Venerdì 11 gennaio, su gli ALTRI un articolo di Cesare Damiano

gli-altri_logo4 IL PAESE BOCCHEGGIA, C’E’ BISOGNO DI SINISTRA
Annunci

55 Risposte

  1. ……………………………..PENSIONI……….”dobbiamo cambiare un sistema di flessibilità in uscita con modulazioni appropriate, per chiudere dei buchi inaccettabili “………questo quello che ha detto Bersani ieri sera a …..porta porta alla domanda se cambierà qualcosa sulla riforma delle pensioni…e aggiunge……”ci sono cose da rivedere”. A questo punto ognuno di noi interpreti al meglio queste sue considerazioni…….che sicuramente saranno non prive di discussioni e riflessioni……..buona giornata………claudio

  2. Ha ragione, on.le Damiano, cè bisogno della “sinistra”, e anche con una certa urgenza, ma di quale “sinistra”? Quella del PD che ha votato ignobilmente la riforma delle pensioni?
    Giammai!

    Dipendente pubblico ex quota 96, ex elettore PD

  3. ….C’ E’ BISOGNO DI SINISTRA…
    HA HA HA HA HA
    A questo punto penso veramente che Damiano non esista… Ma esista un automa che scriva cazzate…
    Vorrei rispondere al robot che scrive sti articoli che :
    A DAMIANO CE BISOGNO DI SINISTRA DA PRIMA DI BERLINGUER !!!
    Continuate a rimanere così dei radical chic destrorsi infarinati un po’ di cultura marxista che così continuate a parassitare la società …

  4. c’è bisogno di sinistra?
    ma bravo Damiano!
    e lo scopri solo ora???
    sono mesi che ti scriviamo tutti i giorni di virare un goccio a sinistra e tu con i tuoi compari del pd cosa hai fatto? hai votato la riforma fornero fatta in tre giorni.
    ed ora ti svegli un 11 gennaio 2013, quando cominci a sentire puzza di bruciato nei sondaggi, e ci dici che serve un pò di sinistra nel pd? finchè si presenterà in tv il moscio bersani a dire il nulla del nulla, a non sapere neppure cosa c’è nel programma elettorale, a guardare strabuzzato i giornalisti che chiedono di esodati, licenziati, disoccupati, non andrete da nessuna parte.
    damiano c’è da dire molto di sinistra. ma molto molto. altrimenti succederà che avete cantato vittoria troppo presto e gli altri recuperano nei sondaggi mentre voi vi cullate nel vostro bel sogno di andare a governare.
    e poi governare con chi? monti? con casini e fini? complimenti, un bel gioco al massacro, da triturarsi gli zibidei! veramente bravi!!!
    riproponi da subito la 5103, in ogni suo punto, ficcala bene in testa a bersani, ci sono da salvaguardare tutti i lavoratori lasciati a casa con 35 anni e più di contributi e con 55 anni o più di età, gente che non troverà mai più un lavoro perchè di lavoro non c’è ne per nessuno.
    le interviste fatele tu e fassina, almeno vi scapperà una parolina di sinistra.
    almeno una ogni tanto, e speriamo serva a qualcosa.

  5. Piano edilizia economica e popolare..in agenda per non dimenticare il problema degli sfratti……che nel 2013/14 si ripresentera’…alla grande… solo

    A Roma dieci sfratti al giorno
    e gli alloggi popolari sono bloccati
    A Roma dieci sfratti al giorno e gli alloggi popolari sono bloccati
    Secondo i dati diffusi dal Viminale (che riguardano il 2010), ogni anno nella capitale vengono emesse 8 mila richieste di esecuzioni di sfratto. Un’emergenza sociale che sta per esplodere tanto che si è mobilitato anche il sindaco .

  6. Sì ma di sinistra vera, quella per intenderci che non verrà a patti nè con il mercenario Casini nè con l’uomo di Goldman Sachs e di Moody’s Monti.
    E poi , soprattutto, programmi chiari e inequivocabili !!

  7. le ultime parole famose…………

  8. per riguadagnare una nota di sinistra bisogna fare una politica di sinistra sulle PENSIONI che ci ha scippato la riforma Fornero.1.reintrodurre la flessibilità in uscita dai 60 anni e 36 di contributi-,2 abolire la discriminazione fra dipendenti pubblici e privati contenuta nella riforma…e lasciar perdere l’idea che per andare in pensione a 60 anni, si possa ricorrere al contributivo…Il Pd perderà un milione di voti se non parla chiaro su questi punti..

  9. Gradirei delle proposte sulla modifica della legge sulle pensioni,lavori usuranti minimo garantito pensioni,regole serie sui continui aumenti dei prezzi al consumo,continuamente aumentano del 5%senza controlli.Equita’ reale.Grazie per aver ascoltato le mie esigenze,che ritengo sono di tutti noi lavoratori e pensionati.

  10. Finalmente qualcuno che si pronuncia chiaramente sulla VERGOGNOSA riforma delle pensioni.

    IL PROGRAMMA di RIVOLUZIONE CIVILE presentato stamane al Viminale. La sintesi programmatica per punti.
    IL PUNTO 18 DOVREBBE INTERESSARVI DA VICINO

    … Nel programma ‘Rivoluzione Civile Ingroia’ chiede:
    1) no al fiscal compact Ue;
    2) abbattere il tasso di interesse sul debito pubblico;
    3) una nuova politica antimafia;
    4) contrastare l’omofobia e riconoscere i diritti civili;
    5) contrastare il razzismo;
    6) cittadinanza per tutti i nati in Italia;
    7) stop al precariato;
    8) ripristino dell’articolo 18 dello statuto dei lavoratori;
    9) detassazione delle tredicesime;
    10) reddito minimo per i disoccupati;
    11) premiare le imprese che investono in ricerca e creano occupazione a tempo indeterminato;
    12) archiviare progetti come la Tav in Val di Susa e il ponte di Messina;
    13) impedire la privatizzazione dei beni comuni a partire dall’acqua;
    14) valorizzare l’agricoltura di qualità libera da Ogm;
    15) eliminare l’Imu sulla prima casa ed estenderla agli immobili commerciali della Chiesa e delle fondazioni bancarie;
    16) istituire una patrimoniale sulle grandi ricchezze, colpire l’evasione e alleggerire la pressione fiscale nei confronti dei redditi medio-bassi;
    17) tetto massimo per le pensioni d’oro;
    18) ABROGARE LA CONTRORIFORMA PENSIONISTICA DELLA FORNERO
    19) una legge sul conflitto di interessi;
    20) libero accesso a internet;
    21) ritiro delle truppe italiane impegnate nei teatri di guerra;
    22) taglio delle spese militari a partire dall’acquisto dei caccia bombardieri F-35;
    23) limite di due mandati per parlamentari e consiglieri regionali.

    VOTATE E FATE VOTARE “RIVOLUZIONE CIVILE”

    Dipendente pubblico ex quota 96, ex elettore PD

  11. C’è bisogno di sinistra… da Natale a Santo Stefano!
    Per 19 mesi sono stati a leccarlo a Montim ad un governo spudoratamente e stomachevolmente di destra ed ora, per lo stretto necessario ovvero la durata della campagna elettorale, son tornati di sinistra, a fare le stesse promesse che facevano prima di Monti e che fino a ieri dichiaravano essere state la causa del disastro e poi, una volta andati al governo rigireranno di nuovo la gabbana, e torneranno a fare il porco comodo loro: buffoni!

    Bersani, dov’è la NewCo che ufficializzasti in veste di Ministro dello Sviluppo Economico ai cassa integrati Finmek? Prima di annunciare altre ca**+*e, salda i tuoi debiti pregressi!

    Sei in debito di sinistra con centinaia di migliaia di lavoratori!
    Ieri, da Vespa, non ti si poteva sentire, con quel tuo modo di parlare alla dico e non dico, a strattoni e strapponi, come una moteretta ingolfata: inizi un discorso, poi ce ne infili in mezzo un altro, sembra stia parlando di cose serie e poi la metti in burletta, con una delle tue solite metafore del piffero: “I giaguari da smacchiare”, “le bambole da pettinare”, “gli uccelli e non so cos’altro”, “la lepre da pigliare”… ma vedi di crescere, per favore! Ti farei stare qualche anno a 700 euro, come un cassa integrato di quelli cornici, e poi vedresti come ti passerebbe quel tuo modo di fare che dissimula comunque una grande puzza sotto il naso da finto aristocratico arricchito!

    Ci sono centinai di migliaia di lavoratori appesi ad una definizione, quella di esodati, che vigliaccamente ti guardi bene dal dare, perché, evidentemente, ti fa gioco sperare di riuscire a tenerli tutti al guinzaglio fino ad elezioni avvenute.

  12. Il programma di RIVOLUZIONE CIVILE, al punto 18 dice : Abrogazione della riforma Fornero. Bene, grande INGROIA, HO TROVATO LA SINISTRA CHE CERCAVO. IO VOTO RIVOLUZIONE CIVILE, SENZA SE E SENZA MA . FATELO ANCHE VOI AMICI DI SVENTURA !!!!!!!!!!!!!!

  13. Finalmente ci siamo : al punto 18 viene espressa chiaramente la volontà di abrogare la Riforma delle Pensioni della Fornero : concentriamo i ns. voti verso “Rivoluzione Civile” !!

    PROGRAMMA “RIVOLUZIONE CIVILE INGROIA”

    1) no al fiscal compact Ue;
    2) abbattere il tasso di interesse sul debito pubblico;
    3) una nuova politica antimafia;
    … 4) contrastare l’omofobia e riconoscere i diritti civili;
    5) contrastare il razzismo;
    6) cittadinanza per tutti i nati in Italia;
    7) stop al precariato;
    ripristino dell’articolo 18 dello statuto dei lavoratori;
    9) detassazione delle tredicesime;
    10) reddito minimo per i disoccupati;
    11) premiare le imprese che investono in ricerca e creano occupazione a tempo indeterminato;
    12) archiviare progetti come la Tav in Val di Susa e il ponte di Messina;
    13) impedire la privatizzazione dei beni comuni a partire dall’acqua.
    14) valorizzare l’agricoltura di qualità libera da Ogm;
    15) eliminare l’Imu sulla prima casa ed estenderla agli immobili commerciali della Chiesa e delle fondazioni bancarie;
    16) istituire una patrimoniale sulle grandi ricchezze, colpire l’evasione e alleggerire la pressione fiscale nei confronti dei redditi medio-bassi;
    17) tetto massimo per le pensioni d’oro;
    18) abrogare la controriforma pensionistica della Fornero;
    19) una legge sul conflitto di interessi;
    20) libero accesso a internet;
    21) ritiro delle truppe italiane impegnate nei teatri di guerra;
    22) taglio delle spese militari a partire dall’acquisto dei caccia bombardieri F-35;
    23) limite di due mandati per parlamentari e consiglieri regionali

  14. Ma e’ possibile che anche stavolta ..Dobbiamo rivedere la sinistra divisa?
    sel.rf. ingroia .idv..verdi .pd..sole che ride..quello che piange..divisi sempre da un centimetro uno dall’altro …eppure gli ideali e i programmi ..sono gli stessi …battere la destra ..berlusconi .monti–casini il fascio di fini….
    il cornuto rutelli…l’infame fornero…uniamoci ..quanti grillini sono di sinistra ? tanti…Vecchio e caro pd ..allarghi gli orizzonti..si guardi intorno ..la sinistra deve vincere…CI DIVIDE SOLO LA POLITICA VECCHIA MANIERA…evolviamoci..cresciamo..e vinceremo …e governeremo il paese con le nostre sacrosanti leggi ..leggi popolari..
    che sono per la maggioranza..pensionati .disoccupati.operai .tecnici e ingegneri..
    casalinghe..giovani..e laureati..tutti in attesa ..che il l nostro governo di sinistra faccia qualcosa di positivo per questo paese…..

  15. Non una parola su chi si è visto rinviare la data del pensionamento di 5/6/7 anni !!! Nemmeno una parola di riproporre per lo meno la 5103 !!!

  16. @Leonardo. Quando parlo di programmi chiari e inequivocabili intendo proprio come quello scritto dal movimento di Ingroia. A questo punto la scelta elettorale diventa molto più facile.

  17. francesco non c’e tempo ..abbiamo solo due mesi per divulgare il programma ingroia …sono pochi…non basteranno ..che poi leggendo CON quello di sel …pare un copia incolla ..con un pezzo dei grillini…..

    Bersani dovrebbe essere il coordinatore …. l’unico che potrebbe convogliare le forze e l’idee di sinistra sotto un unico..campanile

    CI RIUSCIREMO????

  18. Da molto tempo cerca la sinistra in italia, la cerco con tutta la volontà
    possibile, la cerco e non la trovo.

    SE LA SINISTRA VOTA I PROGRAMMI DI DESTRA
    SE LA SINISTRA VOTA RIFORMA PENSIONI VOLUTA DA DESTRA
    DITEMI VOI DOVE LA TROVO LA SINISTRA?

    Sono rimasto disoccupato a quasi sessanta anni senza reddito e
    senza pensione.

    niente voto a coloro che hanno votato la riforma pensioni nè
    ADESSO NE MAI PIù.

  19. …………………………………certo se avessimo avuto una sinistra unita, già 20 anni fa,ancora eravamo al governo e sicuramente avremmo fatto tante cose utili, per i pensionati, per le aziende,i lavoratori disoccupati e ,laureati in cerca di un lavoro,sicuramente non avremmo avuto “il kaimano” e “la zingara” sulla strada delle riforme,sicuramente non avremmo avuto un governo pdl e lega che classificare democratico è dire un eufemismo, non avremmo avuto “il secco” bugiardo monti nemico degli operai, ma amico dei banchieri e della finanza !!. …..non avremmo avuto nel frattempo tanti suicidi di imprenditori oberati dai debiti che non si sono visti erogare prestiti dalle banche, ma anche gente comune che l hanno fatto finita perchè impossibilitati ad andare avanti a mantenere le loro famiglie………purtroppo con i se e con i ma non si va tanto lontano ! Dobbiamo sperare in una sinistra forte e solida, decisionista, intraprendente, senza paura e fare quelle riforme utili e necessarie per una graduale ripresa economica, pensando ai piccoli imprenditori che sono l asso portante della nostra economia, ai giovani,alla scuola,alla riforma previdenziale, agli art. 8 e 18 sul lavoro, si il lavoro sopratutto, che dovrà essere il tema predominante nei prossimi mesi…..e tante altre cose utili…….aiutare con un sussidio per tutti coloro i quali non hanno nessuna forma di reddito…e aumentare le pensioni minime che sono da fame………………tutto questo se avremo una sinistra unita e maggioritaria senza aver bisogno di alleanze ambigue, e populiste dei moderati ………….un saluto ……..claudio

  20. Cesar, hai perfettamente ragione, un partito che dichiara che cìè bisogno di sinistra dovrebbe porsi come dici tu !

  21. Spero vivamente che il PD si ricordi del suo vero tessuto sociale di riferimento, fatto anche da quelli come il sottoscritto licenziato ad agosto 2011 a 58 anni con quasi 40 anni di contributi e che grazie alla riforma fornero dovra attendere la pensione a 67 anni , naturalmente essendo disoccupato senza reddito alcuno.
    Provino i fautori di questa inciviltà a vivere così.
    Guardate che spettacolo mette in campo berlusconi, che alterigia esprime monti ( che non ha mai fatto alcun riferimento ai danni sociali provocati dalla sua politica ed in primis agli esodati ) e provatevi a chiedere se era giusto sacrificare chi ha lavorato onestamente per anni e che in prossimità della pensione si vede la vita stravolta senza alcuna difesa da parte di chi avrebbe dovuto tutelare i più deboli, come era lecito aspettarsi da chi si proclama di sinistra.

    Saluti a tanti disperati come me .

  22. da sel….ANSA) – ROMA, 11 GEN – Nichi Vendola, pur ribadendo di non volerlo al governo, apre al sostegno esterno di Mario Monti. ‘Se vorra’, Mario Monti potra’ appoggiare un eventuale governo a guida Bersani se il centro sinistra non otterra’ una piena maggioranza al Senato: ma stare nel governo e’ un’altra cosa”. Secondo il governatore della Puglia, ”in Italia ci sono due destre, quella di Berlusconi e quella di Monti” e ”sarebbe difficile spiegare agli italiani che nello stesso governo ci sono Sel, Fini e Casini”.

  23. Ogni tanto mi sforzo di avere una visione più ” comprensiva ” di ciò che ha combinato il PD.
    Cerco motivazioni plausibili… la crisi internazionale… il debito pubblico… lo spread… la rava e la fava.
    Ma non ce la faccio.
    Ho 55 anni ed un tradimento così ignobile nei confronti del proprio elettorato non lo ricordo da parte di nessun partito.
    La faccia di bronzo con la quale hanno appoggiato una controriforma delle pensioni così terribile e crudele non riesco a dimenticarla.
    I silenzi complici.
    I giornalisti amici muti.
    La RAI, vicina al PD, meschina.
    La repentina scomparsa dall’ informazione per parlare poco e truffaldinamente solo di esodati.
    Fingendo di dimenticare che l’ intero impianto della manovra è un crimine.
    I sindacati complici.
    I 40 anni gettati nel cesso.
    I lavoratori precoci insieme.
    No… non solo non riesco ad essere ” comprensivo ” nei confronti del PD ma ormai… odio profondamente questo partito ed in particolare la sua dirigenza.
    Di questa gente ho perso totalmente la stima.
    Sono francamente spaventato da un loro ritorno al governo!
    Temo veramente altri spietati attacchi al mondo del lavoro.
    Persone che voltano gabbana con questa disinvoltura sono capaci di tutto.
    Confesso che se Grillo avesse introdotto l’ abolizione della manovra Fornero nel suo programma, l’ avrei votato senza se e senza ma…
    Ma non l’ ha fatto buttando via un sacco di voti e dando un’ immagine ambigua sulla questione.
    Il mio voto, con tutti i limiti di un nuovo progetto, andrà a RIVOLUZIONE CIVILE.

  24. CESAR , non capisco le tue perplessità , a mettere una croce su un simbolo in cabina elettorale ci vuole un secondo….Ho votato per Vendola alle primarie , ma proprio il suo atteggiamento dell’ultimo periodo mi dice che è stato contaminato nefastamente da Bersani e compagnia . In questo momento gli unici che si sono espressi chIaramente rispetto al ns. problema a favore della abrogazione della Riforma Fornero sono quelli di “Rivoluzione Civile” : IO NON HO PIU’ DUBBI , BASTA COL PD MI HA NAUSEATO , VOTO RIVOLUZIONE CIVILE !!!!! (Facciamo girare su tutti i forum che trattano di pensioni)

  25. Per un cambiamento, per una sinistra vera, convintamente voto RIVOLUZIONE CIVILE . EX ELETTORE P.D. DISGUSTATO DALL’ INCIUCIO DI BERSANI, COL CENTRO DI MONTI, CASINI E FINI, INCIUCIO CHE AL SOL PENSARCI, MI VIEN DA VOMITARE !!!!!!!!!!

  26. Tutti con “Rivoluzione Civile”: questi, almeno, ci danno l’ opportunità di sperare, gli altri nemmeno quella…
    E poi così chiaro non è stato nessuno. Neanche Berlusconi, che, per scalare la montagna che ha di fronte, sta rinnegando, ogni giorno, tutto ciò che ha fatto.
    Non avranno certo la forza per governare, ma occorre che abbiano, comunque, il peso necessario, per tentare di incidere sulle decisioni che ci riguardano.

  27. Ok al voto di “Rivoluzione Civile” !!!!!!! e carbone al PD

  28. da sel….ANSA) – ROMA, 11 GEN – Nichi Vendola, pur ribadendo di non volerlo al governo, apre al sostegno esterno di Mario Monti. ‘Se vorra’, Mario Monti potra’ appoggiare un eventuale governo a guida Bersani se il centro sinistra non otterra’ una piena maggioranza al Senato: ma stare nel governo e’ un’altra cosa”. Secondo il governatore della Puglia, ”in Italia ci sono due destre, quella di Berlusconi e quella di Monti” e ”sarebbe difficile spiegare agli italiani che nello stesso governo ci sono Sel, Fini e Casini”.

    ,manca di qualcosa ?..non mi pare!!!!

  29. carlomarx, in venerdì, 11 gennaio 2013 alle 17:49 ha detto:

    Ogni tanto mi sforzo di avere una visione più ” comprensiva ” di ciò che ha combinato il PD.
    Cerco motivazioni plausibili… la crisi internazionale… il debito pubblico… lo spread… la rava e la fava.
    Ma non ce la faccio…omissis…

    ******************************

    @carlo,

    raramente
    e non solo su questo blog,
    ho letto messaggi così crudelmente corrispondenti alla realtà:

    chapeau.

  30. Caro Signor Corrado,

    non mi pare che le mie fossero chiacchere campate in aria…leggendo i giornali…

  31. On. Damiano, nel suo intervento su ” gli Altri” che pubblica su questo suo blog lei scrive che l’Italia ha bisogno di sinistra. Poi leggiamo l’altro suo pezzo sulle elezioni, e al capitolo che più ci interessa, quello che riguarda il porcellum delle pensioni a nome Fornero, vediamo le solite espressioni vaghe, timorose , che parlano solo di esodati, dell’elemosina dei 55.000 che però devono diventare 65.000, ma non è sufficiente perchè c’è un altro imprecisato numero di poveretti al quale bisogna estendere l’elemosina. Ridicolo. Confronti con il programma di Ingroia, al punto 18 :ABROGAZIONE DELLA RIFORMA FORNERO. La sinistra, quella vera, deve prendere atto della truffa perpetrata ai danni dei lavoratori, dei pensionati, dei pensionandi : il sistema era perfettamente in equilibrio, anche e soprattutto per gli anni a venire ; come espilcitamente ammesso dalla stessa cosidetta esperta, i risparmi che si andranno a realizzare sulle pensioni sono ” contabilizzati a riduzione del debito pubblico e a copertura del disavanzo di bilancio “. Ha capito on. Damiano, in Italia almeno 150 mld all’anno di evasione fiscale causano rosso di bilancio e incremento costante del debito pubblico, e allora i signori professori pensano bene di andare a reperire questo malloppo da chi le tasse, purtroppo. le paga al 100% e lo fanno attingendo come ruba galline dalla loro cassa previdenziale. Un vero partito di sinistra, partirebbe da questo presupposto per smontare questo furto di stato e si farebbe in quattro per mettere il sale sulla coda ai delinquenti evasori.
    W l’articolo 18 di Ingroia : ABROGAZIONE RIFORMA FORNERO

  32. Un bel programma su 23 punti..non c’e che dire ..da votare sicuramente…ma siamo sicuri poi che con un piccolo movimento non ci si ritrovi di nuovo all’angoletto in soffitta….considerati come utopici o sognatori? Stavolta vorrei dare la maggior forza al partito di sinistra di riferimento quello che potrebbe governare…quello che potrebbe davvero mettere in pratica almeno qualche punto di quel programma..sicuramente condivisibile anche da una grossa fetta del pd…MA se’ non si trova l’alleanza ci ritoveremo ..DI NUOVO SENZA I NUMERI PER GOVERNARE..STAVOLTA DOBBIAMO VINCERE…

    IL PD NON E’ SOLO BERSANI..

  33. D’accordo con Cesar. Piantiamola di fare i duri e puri, che serve solo a far vincere gli avversari (divide et impera). Studiare la Storia di questo Paese.

  34. E’ vero che sul piano dei numeri c’è il rischio di contare poco, ma sarà sempre così, se non si da una virata decisa e non la si da in molti.

    Il problema è che di iper-realismo si sta morendo, la democrazia è soltanto una parola. L’iper-realismo porta a pensare che siccome Bersani-Vendola peseranno di più di Rivoluzione civile….occorre insistere sul voto utile, senza tanti sofismi.
    E poi ingoiamo tutto, anche lo smantellamento del sistema sanitario…..
    L’importante è illudersi che il PD essendo più forte farà cose molto diverse da Monti.
    Per voi è realismo, per me è fideismo.

    Il mio cauto realismo mi porta a pensare : pesano di più , è vero, se s’alleano con Monti, pesano ma perpetuano con eleganza ciò che Monti ha iniziato.

    Quanto alla ragionevolezza… è ragionevale prendere su 23 punti quello riguardante l’IMU e in base a quello, smontare tutta l’architettura di un programma o rimanere incerti in base a quell’unico esempio?

    La mia ragionevolezza mi porta a pensare diversamente: riforma lavoro, riforma pensioni, smantellamento sanità, ignavia e stupidaggine riguardo alla scuola pubblica….non sono sassolini nella scarpa, non sono sofismi, sono macigni nella vita della gente….Ebbene il PD ha votato tutto ciò.
    Quale tipo di ragionevolezza dovrebbe indurmi a pensare che stile e orientamento cambino?

    Siccome non si riesce a salvare capre e cavoli, io opto così:
    – non avo’ subito i cavoli – che tanto non me li da neppure la controparte perchè sulla riforma pensioni PD non dice nulla di chiaro e Monti è chiarissimo…
    – avrò una caprettina, che mi darà latte…ovvero avere qualcuno che mi rappresenti in Parlamento e a livello Europeo affinchè non si permanga ottusamente dentro l’ottica liberista.

    Se ci fosse chiarezza programmatica nel PD…ma non c’è.

  35. “C’è bisogno di sinistra”… seee! Con Monti!?

  36. leggo damiano..

    Pensioni: Damiano (Pd), se vinciamo correggiamo riforma Fornero
    03 Gennaio 2013 – 10:27

    (ASCA) – Roma, 3 gen – ”Se torniamo al governo non butteremo le riforme Fornero nel cestino, ma le correggeremo perche’ contengono errori fondamentali”. Lo afferma, in un’intervista al ‘Corriere della Sera’, l’ex ministro del Lavoro Cesare Damiano (Pd) che aggiunge: ”Se vinciamo le elezioni dobbiamo gradualmente fare in modo che nessuno resti senza reddito, consentendo a tutti, esodati, contributori volontari e le altre categorie interessate, di andare in pensione con le regole precedenti alla riforma Fornero” ”Questa riforma ha bisogno di correzioni profonde, a partire dalla questione degli esodati”, spiega Damiano sulle pensioni. Sul mercato del lavoro, invece, aggiunge: ”Sulla flessibilita’ in uscita dico subito che la soluzione trovata sull’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori va bene e che quindi sono contrario al referendum promosso da Sel”.

    almeno sapremo chi ci ha preso per il culo…….

  37. E..si ricordi gia’ da oggi …chi e’ uscito dal lavoro..per vari motivi.. prima della riforma …..da VOI votata …. data dicembre 2011…e di conseguenza tiri lei delle conclusioni…noi siamo in attesa ..senza lavoro..senza reddito ..con la famiglia da mandare avanti……..possiamo resistere altri 3 mesi …..faccia lei…onorevole!!

  38. @Eva, secondo te, se il PD e il centro-sinistra perdono queste elezioni, anche se RC di Ingroia arrivasse al 10% (osi sperare di più?), le cose andranno meglio? Perché il centro-sinistra, ora che si profila (ancora) una sua vittoria, viene attaccato da tutte le parti (da destra, dal centro, dalla stampa che conta e dai mass media?) Sicuramente verranno smantellati del tutto anche il servizio sanitario pubblico e la scuola pubblica. Poi vi voglio vedere rimetterli in piedi. La solita ottica minoritaria. Certo è più facile stare all’opposizione, lamentarsi e dire che bisognerebbe fare così e cosà. Intanto gli altri faranno le cose che gli interessano e noi, ingenuamente, godremo nel dividerci e nell’autoreferenzialità (per un bicchiere di latte?). Ah, bè, però qualcuno che farà un po’ ostruzionismo in parlamento ci sarà. Bella soddisfazione,

  39. “C’è bisogno di sinistra”… per mettere a punto, insieme a Monti, la manovrina fiscale da preparare per la prossima primavera!

    Bersani, ma per Giorgetto, tu e Monti, un ruolo di terzietà (terz’età?), non l’avete previsto?

    Avete sentito quel b@§§@#° di Bersani? Ha detto che ora che andrà al governo, verificherà che i conti pubblici siano tutti a posto!
    Ma come non si vergogna, nel dire una cosa del genere! Ci è stato lui, nella maggioranza di governo, in questi ultimi 13 mesi! Cosa andrebbe a controllare, se stesso?
    Dire poi un così sull’operato di Monti, cercando, fosse pure per via indiretta e suppositiva, è vergognoso, e qualifica Bersani certamente come personaggio di poco valore, visto che da Monti ci è stato a servizio per 13, avendogli giurato fedeltà imperitura ed immarcescibile! Ma come, gli è stato attaccato alla sottane tutto questo tempo, in quanto integerrimo, galantuomo, capace e perspicace, onesto, e tante altre eccelse e spiccate qualità…. e oggi si permette di dire che “il sommo” potrebbe anche aver lascito della polvere sotto il tappeto? Incredibile!

  40. Evidentemente, con questa gente che si proclama di sinistra, non andremo lontano. Forse, se avesse studiato un po’ di più, avrebbe capito com’erano conciati i conti dell’Italia a fine 2011 e forse (dico forse, vista la sua età infantile desumibile dai ragionamenti che fa) avrebbe capito che a quel punto le alternative erano due, o fare subito la fine della Grecia o accettare un governo tecnico di transizione che recuperasse un minimo di credibilità in Europa, anche a prezzo di manovre impopolari, da modificare possibilmente una volta al governo e avendo una maggioranza solida in Parlamento. Domando ai saputelli: qual’era l’alternativa a Novembre 2011? La vorrei conoscere. Comunque, organizzatevi e fate pure la rivoluzione, civile o incivile che sia. Vediamo quanti vi seguiranno. Mi sono stufato degli arroganti (e degli ignoranti).

  41. Io ho studiato, semplicemente ad una scuola economica diversa.
    Mai dato dell’ignorante a nessuno.
    Pregherei di essere educati sempre con tutti, se pur di opinioni diversissime.

  42. Senti Giorgio IV ma chi t’ha mai pensato ? Qui l’unico arrogante sei tu , che tranci giudizi a destra e a manca dando pagelle di maturità , di cultura , di intelligenza….Ma chi sei ??? Vuoi votare per il PD assassino ? E votalo pure ! Lascia a noi che siamo stufi di farci prendere per il culo da Bersani e compagnia di fare le nostre scelte ! Fra l’incerto successo e le incerte possibilità di incidere da parte di Rivoluzione Civile , e la certezza di ciò che ha fatto il PD votando la macelleria sociale della Fornero e del governo Monti , scelgo mille volte Rivoluzione Civile !!!!!! Franco , ex tesserarto PD , ex elettore PD

  43. GiorgioIV, in sabato, 12 gennaio 2013 alle 18:04 ha detto:

    Domando ai saputelli: qual’era l’alternativa a Novembre 2011?

    ***************************

    senza bisogno di essere “saputelli”:

    la via maestra indicata dalla COSTITUZIONE:

    una consultazione elettorale.
    ridare la parola al popolo,
    è cioè il voto.

    se avessimo votato in marzo 2012,
    a quest’ora la mummia cinese (Berlusconi)
    stava già ad Antigua e se gli andava male…in galera.

    e invece è ancora qui che si propone con le sue stronzate…e guadagna consensi ,
    grazie a quei due intelligentoni di santoro e Travaglio…

  44. ah @GiorgioIV dimenticavo…

    se avessimo votato 1 anno fa,
    NESSUNO avrebbe potuto fare una macelleria sociale sulle pensioni
    così infernale-immonda e fascista come quella fatta dalla Fornero sotto dettatura del banchiere mannaro.

    e questa non è un opinione,
    è un fatto.

  45. ripensando alle nostre spese militari ???

  46. E alla loro inutilita’!!

  47. x Giorgio IV,
    credi ancora che nel 2011 avremmo fatto la fine della Grecia?
    Credi ancora a questa panzana?
    Secondo me,adesso dopo la cura Monti e se gli diamo i non voti per poter andare ancora al Governo,allora sì che supereremo la Grecia in tutto specialmente nella mancanza di democrazia!
    Ci siamo salvati dalla bancarotta per il buon governo e le riforme della Fornero!
    E’ la barzelletta del secolo!
    Dobbiamo dire grazie ad un babbeo come Monti!

  48. Siamo sicuri che se si fosse andati a votare a febbraio-marzo 2012 (prima non si poteva per motivi costituzionali) il centro-sinistra avrebbe avuto la maggioranza? E in quali condizioni prima e immediatamente dopo il voto? Io penso (mi sbaglierò) che saremmo finiti come in Grecia. D’altra parte, per far pagare il debito a chi lo ha effettivamente creato e non ai soliti noti, ci sarebbero volute una forza e una maggioranza ben solide nel Paese e in Parlamento, Erano queste le condizioni date? Io non credo.
    P-S.: ritiro il termine “ignoranti” e me ne scuso.
    Però un po’ arrogante qualcuno lo è.

  49. Roma, 11 gen. ”Il comitato elettorale della Lista rivoluzione civile-Antonio Ingroia smentisce categoricamente le notizie apparse in queste ore su alcuni organi di stampa, secondo cui avremmo un elenco di 23 punti programmatici. Il programma verrà presentato da Antonio Ingroia ai giornalisti la prossima settimana, in un`apposita conferenza stampa”. E`quanto dichiara in un comunicato il comitato elettorale di Rivoluzione civile.

  50. 2 / 01 / 2013 – Di seguito riportiamo i punti principali con i quali Rivoluzione civile, guidata da Antonio Ingroia, si presenterà alle prossime elezioni politiche di febbraio. Il titolo è “Io si sto”.

    L’alternativa di governo si costruisce con una forza riformista che ha il coraggio di un proprio progetto per uscire dalla crisi e rilanciare l’Italia finalmente liberata dalle mafie e dalla corruzione.

    Abbiamo come riferimento imprescindibile la Costituzione Repubblicana, a partire dall’art. 1 secondo cui il lavoro deve essere al centro delle scelte economiche. Per noi l’Unione Europea deve diventare autonoma dai poteri finanziari con organismi istituzionali eletti dai popoli ed è fondamentale il cambiamento della Casta politica e burocratica italiana mentre lo sviluppo del mezzogiorno è l’unica scelta per unificare il Paese.

    1) Vogliamo che la legalità e la solidarietà siano il cemento per la ricostruzione del Paese;

    2) Vogliamo uno Stato laico, che assuma i diritti della persona e la differenza di genere come un’occasione per crescere;

    3) Vogliamo una scuola pubblica che valorizzi gli insegnanti e gli studenti con l’università e la ricerca scientifica pubbliche non sottoposte al potere economico dei privati e una sanità pubblica con al centro il paziente, la prevenzione e il riconoscimento professionale del personale del settore;

    4) Vogliamo una politica antimafia nuova che abbia come obiettivo ultimo non solo il contenimento, ma l’eliminazione della mafia, e la colpisca nella sua struttura finanziaria e nelle sue relazioni con gli altri poteri, a cominciare dal potere politico;

    5) Vogliamo che lo sviluppo economico rispetti l’ambiente, la vita delle persone, i diritti dei lavoratori e la salute dei cittadini, e che la scelta della pace e del disarmo sia strumento politico dell’impegno dell’Italia nelle organizzazioni internazionali, per dare significato alla parola “futuro”. Vogliamo che la cultura sia il motore della rinascita del Paese;

    6) Vogliamo che gli imprenditori possano sviluppare progetti, ricerca e prodotti senza essere soffocati dalla finanza, dalla burocrazia e dalle tasse;

    7) Vogliamo la democrazia nei luoghi di lavoro, il ripristino del diritto al reintegro se una sentenza giudica illegittimo il licenziamento e la centralità della contrattazione collettiva nazionale;

    8) Vogliamo che i partiti escano da tutti i consigli di amministrazione, a partire dalla RAI e dagli enti pubblici, e che l’informazione non sia soggetta a bavagli;

    9) Vogliamo selezionare i candidati alle prossime elezioni con il criterio della competenza, del merito e del cambiamento;

    10) Vogliamo che la questione morale aperta in Italia diventi una pratica comune e non si limiti alla legalità formale, mentre ci vogliono regole per l’incandidabilità dei condannati e dei rinviati a giudizio per reati gravi. Vogliamo ripristinare il falso in bilancio e una vera legge contro il conflitto di interessi ed eliminare le leggi ad personam.

    Queste sono alcune delle ragioni per un governo democratico di cambiamento.

    Per realizzare questi obiettivi si decide di aprire il confronto con i movimenti e le forze democratiche del Paese.

    (Fonte RivoluzioneCivile.it)

  51. ogni giorno ce ne’ una nuova…..

    Sommergibili, avanti tutta. Il governo stanzia 168 mln di euro per gli U-boot ‘Todaro’
    Metà del gettito Imu per i sommergibili U 212. Monti stanzia quasi 170 milioni di euro per il programma che prevede la realizzazione di altri 2 battelli “Todaro”. E’ polemica sulle spese del Governo per la Difesa

  52. Non solo F-35, dunque. L’Italia sta comprando, con un programma italo-tedesco avviato negli anni ’90, sommergibili al costo di due miliardi di euro (di cui uno già speso per le altre due unità già operanti), una cifra pari alla metà di quanto pagato dagli italiani per l’Imu sulla prima casa, quantifica il Fatto quotidiano, per rendere più tangibile la cifra a nove zeri.
    La polemica è immediata: gli utlimi dati Istat comunicano il record mai raggiunto dalla disoccupazione (senza lavoro più di 1 giovane su 3, il dato più nero dal 1992), la spending review attua nuovi tagli alla Sanità, la scuola pubblica è in ginocchio, la legge si stabilità ha stanziato per l’Università solo un quarto dei finanziamenti richiesti… ma per gli U boot, i finanziamenti si trovano.

    Secondo quanto riferito dal ministero della Difesa, i contratti sono già stati siglati e a questo punto è difficile fermare la commessa. Ma forse si è ancora in tempo per fermare la costruzione dell’ultimo sottomarino, che ancora non ha posato le sue lamiere nel cantiere di Muggiano. La rinuncia all’ultimo U-boot porterebbe un risparmio di 500 milioni di euro. E darebbe un segnale a tutti coloro che la guerra la combattono con i conti di ogni giorno, per arrivare a fine mese.

  53. L’ anagramma di “Mario Monti” è ” Ma noi morti”: un nome, un presagio per esodati e pensionati.

  54. ho sempre votato a sinistra, con la legge Fornero mi sono vista slittare di ben 6 anni il pensionamento, sono un insegnante e sono stanca delle promesse eletorali. Ho deciso che non andrò a votare nè oggi nè mai più.

  55. E’ la prima volta che scrivo in un blog, vedo adesso un errore di ortografia dovuto alla fretta , mi scuso con voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...