entrate e vederti sfilare la pensione sara’ difficile da accettare…
    Se hai proposte certe fatti avanti…. stiamo tutti cercando di far risolvere la questione…

  42. La stampa bene informata dà per scontato un accordo già concluso tra PD e Monti. Questa sarebbe la FINE del PD, la fine di Bersani e purtroppo la fine delle speranze per tutti i cittadini onesti. Non avete ancora capito che Monti è Goldman Sachs, sono le banche, è quanto di più reazionario e anti-cittadini che possa esistere????

  43. gip54
    sarebbe del tutto impraticabile una proposta che spostasse la vecchia quota 96/97 a 100 con un minimo di età anagrafica a 60 anni di età?

  44. X Rita52 e’ certo che li ns politici oggi hanno un problema in piu’ confronto ad anni fa..quello di aderire perfettamente ai dictat europei.
    Se gia’ prima raccontavano frottole per il voto , pensa adesso che alchimie devono fare per fotterci….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...