16 Risposte

  1. Egregio On. Damiano,

    Sono davvero sorpreso nel constatare che numerosi esponenti del PD stamani esprimano soddisfazione relativamente all’ emendamento on. Baretta su esodati. Si dichiara di aver risolto il problema quando è’ evidente che ciò non è’.
    Mi rendo conto che esistono necessità’ di nature elettorale, ma mi sarei aspettato maggior attenzione su un tema così’ importante per la vita di molte persone.
    In particolare, esemplificando in riferimento al mio caso, nell’emendamento si dice che per redditi superiori a 7500 euro a valle del l’approvazione alla contribuzione volontaria, si perde il diritto ad usufruire delle vecchie regole. A titolo esemplificativo:

    – persona nata nel ’52 con quota 96 acquisita in 2012
    – approvazione contribuzione volontaria nel 2010
    – lavorato un anno tra 2011 e 2012 con contratto a tempo determinato e poi disoccupato.
    – con le vecchie regole avrebbe potuto ricevere pensione a inizio 2014
    – con la legge Fornero andrà’ in pensione nella seconda metà’ del 2016 con quasi 65 anni e 4 anni senza reddito.

    Come può constatare dall’ esempio, la frase “NESSUNO RIMARRA” SENZA LAVORO E SENZA REDDITO NON È VERA”.
    Sarebbe auspicabile che il PD si comportasse in modo più corretto sul tema.
    Cordiali saluti

  2. Mi associo a quanto scritto da Guerrino.
    Io ho una situazione ancora peggiore:
    -nata nel 52 con quota 96 acquisita ad agosto 2012
    – lavorato sei mesi con contratto a tempo determinato nel 2009
    – con le vecchie regole avrei avuto la pensione a settembre 2013
    – con la riforma Fornero approvata dal PD andrò a settembre del 2019!!! sette anni ancora vi rendete conto?

    Il PD fa solo slogan elettorali, imparate a dire la verità.

  3. segnalo il mio caso, ma sono certo che il mio esempio vada bene per altre categorie di esodati.
    E’ sacrosanto salvaguardare chi matura i diritti alla pensione nel 2013/2014, evitando cosi’ un limbo di 5/6 anni senza percepire alcun reddito. Vi sono, per esempio, contributori volontari che maturano questo diritto nel 2015/2016, avendo le stesse caratteristiche di diritti dei precedenti contribuenti salvati. Infatti anche chi matura i diritti alla pensione uno o due anni piu’ tardi, rischia di restare senza reddito per diversi anni ( il mio caso, vecchie regole 62 anni, nuove regole 67 e 3 mesi ).
    E’ ovvio che e’ inaccettabile. Cosi’ come e’ inaccettabile far trasparire che i casi futuri si valuteranno in altri tempi. Qualcuno provi a pensare all’angoscia delle famiglie in attesa di decisioni fondamentali per la sopravvivenza fisica e morale. E questo in presenza di diritti acquisiti, non di contribuenti capricciosi.

  4. In questa storia oltre a capire l’ipocrisia del Pd, ho capito anche che in questo staterello e con questi ricchi oligarchi ha la meglio chi è stato un contribuente renitente o capriccioso.

  5. …e naturalmente…. i precoci ancora una volta vengono penalizzati! In Italia evidentemente è una colpa avere 39 anni+3 mesi di LAVORO EFFETTIVO E ININTERROTTO, ma “solo” 56 e mezzo di età anagrafica!!!! Bisogna lavorare due anni in più (…ma nel 2015 poi mi cambieranno ancora le regole come è successo ripetutamente fino ad ora?)!!!! E inoltre, come dipendente pubblico, ricevere la sacrosanta liquidazione dopo 24 mesi (alis nel 2017): CHE SCHIFO!

  6. Il P.D., si ritiene soddisfatto, ma di che cosa? Di aver messo dei paletti ,prima in entrata, poi non soddisfatto, perchè i soldi sono pochi, paletti anche in uscita, vedrete che alla fine i conti tornano, basta macellare tagliando fuori i lavoratori che maturavano il requisito dal 2015 al 2018, e si fà cassa un’altra volta. Caro Damiano, le politiche di questo P.D. ai vostri elettori non piacciono più.parlo a nome di un gruppo numeroso di lavoratori vostri elettori, che non si riconosce più nelle politiche del partito. troppo menefreghismo, toppe ingiustizie e troppo arrivismo per il potere. quindi comunichiamo già da ora, o si inverte la politica montiana e si cambia rotta tutelando tutti, o il voto il P.D. da noi non lo avrà più.( Delusione amarezza per l’ingiustizia, altro che ritenersi soddisfatti, qui regnano pianto e disperazione) !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  7. Ci siamo fatti togliere quel piccolo privilegio..quando sei 47 ENNE

    non ci pensi…andava tutto bene……ma CHE oggi sarebbe

    fondamentale avemmo tutti minimo 1 /3 di anni in

    meno da fare rispetto a 42 della fornero …

    PERCHE ALL’EPOCA 2003 …..UN ANNO DI LAVORO SOTTO I 18 VALEVA 1 E 1/2

    sara’ molto difficile da riconquistare …..

    pare ci siano ancore 30 gg….prima che la fornero la maledetta…dica la parola…the end…

    una volta i precoci …facevano tenerezza. lavorare a 16 anni……che tristezza.

  8. Vorrei sapere e il sindacato,la nostra controparte assente, è soddisfatto della soluzione sugli esodati e sulla criticità della riforma delle pensioni, soluzione inserita nel patto di stabilità. Ricordo se non erro, che la Camusso disse, che la salvaguardia delle criticità createsi con la riforma fornero andava risolta con un passaggio attraverso il sitema previdenziale,( sbagliatissimo per decreto.) Ora cosa farà il sindacato, starà ancora nascoto senza intromettersi come vuole Boccia oppure proverà a resuscitare? ( Boccia / Camusso, = padrone che bacchetta il suo cane ). Che VERGOGNA, FARE PRESSIONI SU UN SINDACATO GIà INESITENTE.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  9. Oltre agli esodati ci sono molti lavoratori a tempo determinato che hanno accettato questa condizione lavorativa sulla base della certezza di andare in pensione alla fine dell’incarico sulla base delle regole esistenti al momento della loro scielta e che invece, a seguito delle nuove regole, si trovano a rimanere senza lavoro e senza pensione per molti anni.
    Il mio caso è significativo: 60 anni a giugno 2012 e quota 96 a settembre 2012 e quindi con le vecchie regole pensione a ottobre 2013, contratto a tempo determinato che scade a giugno 2014, con le nuove regole, pensione a 66 anni e 11 mesi (maggio 2019) e quindi 5 anni senza lavoro e senza pensione. Essendo dipendente pubblico scandalo degli scandali (probabilmente anche incostituzionale) non vale neppure la norma di salvaguardia che consente di andare in pensione di vecchiaia a 64 anni a chi aveva maturato il requisito con le vecchie regole nel 2012 perché vale soltanto per i dipendenti del settore privato.
    Caro PD sono stato un vostro socio fondatore ma se non abbandonate la politica di salvaguardia delle banche per ritornare a tutelare i diritti dei lavoratori, tanti come me non potranno che abbaondarti al tuo destino di partito di centro destra.

  10. Nessun voto a chi ha rubato le pensioni!!!

  11. Leggete bene l’emendamento una vera Bufala è stato scritto sotto detatura della Fornero!!!! sopratutto per i contributori volontari!!!!!!!!!!!!!!Doamiano non raccontarci frottole pre elezioni….

  12. si devono rimettere le pensioni di anzianita’ come prima che funzionavano benissimo gia’ in quel modo si andava in pensione dopo i 60anni e viera il decreto del capo dello stato firmato che questi tecnici analfabeti come paolillo grilli passera e monti e fornero hanno distrutto ed il nostro futuro ed il presente dei giovani perche’ se non vanno in pensione i 60enni loro non lavoreranno mai perche le ditte non li assumono capito tecnici appoggiati da dx e sn ,solo grillo ci salva sperando che rimette le pensioni di anzianita’ e dimezza i parlamentari e pure i parlamentari regionali, che la crisi se la hanno inventata i corrotti politicanti e questi tecnici sfaticati ,come quando si son inventati l’euro per dimezzarci lo stipendio .saluti raff

  13. Reintrodurre le pensioni di anzianità è l’unica soluzione, basta contrattare sulla nostra pelle soluzioni di scambio di concessioni tra partiti.le vostre pedine per questo gioco al massacro ,non possono essere i lavoratori. Il discorso che manca la copertura, non ci sono i soldi è una grossa bugia bella e buona, dove andarli a prendere, lo sanno tutti, non stò ad elencarvi dove perchè sarei ripetitivo. Come è possibile che di riforme,come pensioni e lavoro, si occupino incapaci come Fornero,Polillo e martone, questi 3 personaggi inqualificabili,mi fanno venire in mente quella canzoncina ,che li impersona e che faceva così, siamo solo 3 , 3 s….i e 3 b……i un due tre.Per fortuna presto di questi loschi personaggi , ci libereremo, un attimo di pazienza ,aprile è vicino, poi ci penserà il populismo dell’antipolitica (che si è rotto le scatole di essere maltrattato) a buttarli giù dal piedistallo e a mandarli a casa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  14. Oltre agli esodati, mi “sembra” che ci siano anche altri lavoratori ingiustamente danneggiati dalla VERGOGNOSA riforma delle pensioni, votata – è bene ricordarlo – dal PD traditore.
    I problemi delle altre categorie di lavoratori non meritano nessuna attenzione?
    Il termine equità è un puro slogan?
    Dipendente pubblico ex quota 96, ex elettore PD

  15. “A garantire la sostenibilità dell’intervento sarebbe dovuto essere il principio in base al quale un esodato è tale solo quando esaurisce lo scivolo ottenuto dall’azienda per licenziarsi”.
    E’ lo stralcio da un’articolo di oggi. Starebbe a significare che i lavoratori in mobilità che maturano il diritto al 2012 e hanno ancora mesi o anni di mobilità dovrebbero aspettare che quest’ultima finisca? E se la mobilità non terminasse nel 2014, questi lavoratori che fine farebbero? Come al solito non ci si capisce un accidenti!!! Comunque non riesco a trovare nell’emendamento questa disposizione; se qualcuno ci ha capito qualcosa, per cortesia chiarisca.

  16. E delle persone licenziate ENTRO del 31 dicembre 2011 senza scivoli e senza mobilita licenziate 5 persone nei 120 giorni per essendo piu’ di 15 dipendenti e poi ancora licenziamenti fino a chiusura totale dell’azienda io classe 1953 con 25 anni di contributi che fine faro’? On. Damiano legge questi commenti? Gente disperata che arrivata ai 60 anni ma come pensate che possa trovare lavoro, se il lavoro non c’e’ neanche per i giovani!! Giro tutto il giorno con la speranza di trovarlo ma neanche l’ombra. La gente e’ disperata e disperatamente cerchera’ con il voto di spazzarvi via tutti voi che non siete stati in grado di salvaguardarci mandando questa mia generazione che ha tanto lavorato io ho iniziato a 13 anni ma purtroppo la maggior parte dei datori non mi ha versato i contributi. Siamo stati buttati nella spazzatura da un governo tecnico che vi ha messo da parte per pensare agli interessi dell’Europa e non degli ITALIANI.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.