Crisi: da Inps dati allarmanti, abbandonare politiche rigoriste per scongiurare recessione

inpsCome avevamo previsto, il consuntivo 2012 delle ore di cassa integrazione autorizzate dall’Inps si attesta sul miliardo e cento milioni di ore. Una cifra analoga a quella raggiunta nel 2010, quando il culmine della crisi ci ha portato ad un miliardo e duecento milioni di ore. Sono numeri allarmanti che corrispondono ad oltre cinquecento mila lavoratori a zero ore per un anno intero e dimostrano il permanere di una crisi economica che produrrà nel 2013 enormi problemi di carattere sociale. Per questo, si renderà necessario indirizzare le politiche del prossimo esecutivo, come indica l’agenda Bersani, verso un deciso sostegno alla crescita e allo stato sociale. I punti essenziali di un programma riformista debbono essere: politica industriale, ammortizzatori sociali adeguati alla crisi, soluzione del problema dei lavoratori rimasti senza reddito a seguito della riforma previdenziale del ministro Fornero, adeguamento delle pensioni all’andamento del costo della vita ed incentivi per l’occupazione dei giovani e contro la precarietà. Senza questi contenuti la sola politica del rigore ci consegnerebbe inevitabilmente alla recessione dell’economia e all’aumento della disoccupazione e delle ingiustizie sociali.

Annunci

60 Risposte

  1. Sono del 52 con 39 anni di contributi a gennaio 2012 ho terminato la mobilita e da allora sono rimasto senza alcun reddito a giugno di quest’annno sarei dovuto andare in pensione ma quella fornero con la sua riforma e con il vostro consenso ci ha messo sul lastrico e ci ha fatto diventare poveri cristi. Avete fatto buon natale ? Bene ora pensate un po anche a noi altrimenti

  2. Come si fa a scongiurare l’esito di ciò che si è scelto?
    Il Pd ha forse non votato qualcosa di ciò che ha determinato quanto ora -ipocritamente – scongiura ?

    Come si fa a credere nel Pd che ha un’agendina formato -mini di quella MagnaAgenda montiana?
    E’ fatto così da un ventennio il Pd: senza una propria visione, senza idee, senza progetti. Prima erano quelli di Berlusca , emendati un pochetto. Ora sono quelli di Monti, per nulla emendati… solo parafrasati.

    I paraculisti amano parafrasare i potenti.
    I posti al sole sono sudati così.

  3. IPOCRITI SIETE DEGLI IPOCRITI !!!
    DAMIANO MA TI RENDI CONTO CHE CI STAI/STATE PRENDENDO PER IL CULO ?
    MA CHI PENSATE DI INCANTARE ?
    QUELLO CHE CE DA FARE SUBITO ADESSO E’ QUELLO DI RIDISTRIBUIRE LA RICCHEZZA !!!!
    SULLE BUSTE PAGA E SULLE PENSIONI DOVETE METTERE + 30% !!!! E FAR RIPARTIRE I CONSUMI E LE ENTRATE TRIBUTARIE !!!
    DOVE PRENDERE I SOLDI?
    DA VOI DELLA CASTA, DAI GRANDI PATRIMONI E DA UNA FEROCE LOTTA ALL’ EVASIONE FISCALE CON LA GALERA!!!!
    CON GLI ESPROPRI A CHI DELINQUE, A CHI SPECULA, A CHI VIVE SOLO DI RENDITA
    OPPURE USCIRE DALL’ EURO E STAMPARE A ROTTA DI COLLO LIRE CONTANTI ( COME STANNO FACENDO GLI USA CON IL DOLLARO )
    PERCHÉ NON LO FARETE MAI ?
    PERCHÉ SUL PRIMO PUNTO SIETE I PRIMI A BLOCCARE GLI INCREMENTI SALARIALI PERCHÉ POI CHI CAZZO VI VIENE PIU ‘ A CHIEDERE FAVORI E SENZA IL RICATTO DEL FAVORE, NON AVETE POTERE SIETE COME NOI…
    MENTRE NON USCIRETE MAI DALL’ EURO PERCHÉ LA MERKEL VI TIENE A LIBRO PAGA PER RIDURRE L’ITALIA IN POVERTÀ E FAVORIRE LA CONQUISTA ECONOMICA TEDESCA !!!

    E’ PER QUESTO CHE DOVETE ANDARVENE TUTTI!!!

    E FALLA FINITA O FATELA FINITA DI SCRIVERE QUESTI ARTICOLI !!!!

  4. @Eva
    Hai la solita spocchia degli “ottusi” (= intelligentoni) di estrema sinistra, una vera iattura per l’Italia, del tutto speculare a quella degli imprenditori.
    1) Il PD è nato nel 2007 e non ha mai governato finora.
    2) Sei ignorante, informati meglio, le proposte del PD sono millanta. Eccole (all’interno, i link a quelle complete sul sito del PD e ai 12 miei precedenti):

    “Le proposte del Partito Democratico/13 – Pubblica Amministrazione”
    http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2766980.html

  5. Sono ottusa ed ignorante.
    Non fatico ad ammetterlo.

    Essendo tale, non ho parlato di anni di governo del Pd, nè di quando nacque.

    La saluto cordialmente, perchè sono ottusa,ignorante ma educata bene…e un po’ anzianotta.

  6. Segnalo all’on. Damiano l’omissione delle donne, oltre e più dei giovani. C’è una questione femminile grossa come un grattacielo, in Italia. L’ha detto anche il premier Monti, non ve la fate scippare da lui.

  7. cesar perchè non diventi di sinistra fai il politico e ti fai pure amare

  8. @Eva
    “Ottusa” è tra virgolette. Fino a poco tempo fa mi sembravi la più intelligente qui. Anche se sei comprensibilmente stressata, perché non ti sforzi di rimanere tale? Cordialmente,
    V.

  9. Franco56 ora a fine mobilità (giugno 2013) con 32 anni in reparto fusione in fonderia e ora un totale di 37 anni di contributi , di nuovo lavoro nel settore siderurgico neanche a parlarne , da giugno in avanti cosa mi suggerite di fare???

    Grazie

    Franco Famengo

  10. X VINCESKO

    Una domanda… Ma da che parte stai ?

  11. Gentile eva,
    sarei stata preoccupata al posto tuo perchè il …luminare Vincesko ti considerava la più intelligente del forum!
    Adesso che non ti considera più tale,ti volevo rassicurare che continuerai ad essere considerata positivamente da tutti noi!
    Non sei stressata,sei,invece,molto paziente ed educata.
    In attesa di rileggerti volentieri,un saluto

  12. Ormai lo sanno tutti che vi state preparando ad una grande coalizione PD-Monti. Nei momenti difficili occorre sapersi tapparsi il naso per non sentire il fetore di tali accordi ma almeno non barattate con un piatto di lenticchie la vita di 200.000 esodati che si erano fidati dello Stato Italiano firmando gli accordi nelle sedi istituzionali.

  13. …………………………………vorrei ricordare , che in questo blog , tutti coloro i quali scrivono le loro impressioni , indicazioni, idee, “non ci sono professori e professorini” non ci sono “maestri e scolari”, ma tutti siamo uguali e tutti i commenti devono avere il massimo rispetto di tutti !…….questo per inciso…..visto che qualcuno ogni tanto si dimentica ! siamo tutti ospiti di cesare damiano e dobbiamo essere grati solo a lui….e se un giorno lo stesso ex min. del lavoro decidesse di chiuderlo andremmo tutti a casa con buona pace di tutti noi……………………………un saluto……..claudio .

  14. ringrazio cesare damiano dell’ospitalita’, delle puntuali risposte fornite, di aver, con i suoi interventi, garantito il rispetto dei diritti dei 400.000 esodati che altrimenti rischiavano di vivere nell’angoscia. Ringrazio che anche stanotte dormiro’ sogni tranquilli. E ringrazio anche di poter condividere queste mie opinioni con tutti voi. Spero anche con l’Onorevole Cesare Damiano.

  15. Io comincerei a chiedermi qual è la percentuale dei lavoratori con più di 35 e passa anni di contributi. Nella mia azienda siamo circa l’8%, una bella botta per l’occupazione giovanile e le cig.

  16. ……………………io non ho assolutamente detto di ringraziare damiano a nessuno. Sappiamo che lui non risponde ma vince lo stesso le elezioni a torino……………………beato lui……ha promesso che fara qualcosa per noi…staremo a vedere……………..un saluto……..claudio

  17. Mi dite quando l’inps comunicherà la lista dei 65.000 salvaguardati e i 55.000 e poi mi fate sapere come si vive ancora per 18 mesi senza reddito .grazie

  18. X Eva
    mi associo a Giovanni2.
    Non ti offendere se qualche professore , o convinto tale, ogni tanto esce dalle tenebre, a difesa di non si sa che cosa, ed apostrofa acidamente.
    Le tue esposizioni, animate da sacrosanta inca.zatura, continuiamo a leggerle volentieri.

  19. On. Damiano,
    nel Novembre del 2011 (proprio durante l'”avvento” di Monti) il PD aveva alcuni obiettivi sul tema pensioni.
    Com’e’ successo che non e’ andata come volevate per i 40 anni di contributi ma solo per l’ innalzamento dell’eta’ anagrafica minima per l’accesso alla pensione da voi proposta?
    Allego testo.

    http://cesaredamiano.files.wordpress.com/2011/11/pensioni-recuperare-il-principio-della-flessibilitc3a0.pdf

  20. Grazie a Giovanni 2 e Leo 56 !
    L’ironia è la mia salvezza e perdono chi non la possiede.

    D’altro canto gli altri perdoneranno la mia ignoranza su molte cose e lo stare convintamente e nettamente da una parte, che non è quella del PD.
    Tuttavia, come ho già avuto modo di scrivere, siccome
    per un verso è vero che non me ne sento rappresentata, ma so benissimo che “gli altri ” sono peggiori, da cittadina di buon senso,mi pare legittimo criticare e pungolare il PD affinchè si avvicini almeno pallidamente ad essere un partito di centro-sinistra, come fino ad ora ha detto di essere, insieme ad altre aggettivazioni (liberale, riformatore, democratico).

  21. Condivido in toto il commento di eva!
    Brava eva: come si fa a scrivere, oggi, “come avevamo previsto”, e non aver fatto, “ieri”, tutto quanto necessario per evitare quello che oggi, appunto, ieri si era stati in grado di prevedere?

    Se evito di costruire la mia casa sulle le pendici del vulcano, quando questo dovesse eruttare, allora sì, che potrei dire: “Come avevo previsto, il vulcano sta eruttando e distruggendo tutto ciò che si trova sulle sue pendici: ho fatto bene a costruire la mia casa altrove!”, ma se la casa l’ho costruita lungo pendici del vulcano e questo, eruttando, me la distruggerà, come potrò dirlo: “Come avevo previsto!”?

    Se l’avevate addirittura previsto (nemmeno “vagamente ipotizzato”!), siete doppiamente colpevoli per non averlo evitato!

    Damiano, le ricordo che siete stati nella maggioranza di governo per 13 mesi e, verosimilmente, i 13 mesi più determinanti almeno degli ultimi 10 anni!
    La verità è che siete stati servili e cortigiani senza “se” e senza “ma”, ed ora vi precipitate a cercare consensi dai soliti fessi che avete puntualmente fregato!

    Ho letto la sua intervista “DAMIANO: ERRORI NELLE RIFORME FORNERO, LE CAMBIEREMO”, in questa, lei, promette spudoratamente di tutto!
    Bersani lo sa? Ne è informato?
    Ma non avete detto che era ora di finirla, con le promesse facili, allettanti, che non si possono mantenere?

    Ci dica una cosa: la 5103, se doveste andare al governo, la riproporrebbe, con certezza che dal suo governo venga approvata, oppure no?

    Infine, sottolineando 1.000 volte che NON CI SONO SOLO GLI ESODATI, nella sua intervista lei afferma che vanno esonerati dalla riforma delle pensioni Bersani-Fornero tutti gli esodati, dovessero essere anche 260.000: glielo voglio riconoscere, il coraggio di aver fatto un’affermazione così impegnativa, però, siccome, per certi versi, tutto sommato, si tratta di affari, potrebbe fare un piccolissimo ed ulteriore sforzo, e darla una volta per tutte, esaustivamente, la sua definizione di esodati?
    Sa perché glielo chiedo? Perché io, ancora non lo so se, secondo il suo punto di vista, in quei 260.000 ci rientrerò o meno!
    Capisce, in quale situazione si trovano verosimilmente migliaia di lavoratori? Non sanno nemmeno se esodati potranno mai esserlo oppure no!
    Questo perché non si ha una definizione di esodati alla quale riferirsi!
    Ritiene che le stia chiedendo troppo, col voler sapere “chi” sarebbero, secondo lei, quei 260.000 esodati?
    Molti lavoratori, con cassa integrazione e mobilità, esauriranno tali ammortizzatori sociali negli anni a venire: nel 2014, 2015, 2016, 2017… per cui sarà allora che si ritroveranno in mezzo ad una strada, con la pensione allontanata di 4, 5, 6, 7 anni a causa della riforma delle pensioni Bersani-Fornero: non ritiene sia giusto che lo sappiano sin da oggi se, secondo il suo punto di vista, potranno contare sul fatto che saranno o meno considerati comunque esodati? Le pare proponibile che lo vadano scoprendo di anno in anno? secondo lei, un lavoratore dovrebbe arrivare fino al dicembre del 2017, per saperlo, se verrà o meno esonerato dalla riforma delle pensioni Bersani-Fornero?

    Le formulo la richiesta sotto altra forma: se uno si rivolge ad una sede del PD, chiedendo di sapere se, secondo la visone ed il programma del PD, può considerarsi esodato da subito per glia anni a venire, una risposta in questo senso, saranno in grado di dargliela?
    Io credo di no!

    Se le scriviamo in privato, utilizzando il suo indirizzo alla Camera, sottoponendole le nostre situazioni personali, lei sarebbe in grado di dare, per ognuna di queste, una risposta esaustiva, circa il potersi considerare esodati o meno?

    La mia situazione, ad esempio, è grosso modo la seguente: senza riforma Bersani-Fornero avrei maturato il requisito pensionistico nel 2018, percependo la pensione 12 mesi dopo, nel 2019. Per maturare il requisito pensionistico avrei dovuto aspettare di compiere 61 anni e 7 mesi, per raggiungere il requisito minimo anagrafico previsto con le quote, ma questo avrei potuto farlo senza la necessità di versare ulteriori contributi all’INPS, raggiungendo e superando “automaticamente” il requisito minimo contributivo previsto per le quote. Ora, invece, con la riforma delle pensioni Bersani-Fornero, a dar retta ai vari simulatori disponibili sul web, dovrei lavorare, e versare contributi, fino al 2022! Raggiungendo i 64-65 anni di età!
    La domanda alla quale ho bisogno di avere una risposta, e credo insieme a me tanti altri lavoratori, anche per orientarmi con il voto, è: secondo la sua visone delle cose, posso considerarmi un esodato, oppure no? Quando me lo vorrebbe far sapere, nel 2017?

    Prima della riforma delle pensioni, avrei dovuto provvedere alla mia famiglia per due anni ma, lo ripeto, senza la necessità di dover versare ulteriori contributi previdenziali: con la riforma delle pensioni Bersani-Fornero, invece, per sperare di raggiungere la pensione, non solo dovrei considerare almeno 5, se non 6 anni, ancora, ma in questi 5 o 6 anni, dovrei anche versarli, i contributi previdenziali! A me, tra i prima ed il dopo, mi pare ci sia una bella differenza! Mentre ai due anni da tirare avanti alle condizioni ante-riforma mi ci ero in qualche modo preparato, di fronte ai 5, 6, 7 anni in più richiestimi dalla riforma delle pensioni Bersani-Fornero, sono assolutamente allo sbando, allo sbaraglio! Io, con una famiglia dietro!

    Con la 5103, e con quella frase introdotta che considerava esodati chi avrebbe maturato il requisito pensionistico entro i 24 mesi successivi al termine della mobilità, io, almeno credo, potevo sperare di esserlo, un esodato, oggi, non essendo passata la 5103, non più! Però, se questo non più dovesse essere definitivo, almeno secondo il suo punto di vista, se non le dispiace, vorrei saperlo!

    Ultimissima cosa: visto che lei, in un intervista poi pubblicata addirittura sul suo stesso blog, afferma che gli esodati andranno salvaguardati tutti quanti, fossero anche 260.000, perché questa cosa qui non la fa mettere anche nel programma del PD?
    Forse perché Bersani non vi si troverebbe d’accordo? Forse perché potrebbe infastidire eccessivamente i renziani? O forse è per non indispettire troppo Monti, Casini e Fini, che nel programma del PD, quanto da lei rilasciato in quella intervista, non vi si trova?
    Il fatto che la salvaguardia dei 260.000 esodati, a programma del PD, non ci sta messa, come lo dobbiamo considerare?

  22. Onorevole Damiano, ripristinare la proposta 5103 sarà, anzi deve esserlo, per voi il primo punto all’ordine del giorno nella prima seduta in cui si riunirà il nuovo governo presieduto dal pd. Ma ci piacerebbe leggere in questo blog un suo intervento a garanzia di tale situazione, con il benestare di Bersani e del gruppo dirigente. Invece nulla….. e questo ci preoccupa. Ridefinire la possibilità di andare in pensione alle persone con almeno 35 anni di contributi è un vostro dovere specifico al fine di evitare che migliaia di persone e famiglie cadano in povertà in attesa della pensione dopo anni ed anni di speranze deluse e di stenti. Forza Damiano è ora di cominciare a parlare un linguaggio di sinistra, vicino a lavoratori e pensionati, disoccupati e licenziati che dopo tanti sacrifici si sono visti togliere la pensione oramai a portata di mano e vedono lontanissimo il traguardo agognato.

  23. Inserisco il mio commento anche qui, almeno se arriva qualche tananai di turno lo trova subito.

    “L’Onorevole Damiano sarà capolista DOPO la Presidente di Confindustria Piemonte Mariella Enoc.

    Si avete capito bene la Presidente di Confindustria Piemonte è stata scelta da Bersani per il listino bloccato e si avrà la conferma appena la stessa Enoc scioglierà le riserve.

    Come potete aspettarvi delle modifiche sostanziali alla riforma Fornero non riesco proprio a capirlo!”

    NESSUN VOTO A CHI HA TAGLIATO LE PENSIONI.

  24. Riprendo il commento di Leo56,in sabato,5 gennaio 2013 h.7:47
    “On. Damiano,
    nel Novembre del 2011 (proprio durante l’”avvento” di Monti) il PD aveva alcuni obiettivi sul tema pensioni.
    Com’e’ successo che non e’ andata come volevate per i 40 anni di contributi ma solo per l’ innalzamento dell’eta’ anagrafica minima per l’accesso alla pensione da voi proposta?
    Allego testo.

    http://cesaredamiano.files.wordpress.com/2011/11/pensioni-recuperare-il-principio-della-flessibilitc3a0.pdf

    E formulo all’On. Damiano la stessa sua domanda, inoltre gli chiedo di pubblicare i resoconti dei suoi interventi alla Camera dall’avvento del Governo Monti fino all’approvazione del Milleproroghe(Febbraio 2012)
    Certo poi si poteva pure far cadere il Governo Monti appena insediato,
    serve però ricordare che in Grecia non ci sono più le medicine per i malati di tumore e di Aids…?

  25. LA PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA PIEMONTE !!!!!!
    Capolista del listino bloccato….
    Compilmenti compagno Bersani.
    Ve l’ immaginate un ipotetico confronto programmatico tra Damiano e la sua capolista?
    Io si e…. cammino già radente i muri.
    NESSUN VOTO A CHI HA RUBATO LE PENSIONI!

    P.S. Perchè non Briatore a capo della CGIL?

  26. “I punti essenziali di un programma riformista debbono essere: politica industriale, ammortizzatori sociali adeguati alla crisi, soluzione del problema dei lavoratori rimasti senza reddito a seguito della riforma previdenziale del ministro Fornero, adeguamento delle pensioni all’andamento del costo della vita ed incentivi per l’occupazione dei giovani e contro la precarietà. Senza questi contenuti la sola politica del rigore ci consegnerebbe inevitabilmente alla recessione dell’economia e all’aumento della disoccupazione e delle ingiustizie sociali.”
    Ma tutte le leggi che hanno aggravato la situazione di lavoratori e pensionati in questo ultimo anno, (e che non hanno minimamente toccato i più ricchi) chi le ha votate?
    Vi siete prostrati davanti al professore convinti che vi avrebbe dovuto ripagare riconoscendo la la vostra affidabilità di governo e invece eccolo schierato contro il PD (da un esponente della destra liberista sostenuto dalle banche, da confindustria, dal Vaticano ecc.cos’altro vi aspettavate?)…. al vostro confronto Tafazzi è un dilettante.

  27. Ancora vogliamo riesumare la proposta 5103!
    Ma non avete compreso che con quella proposta ci danno soltanto un pugno di lenticchie e non una vera pensione che ci permetta di campare dignitosamente!
    Si deve capire che l’unico modo per risolvere la maggior parte dei problemi legati alla scellerata ed iniqua riforma della non nominabile signora ( e relativi complici)che l’hanno messa in atto e’ quello di ripristinare la gradualità’ per l’accesso ad una pensione dignitosa, che è un sacrosanto diritto e non un elargizione, dopo aver lavorato per oltre 37/40 anni.
    Far lavorare altri 6/7 anni i prossimi pensionandi significa precludere in modo netto l’accesso nel mondo del lavoro ai nostri figli e nei prossimi anni se non si modificherà questo scempio non ci sarà da meravigliarsi se la disoccupazione giovanile toccherà il 40/45 percento.
    L’on Damiano e quasi tutti quelli del PD questo lo sanno benissimo ma non sono sicuro che abbiano la volontà’ di metterlo in atto.
    Vedremo il programma dettagliato e poi decideremo
    Un saluto
    PS una buona notizia Ichino è fuori dal PD

  28. I 58-35 vanno bene a chi si trova nei dintorni di quella formula.
    Chi ha gia’ versato 39/40 anni ed oltre deve veder ritornare le vecchie regole e non puo’ vedersi ricattare con un 33% di pensione in meno magari dopo aver versato una cifra di contributi volontari per vari anni molto piu alta di cosa percepirebbe col retributivo.

  29. Corrego la parola finale con “contributivo”.

  30. Vorrei far notare a tutti i fans del calcolo contributivo (ritenuto più equo di quello retributivo) che un sistema non è buono o cattivo in se ma tutto dipende da come viene applicato. Il contributivo “all’italiana” per esempio è una grande fregatura per i lavoratori in quanto il suo tasso di rivalutazione è legato (chissà perché) all’andamento decennale del PIL e quindi è all’incirca l’1% annuo, a fronte di un’inflazione del 3% (forse) e di un rendimento dei BTP del 6%. Tradotto, l’ennesimo furto ai danni dei lavoratori

  31. Ha ragione cap957, il contributivo è tutto come lo si calcola.
    Intanto basterebbe dire che con i contributi previdenziali ci si pagano anche le pensioni di invalidità ed i relativi accompagnamenti: se queste erogazioni venissero spostate nella contabilità generale, il calcolo contributivo già darebbe risultati diversi. Inoltre non si capisce perché il contributivo non dovrebbe riguardare chi in pensione già c’è: uno lavora, versa i contributi, e con quei contributi, a chi è già in pensione gli erogano una pensione calcolata con il retributivo mentre, a lui, gliela calcoleranno con il contributivo: grazie al piffero, che quando toccherà a lui, prendere la pensione, non ci sarà rimasto niente!

    Bersani avrebbe deciso che la Presidente di Confindustria Piemonte, Mariella Enoc.stia davanti a Diamano, addirittura come capolista, alle prossime politiche? Ma come sarebbe? Bersani? Quello dalla moralità una tacchetta più su degli altri? Quello “democratico” che non silenzia nessuno e che da a tutti l’opportunità di esternare le proprie posizioni?

    Briatore a capo della CGIL? A capo della CISL, già ci sta! La CGIL, per ora, si limita a tenerla a bada.

  32. IO L’HO GIà SCRITTO E LO RIPETO, AL P.D. DEI LAVORATORI E DELLA RIFORMA DELLE PENSIONI ,NON GLI E NE PUò FREGARE DI MENO, IL P.D., STà METTENDO IN TUTTI I PUNTI CARDINE,ONOREVOLI PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA MARIELLA ENOC, E GIUSTIZIA GRASSO, AMICO E SALVATORE DI SILVIO BERLUSCONI INSOMMA STANNO PREPARANDO LA STRADA( DOPO LE ELEZIONI)ALL’ALLEANZA CON IL CENTRO DI CASINI ,FINI E MONTI, E PORTERANNO AVANTI L’AGENDA MONTI. LO INTUISCE ANCHE UN CRETINO, QUINDI NESSUN VOTO A CHI HA TAGLIATO LE PENSIONI. ( A.B.C. ) VOTIAMO TUTTI PER UNA SINISTRA CHE CI RAPPRESENTI, RIVOLUZINE CIVILE, COALIZIONE GUIDATA DA INGROIA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  33. La Presidente di Confindustria Piemonte capolista, davanti a Damiano. Dopo l’esperienza “positiva” con Massimo Calearo è naturale che il PD candidi un rappresentante degli industriali. Visto però che Bersani continua a dichiarare che il PD è il partito dei lavoratori, quanti operai candiderà?

  34. On. Damiano,
    come citato da tutti i problemi si stanno concretizzando.
    Chi e’ arrivato con propri mezzi ai 40 anni di contributi di cui 2 o 3 volontari,o alle quote anni+contributi come da situazione pre Fornero impoverendosi,
    ora cosa dovrebbe fare se non puo’ piu’ versare contributi e si vede ancora davanti, secondo Fornero, almeno due anni e mezzo di versamenti e auto mantenimento.
    Teniamo conto che nell’ipotesi migliore di salvaguardia ( o ripristino delle precedenti regole) ci si dovrebbe auto mantenere ancora per 15/21 mesi.
    Capira’ quindi che le nostre ansie , arrabbiature ed altro sono una prova di forte equilibrio da parte di chi sta per perdere tutto senza aver mai giocato d’azzardo ma anzi ha sostenuto il paese.

    Anziche’ il contrario Bersani deve allinearsi a lei per garantire il perseguimento dell’ obiettivo di revisione riforma Fornero ed evitare un disastro sociale che nessuno potra’ mai accettare passivamente..

    E’ ora che il PD scelga in fretta cosa vorra’ fare , le strategie e tattiche di Bersani non hanno funzionato se non per allontanare quasi irreversibilmente una grossa fetta di elettorato.

  35. Vincesko, in venerdì, 4 gennaio 2013 alle 18:25 ha detto:

    @Eva
    Hai la solita spocchia degli “ottusi” (= intelligentoni) di estrema sinistra, una vera iattura per l’Italia, del tutto speculare a quella degli imprenditori.
    *******************************

    ha parlato uno che poco tempo fa ha ammesso d’averci solo la 5° elementare.
    ma togliti dai cocones e torna a scuola,
    gnurant !!!!

  36. Ragazzi,dal mese prossimo non pago più niente,ho finito i risparmi .forse sarò salvaguardato ma devo aspettare un anno per l’assegno.perciò anhe il salumiere e il proprietario di casa e la findomestic dovranno aspettare.la findomestic mi ha prestato i soldi per pagare un anno per i contributi volontari.come mi sono ridotto dopo 39 anni di lavoro.secondo voi mi arresteranno .magari così sarei a carico dello stato

  37. 40 anni di contributi al massimo abbinati ad una età minima (es. 60 anni) devono bastare per la pensione piena e non per una pensione assimilabile alla pensione sociale. Ridateci le pensioni rubate !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  38. Poco fa Berlusconi da vecchio volpone ha fiutato l’aria che tira:

    http://www.repubblica.it/politica/2013/01/05/news/e_berlusconi_annuncia_forse_domani_accordo_con_lega-49947760/?ref=HREA-1
    ——————–
    “Riforma Fornero da annullare”. La situazione economica del Paese è stata “aggravata dal governo tecnico con la riforma Fornero per il lavoro che ha reso più difficili le assunzioni dei giovani nelle aziende e che ha messo praticamente sul lastrico, senza stipendio e pensione, i cosiddetti esodati”. Il leader del Pdl attribuisce alla riforma Fornero la responsabilità di aver creato un “danno grave che bisognerà assolutamente riparare annullando questa riforma facendone un’altra”.
    ———————
    Non fatevi scippare un argomento prezioso! Tutti sappiamo che Damiano lo ritiene prezioso, ma gli altri del PD che ne pensano?

  39. Reblogged this on CIRCOLO PD VALDENGO.

  40. Siamo centinaia di migliaia ; con i ns. famigliari e qualche amico che riuscissimo a coinvolgere , potremmo essere ben più di un milione . Bisogna trovare un coordinamento , un punto di riferimento . Se riuscissimo , magari quotandoci di uno/due euro , a pubblicare una pagina su Repubblica e Corriere della Sera , dando indicazioni su come raccordarci , potremmo davvero essere una forza fondamentale per chi vuol vincere le elezioni . Io personalmente , ex tesserato ed ex elettore del PD , che individuo quale maggiore responsabile perchè traditore della causa dei lavoratori che avrebbe dovuto tutelare , non mi pongo limiti , Ho vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi dell’AntiBerlusconismo , ma sarei pronto a votare PDL o Lega o M5S , o chiunque metta per iscritto che in caso di vittoria elettorale cancellerà la Riforma Fornero .Alle primarie del Centrosinistra ho votato Vendola , ma non ho più letto nè sentito da parte sua , nulla di chiaro ed importante sulla problematica che ci sta a cuore . Chi ha una buona idea su come coordinarci la tiri fuori . Sto notando con grande piacere che oltre il blog dell’On.le Damiano , ci sono dei Forum ( RAI TG1 , INTOPIC) , con centinaia e centinaia di interventi di gente arrabbiata come me , come noi . Concludo col grido di battaglia :
    nessun voto a chi ci ha rubato le pensioni !!!!

  41. Berlu: riforma fornero da annullare. Spero proprio di non dover votare berlusca per vedere modificata quell’obrobrio di riforma. Che ne dice On. Damiano????

  42. Se Berlusconi si riferiva alla Riforma delle Pensioni da annullare e non a quella del Lavoro, come ho capito io, vorrà dire che Berlusconi vincerà lle elezioni!
    E’ un calcolo matematico,caro Damiano,i colpiti da questa Riforma delle Pensioni sono milioni.
    Gli esodati sono 400.000 + le famiglie diventano minimo 1.000.000.
    Piu’ 2-3 milioni tra classi anziani e disoccupati ad altro titolo avete già perso!!!
    Portagli i conti al tuo segretario babbeo!
    A quel punto i sondaggi buttateli nel cesso!
    Fate in fretta ad anticipare il nano di Arcore altrimenti saranno guai per voi!
    Fate un pronunciamento chiaro davanti ad un notaio perchè nessuno vi crede più! Ed allora farete a meno di Casini e tutta la mafia che è dietro di lui e farete a meno sopratutto di un BABBEO FASCISTA,VISCIDO E TRADITORE COME QUEL PORTASFIGA DI MONTI

  43. MA CHI CAVOLO DEVE DIFENDERE I DIRITTI DEI LAVORATORI? LA DESTRA FA IL SUO SPORCO LAVORO, E’ OVVIO. MA BERSANI CHE COSA FA? OGNI SERA ESCE IN TELEVISIONE CON UN PROCLAMA AD EFFETTO, PER CARITA’ FRASI DI GRANDE SPESSORE DEMAGOGICO, POI SI CHIUDE IN DIFESA E ASPETTA IL 27 DEL MESE….BASTA QUESTA SINISTRA CI HA ROTTO…FORZA GRILLO!!!

  44. Và a vedere che mi tocca votare il caimano

  45. SE IL BERLUSCA, RIPRISTINA LA VECCHIA RIFORMA DELLE PENSIONI, E LO METTE PER ISCRITTO NEL SUO PROGRAMMA ELETTORALE, PRIMA DELLE ELEZIONI, ANCHE SE MI COSTA TANTO MORALMENTE, LO VOTO ANCH’IO. EX ELETTORE DEL P.D.( GLI ITALIANI, LA RIFORMA DELLE PENSIONI, FURTO IMPOSTO, NON L’HA ACCETTATA NESSUNO ) . HA INFATTI MASSACRATO I PENSIONANDI E HA PARALIZZATO E FATTO REGREDIRE IL MONDO DEL LAVORO. P.D. SVEGLIA, LE ELEZIONI LE VINCE CHI RIPRISTINA LA VECCHIA RIFORMA “!!!!!!!!!!!!!!!

  46. Sì, sì, il Pifferaio Magico alias il Grande Bugiardo sta reclutando i milioni di GONZI che gli daranno il voto per consentirgli di salvare la “ROBA”… ehm… per salvare l’Italia dai comunisti. Ha dichiarato che è disposto a firmare il contratto scritto con le sue promesse mirabolanti da marinaio… ehm… con i suoi impegni sacri e vincolanti, inclusa l’abrogazione della riforma Fornero delle pensioni, su un tavolo di ciliegio davanti al Notaio Vespa. Ha affermato anche che se non eliminerà almeno la riforma Fornero perché la Ragioneria dello Stato eccepirà la mancanza di copertura finanziaria, si dimetterà immediatamente ed irrevocabilmente e, dopo aver venduto le sue televisioni, se ne andrà in esilio alle Bahamas, portando con sé ed a sue spese i 400 mila esodati ed i loro familiari:

    Il Sig. Silvio B., il mammone dal collo taurino ed il suo tallone d’Achille/16/Il ritorno
    http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2764581.html

    L’analisi riportata più sotto del profilo del Sig. Silvio B. è vecchia di 10 anni, ma vi ho riportato cose che ho cominciato man mano a pensare e dire e spiegare agli altri (anche sedicenti esperti) da quasi 20 anni, cioè da quando Eugenio Scalfari raccontò su Repubblica che, durante la trattativa per la divisione consensuale del Gruppo Mondadori-L’Espresso, l’avevano appellato “il grande bugiardo”. […]

  47. Commento posto in moderazione lo ripropongo – cancellare le “X” dai link

    Oggetto: Primarie Parlamentari PD

    http:XX//www.repubblica.it/static/speciale/2012/primarie-parlamentari-pd/risultati/?ref=HRER1-1

    Testo: Tutto come previsto sul territorio nazionale senza il minimo problema

    http:XX//www.repubblica.it/politica/2013/01/06/news/pd_ancora_scontri_nelle_regioni_per_le_liste_i_montiani_tenuti_fuori_deliberatamente-49977600/?ref=HRER1-1

    Conferma: La volontà degli elettori non è stata minimamente intaccata

    http:XX//milano.repubblica.it/cronaca/2013/01/06/news/pd_scoppia_un_caso_milano_nelle_liste_di_camera_e_senato-49974701/?ref=NRCT-49977600-3

    CONCLUSIONI: Martedì le candidature saranno decise definitivamente tramite votazione DALLA DIREZIONE DEL PD

    Nota personale: Io non ho partecipato alle votazioni, anche se potevo, ma giuro che in tal caso avrei chiesto indietro i due Euro più le spese di viaggio.

    NESSUN VOTO A CHI HA TAGLIATO LE PENSIONI!

    P.S. Per il “recupero” dell’Onorevole Ghizzoni e della Senatrice Bastico non c’è traccia, forse perchè si interessano da sempre di pensioni?

  48. A Vincesko che si affanna “a prescindere” di scongiurare qualsiasi ipotesi di voto oltre il PD , dico che , se ha qualche possibilità di incidere sulle azioni di Damiano , Bersani e compagnia , chieda loro di esprimere CON CHIAREZZA E PER TEMPO la loro volontà (se esiste) di ABOLIRE la Riforma delle pensioni della Fornero : a me ed a tanti altri non sembrerebbe vero di poter RIDARE il ns. voto al PD , che però al momento , individuiamo come il maggior responsabile , ai ns. occhi di ex elettori del PD , del danno terribile causatoci dalla Riforma…….

  49. X Nevoli,
    si prega ancora di non far proposte campate in aria e sporattutto a propria misura..
    Legare i 40 anni di contributi ai 60 di eta’ vuol dire che chi e’ esodato a 57 anni e con 40 anni di contributi deve aspettare 3 anni senza pensione, stipendio ma con di spese di mantenimento , magari dopo esere gia’ stato spolpato da tre anni di contributi volontari.

    Se ti riferisci a chi sta ancora lavorando allora specifica meglio altrimenti la tua proposta non differisce di molto dalla proposta Fornero..
    Chi ha 40 anni di contributi ed e’ col c.lo per terra deve veder ripristinate le vecchie regole..
    Grazie.

  50. MA DI COSA STIAMO RAGIONANDO? DI PRESE PER IL C….DIREI…INGIUSTIZIA SOCIALE DA ABOLIRE!!!! RIPRISTINARE VECCHIE REGOLE PER LA PENSIONE PER NOI CONTRIBUENTI TARTASSATI , INTRODUZIONE DI UN TETTO MASSIMO DI 5000 EURO PER LE PENSIONI D’ORO ( C’E’ GENTE CHE VERGOGNOSAMENTE PRENDE 43 MILA EURO AL MESE VEDI GIULIANO AMATO…VERGOGNA!!!!!, TASSARE I GROSSI PATRIMONI), RIDUZIONE DEL NUMERO DI PARLAMENTARI…E IL SIG. B (BERSANI) E’ IN LETARGO….DOLCE DORMIRE…TANTO IL 27 DEL MESE ARRIVA……BASTAAAAAAAA

  51. FORZA GRILLO

  52. Sappiamo tutti che l’uomo di Arcore è bugiardo, ma il mestiere di comunicatore lo sa far molto bene. Quella del “promettere molto e mantenere poco” è una strategia che funziona benissimo da più di mille anni visto che Dante Alighieri mise all’inferno chi la consigliava. Berlusconi ha “occupato” uno spazio lasciato maldestramente vuoto dal PD e allora ci sono due possibilità:
    1) i dirigenti del PD sono ancora chiusi a Frattocchie per capire come perdere le elezioni, mandare Azienda_Monti al governo e dargli l’appoggio esterno illudendosi di controllarlo a piacimento
    2) nel PD ha prevalso il pensiero di Renzi che ha sempre e pubblicamente detto che la riforma delle pensioni va bene così com’è e che quando Prodi tolse lo scalone fece una castroneria perchè buttò soldi nel cesso.
    In entrambi i casi 200.000 persone conosceranno sulla propria pelle cosa provarono nel 1943 i soldati Italiani abbandonati da Badoglio a morire a Cefalonia.

  53. @Franco
    Sei nuovo di qui? Ti ringrazio, comunque, perché mi permetti di ri-ri-ri-scrivere che, contrariamente a quel che pensano in tanti ed ha scritto qualche paranoico contaballe, io ora sono soltanto un neopensionato, ex “riformato” (diciamo così) della riforma Sacconi delle pensioni (DL 78/2010), anche se, come scrissi subito qui quando l’on. Damiano tentò di raccontare che era stato solo Sacconi ad allungare la “finestra” a 12 mesi, per TUTTI, anche quelli DISOCCUPATI o INATTIVI (ed io lo ero già da 3 anni per ragioni di forza maggiore), mentre in realtà era stato lui per primo (con la legge 247/2007) ad averla già allungata di 4 mesi in media (cfr. https://cesaredamiano.wordpress.com/2012/10/21/pensioni-risparmi-vadano-a-esodati/), poi infatti nei successivi ‘post si corresse.
    Qualcuno qui mi ha chiesto da che parte sto. Rispondo: io sto solo dalla parte della verità.
    E della razionalità e dell’efficacia delle scelte. E dell’equità.
    Talché: 1) chiedo anche a te: dov’eri 2 anni e mezzo fa? 2) E’ inutile e controproducente chiedere l’impossibile ed illusorio anzi autolesionistico affidarsi ai ciarlatani ed ai Pifferai magici. 3) Secondo equità (lo scrivo qui da un anno), gli ESODATI non debbono avere una soluzione privilegiata, ma essere equiparati a tutti i DISOCCUPATI (quelli che il lavoro ce l’hanno e anelano alla pensione devono essere buttati fuori dalle scialuppe di salvataggio); poiché coi vostri criteri laschi non ci sarebbe MAI termine al problema degli esodati, la soluzione ottimale, secondo me, è quella di apprestare per TUTTI i DISOCCUPATI un ASPI (adesso si chiama così) adeguato, prendendo i soldi dai ricchi, ecc.
    PS: Infine, un suggerimento: personalmente, l’ho già scritto in casi analoghi, apprezzo la tua proposta di ieri delle 20:40 (anche se di difficile attuazione, visto l’alto numero nelle vostre file di intelligentoni di estrema sinistra).

  54. X Vincesko,
    la verita’ ha il difetto di passare dai propri occhi che non e’ detto che vedano come quelli di tutti..

    Estratto da Vincesko
    gli ESODATI non debbono avere una soluzione privilegiata, ma essere equiparati a tutti i DISOCCUPATI

    I prepensionati sono sempre esistiti ed esistono di nuovo, sono diventati esodati solamente nel momento in cui la Fornero ha attuato la sua manovra dando un taglio netto alla situazione del momento.

    Siamo anche , con un guizzo di intelligenza , arrivati a capire che la riforma e’ stata appoggiata da TUTTI.
    Chi ha fatto accordi di prepensionamento (2/3 anni dalla pensione +aspettativa) ed e’ poi stato lasciato fuori dai giochi ha subito una truffa enorme perche’ si e’ basato su regole (da tutti condivise) che dopo la fuoriuscita, sono cambiate a suo (solo suo) danno.
    Dico una mezza verita’ perche’ la maggior parte di fuoriusciti dalle aziende non ha potuto decidere se rimanere o no , e quindi e’ stato costretto a decidere.
    Se l’azienda mi facesse ora una proposta di esodo non incorrerei in nessun problema:
    Saprei di dover arrivare a 42,5 anni di contributi e tratterei con l’azienda (potendo) questa copertura .

    Ed e’ esattamente quello che hanno fatto tanti esodati. Ma a differenza della situazione attuale qualcuno, un anno fa , ha tirato una riga netta lasciando al destino migliaia di persone che tra l’altro hanno dovuto sobbarcarsi “solo quelli che sono capitati nella fascia biennale dell’applicazione legge Sacconi, i 15/21 mesi (che oggi non ci sono piu) di attesa pensione ,erodendo pesantemente se non totalmente liquidazione e risparmi.

    Fosse un momento economico diverso avremmo potuto riciclarci anche se non con i canoni precedenti.
    Ma non e’ cosi’ ed il problema non e’ risolvibile se non attraverso una revisione della riforma Fornero.
    Questo non ci fa comunque dimenticare chi , senza rientrare nella definizione “esodati” si trova nella stessa ns situazione.

    Quindi quando leggi i commenti piu’ o meno focosi, indirizzando piu’ o meno correttamente le invettive ( oggi e’ difficile sbagliare di tanto sparando nel mucchio) sappi che partono da persone che da un anno non sanno dove sbattere la testa per la responsabilita’ che hanno verso la propria famiglia. E non voglio essere retorico , ma a breve non si sapra’ come campare.

    ASPI ?? Perche a noi dovrebbe stare bene l’elemosina ma a te la meritata ed intera neo pensione?

  55. A quanto ha detto leo56, che condivido appieno, aggiungo che gli accordi di esodo non furono firmati in qualche sottoscala o nella sala di attesa di un bordello ma in casa del Ministero del Lavoro, dal quale mi sembra dipendano le direzioni Territoriali del Lavoro, ed in presenza di parte “datoriale” ed di parte “sidacale”.

    Questo significa che tali accordi non erano semplici scritture private fra ditte e dipendenti essendo stati avallati in prima persona dallo Stato Italiano che se ne rendeva garante nel tempo.

    Sarà anche vero che tutti gli accordi possono essere disconosciuti da chi viene dopo perchè considerati “errori del passato da correggere” ma questo ha provocato la perdita di qualunque fiducia nelle istituzioni pubbliche almeno per i prossimi venti anni.

    Voi vi fidereste ancora di chi prima mette una firma su un contratto, tale è l’accordo fra tre parti, e poi straccia l’accordo?

  56. @Leo56
    Sono d’accordo con te, i patti vanno rispettati, ma qui nelle scialuppe s’intrufolano anche tutti gli altri, persino quelli che il lavoro ce l’hanno ancora, in una catena senza fine, mentre si escludono i non esodati ma DISOCCUPATI.
    L’Aspi – informati [*] – non è affatto un’elemosina, è meglio dell’indennità di mobilità, solo che non è universale.
    Io, per avere la mia pensione, son dovuto arrivare (dopo avere scontato la “finestra” di 12 mesi) a 66 anni e 1 mese (sessantaseieunmese), dopo 3 anni senza reddito.

    [*] Pensioni, con il 2013 scatta la riforma Fornero
    http://www.businesspeople.it/Societa/Mondo-del-lavoro/Pensioni-con-il-2013-scatta-la-riforma-Fornero_42213

  57. Vincesko , al di là dei tuoi toni a volte un pò arroganti , non dubito delle tue migliori intenzioni . Io credo , in quanto ad intelligenza , di rientrare nella media e non sono mai stato di estrema sinistra ; non puoi però disconoscere che il PD (di cui io sono un tesserato/ex tesserato ed elettore/ex elettore) votando pedissequamente tutti i provvedimenti del Governo Monti e segnatamente la sciagurata riforma delle pensioni della Fornero , ha gettato nella disperazione centinaia di migliaia di famiglie . Purtroppo ne io nè tu possiamo porvi rimedio , se non minacciando di ricorrere , col ns. voto , se non altro , di far morire Sansone assieme a tutti i filistei . Ti invito nuovamente , se ne hai modo , di tentare di incidere sul PD , perchè dica chiaramente , se , e in che modo , intende cambiare la maledetta Riforma . Intanto Berlusconi ha mangiato la foglia…..(Infine , non voglio personalizzare troppo la questione , poichè vorrei una soluzione per tutti e non solo per me . Sono un agente di commercio di 59 anni e 35 di contributi , che a causa della crisi si ritrova disoccupato . Con le quote sarei dovuto andare in pensione nel 2015 , con Sacconi nel 2017 , con la Fornero nel 2020 !!! Per me niente cassa integrazione , niente mobilità e niente indennità di disoccupazione . Eppure ti assicuro che nella mia vita di lavoro ho pagato , e sempre puntualmente , una notevole quantità di tasse . Ed intanto mia moglie è stata inserita fra gli esodati e avrebbe dovuto percepire la pensione da Dicembre 2012…..ora si ritrova senza lavoro , senza assegno e senza pensione . Devo essere grato al PD ???)

  58. X Vincesko,
    qualunque palliativo (Aspi) per non finire sotto i ponti va bene.
    Ma chi e’ ad un passo dalla pensione normale ed ufficiale, ovviamente dubita di una misura tappabuchi, che dovrebbe anche garantirti l’avanzamento dei contributi per arrivare alla pensione..altrimenti continui a dipendere a vita da questi strumenti discontinui…
    A quel punto tanto vale dare le pensioni a chi si era accordato in vista pensione ma togliendo quei paletti che hanno letteralmente decimato i salvaguardati.

    Le coperture ci sono, MPS 4 Miliardi per iniziare , banche svizzere, e chi piu’ ne ha piu’ ne metta…

  59. @ MENGO, in sabato, 5 gennaio 2013 alle 23:54 ha detto:

    “SE IL BERLUSCA, RIPRISTINA LA VECCHIA RIFORMA DELLE PENSIONI, E LO METTE PER ISCRITTO NEL SUO PROGRAMMA ELETTORALE, PRIMA DELLE ELEZIONI,”: se il Berlusca farà una cosa del genere, lo voterò anch’io! E a quel punto non mi importerà nemmeno se manterrà la promessa, tanto, la riforma delle pensioni, non ce n’è comunque uno solo che, nello stesso tempo, disponga dei mezzi e della volontà per farlo: chi la vuole abolire non ne ha i mezzi, chi potrebbe abolirla non ne ha la volontà!
    A questo punto, con riferimento a cose come la riforma delle pensioni, alla riforma del lavoro, all’imposizione di tasse come l’IMU, votare Bersani che, fedelissimo all’Agenda Monti, non solo non le cambierà, ma le aumenterà, le incrementerà, e votare un Berlusconi che dovesse promettere e poi non mantenere, sarebbe esattamente la stessa cosa!
    Il seguito dell’Agenda Monti, che si potrà realizzare SOLO con il voto a Bersani (perché da solo, Monti, con Casini e Fini non ce la farebbe mai), non prevede affatto una revisione/correzione delle riforme delle pensioni e del lavoro, e di tasse come l’IMU (ma quando mai!): la prosecuzione dell’Agenda Monti, e ne faceva cenno ieri Casini in TV, prevede lo spostamento dei soldi pubblici a favore della scuola privata, “Per stimolare una maggiore competitività nella scuola pubblica”, spiegava ieri Pierferdinando. E poi proseguirà con una privatizzazione della Sanità: ci costringeranno a rivolgerci sempre più al privato, magari facendo ricorso, chi potrà, ad un’assicurazione mirata in tal senso, tanto, i ricchi, delle strutture pubbliche, non se ne servono già! Siete mai stati in un letto di corsia a fianco d un ricco? Avete mai incontrato il vostro sindaco, il vostro presidente di Provincia, il vostro presidente di Regione a fare la fila per consegnare la fialetta per le analisi delle urine? E ché, questi signori non si ammalano mai? Si ammalano, come tutti, ma hanno corsie preferenziali sulle quali viaggiare. Poi, l’Agenda Monti, proseguirà con un ulteriore stretta sulle pensioni, spingendoci anche in questo caso verso un previdenza privata: naturalmente, i contributi pubblici all’INPS, quelli, dovremo continuare a versarli a prescindere! E poi ci saranno cose come la privatizzazione dell’acqua e dell’energia!

    Han detto che l’IMU l’han messa perché l’aveva già pianificata Berlusconi. A parte che, da quanto si è sentito in TV, Monti, con Bersani, non solo l’avrebbero anticipata, non solo l’avrebbero aumentata, non solo l’avrebbero estesa anche alla prima casa, non solo ne avrebbero cambiato la finalità dai comuni allo Stato, ma non sarebbero stati capaci di inventarsi qualche altra cosa!
    Lo stesso per la riforma delle pensioni! Ho letto in un commento, che anche questa sarebbe stata già prevista e pianificata da Berlusconi, per cui Monti e Bersani l’avrebbero applicata in ragione di ciò!
    Ma se per Monti e Bersani, governare, vuol dire fare le politiche di Berlusconi, tra votare Berlusconi e votare loro, che differenza ci sarebbe?
    Ah!? Eccola, la differenza: che Berluscioni, le sue politiche, le annuncia ma non le fa, Monti e Bersani, invece, le politiche annunciate, pianificate e non fatte da Berlusconi, le traducono in realtà… ma alla fine della giostra, sempre di politiche di Berlusconi, si tratta! Sempre di quella minestra di destra.
    Ebbene, io da sognatore, voglio credere che alle politiche di Berlusconi, calate nella realtà da Bersani e Monti, si sia un’alternativa!
    E per me, c’è!

  60. Per l’esattezza storica, contro la disinformazione ad opera dei paranoici. Per compensare l’abolizione dell’ICI sula prima casa dei ricchi e dei più abbienti, il duo Berlusconi-Tremonti tagliò anche la spesa sociale dei Comuni (destinata ai poveri), prima del 75% (DL 78/2010) e poi di un ulteriore 15% (DL 98/2011), per un totale del 90%!
    Pier Luigi Bersani ha proposto una riduzione dell’IMU sui percettori di redditi medio-bassi, aumentando la franchigia da 200 € a 400-500 €; compensandola con un’imposta patrimoniale sulla ricchezza immobiliare superiore a 1,5 mln. Che, al netto della mia personale contrarietà assoluta, per un fatto di EQUITA’, ad un trattamento prioritario per i PROPRIETARI di immobili e non per i LOCATARI di immobili, che stanno molto peggio, costituisce un esempio preclaro di REDISTRIBUZIONE del reddito, tipica politica di sinistra.
    Come si vede (e come dimostrarono i dati della Banca d’Italia dopo il 2° governo Prodi), Csx e Cdx uguali NON sono affatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...